Cori razzisti a Dalbert, l'Atalanta: "La stupidità va isolata"

Il comunicato dei club bergamasco su quanto successo durante Atalanta-Fiorentina. E intanto il Giudice Sportivo chiede un supplemento d'indagine.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'arbitro Orsato è stato costretto a sospendere Atalanta-Fiorentina, match valido per la quarta giornata di Serie A, per oltre tre minuti. Il motivo? I cori razzisti e i fischi rivolti da alcuni tifosi presenti al Tardini nei confronti di Dalbert. Su questo episodio si è espresso proprio il club bergamasco che ha pubblicato il seguente comunicato sui propri canali social: 

Con riferimento alla sospensione della gara avvenuta in occasione di Atalanta-Fiorentina, la Società si dissocia da ogni forma di discriminazione che possa essere avvenuta. L'Atalanta, con il proprio pubblico ed i propri tifosi, è e sarà sempre portavoce di valori di solidarietà ed uguaglianza. La stupidità di pochi va combattuta insieme e crediamo che non ha né colori né maglie. Va isolata 

E intanto il Giudice Sportivo Gerardo Mastrandrea ha stabilito siano necessarie nuove indagin, passando quindi la palla alla Procura Federale.

In relazione ai cori discriminatori - si legge nel comunicato del Giudice Sportivo - percepiti dal calciatore Chagas Estevao Dalbert Henrique (Soc. Fiorentina) al 28° del primo tempo, dispone un supplemento di indagine a cura della Procura Federale, al fine di acquisire ogni elemento utile, anche mediante la testimonianza dello stesso calciatore, circa l’effettiva entità, dimensione e provenienza dei cori in oggetto

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.