Juventus, Sarri in conferenza: "Brescia pericoloso, Ronaldo in forse"

Il tecnico prima della gara con le Rondinelle: "Sarà una partita insidiosa. Cristiano ha un piccolo affaticamento all'adduttore, Higuain è a disposizione".

Maurizio Sarri, allenatore della Juventus

0 condivisioni 0 commenti

di -

Share

Dopo la vittoria sul Verona, la Juventus si prepara ad affrontare un'altra neopromossa. Sulla strada dei bianconeri c'è il Brescia di Mario Balotelli, finalmente pronto all'esordio dopo la squalifica rimediata in Ligue 1 nel finale della scorsa stagione.

La gara del Rigamonti, in programma martedì alle 21, darà sicuramente altre indicazioni sulla condizione degli uomini di Maurizio Sarri, apparsi poco brillanti contro l'Hellas nonostante la vittoria. Lo stesso tecnico ha rifiutato paragoni con il suo Napoli di due stagioni fa.

Dall'altra parte ci saranno le Rondinelle di Eugenio Corini, reduci dal successo esterno sul campo dell'Udinese ma ancora a caccia della prima vittoria casalinga, dopo la rimonta subita per mano del Bologna.

Maurizio Sarri allo Juventus Stadium
Nella conferenza stampa prima del Brescia, Maurizio Sarri ha parlato della condizione della sua Juventus

Juventus, le dichiarazioni di Maurizio Sarri in conferenza stampa

La conferenza stampa dell'allenatore della Juventus inizia con una domanda sul turnover. Dopo i cambi fatti contro il Verona, si tornerà alla formazione base? Sarri risponde così:

Prima voglio raccogliere tutti i dati dai preparatori e dai medici e vedere la situazione in maniera più razionale. Ieri la squadra ha fatto un allenamento defaticante, qualche valutazione inizierò a farla oggi.

Si passa all'avversario, il Brescia di Corini e Balotelli:

Il Brescia è una squadra organizzata, gioca un calcio piacevole e ha entusiasmo. Balotelli potrà dare una scossa all'ambiente, è una partita insidiosa.

Quesito sul minutaggio. Bonucci, Matuidi e Cristiano Ronaldo sono stati finora sempre in campo:

Ci sono momenti diversi nell'arco della stagione. Matuidi per motivi tattici è importantissimo, Douglas Costa e Chiellini ci stanno mancando tanto. Ronaldo ha un piccolo affaticamento all'adduttore, è normale dopo tre partite in sette giorni. Faremo delle valutazioni e vedremo se sarà della partita.

Cristiano Ronaldo con la maglia della Juventus
Cristiano Ronaldo in forse contro il Brescia

Il processo di apprendimento al calcio di Sarri è una domanda sempre più frequente nelle interviste. Anche in questa occasione, all'allenatore della Juventus si chiede a che punto sia il rodaggio:

Ci stiamo lavorando su, l'adattamento di una squadra ai principi dell'allenatore è sempre molto soggettivo. Il processo è reciproco: io devo capire bene quello che può fare la squadra, la squadra deve capire bene ciò che voglio io. Cos'è più difficile? Il mondo Juve non è così particolare, anche al Chelsea ti chiedono di vincere sempre. C'è un ottimo livello di organizzazione e io mi trovo bene. A livello tecnico-tattico bisogna mettere i giocatori dove si esprimono al meglio dando comunque equilibrio alla squadra.

Informazioni preziose sui battitori di punizioni e rigori:

In queste situazioni ci sono sempre un paio di opzioni. Sulle punizioni da battere col piede destro c'è Ronaldo, col piede sinistro abbiamo Bernardeschi o Dybala. Sui rigori do giusto un paio di nomi: il tiratore principale e l'alternativa. Ma poi dipende sempre dal momento della partita.

Come sta Higuain dopo la botta al naso?

È a disposizione, fortunatamente non ha fratture.

Ultima domanda sulle concorrenti allo Scudetto.

Non ho visto le altre squadre, ho studiato solo quelle contro cui abbiamo giocato. Penso però che questo campionato sarà più difficile di quelli passati.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.