Serie A, le pagelle di Lazio-Parma: Immobile fa 90, Gervinho è spento

La Lazio cancella le sconfitte con Spal e Cluj e liquida la pratica Parma con i gol di Immobile e Marusic. Biancocelesti a quota 7 in classifica, Ducali fermi a tre.

Serie A, l'esultanza della Lazio

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Lazio riparte, dopo due sconfitte consecutive batte il Parma (2-0) e sale a quota sette punti in Serie A. Primo tempo divertente almeno fino alla mezzora, quando i ritmi calano sensibilmente. I biancocelesti, reduce da due sconfitte pesanti tra campionato ed Europa League, partono in modo feroce, cercando di schiacciare l'avversario e trascinati dalla qualità dei loro giocatori più importanti e così all'8' Luis Alberto trova il corridoio per Immobile che brucia Iacoponi e batte Sepe con un diagonale che bacia il palo interno e s'insacca. Il Parma reagisce e il copione è chiaro: lancio lungo a scavalcare la difesa laziale e a caccia del taglio di Inglese che crea non pochi scompensi alla Lazio e ci vuole una super parata di Strakosha per evitare il gol del pari.

I padroni di casa replicano con Correa, ma Sepe è attento. Nel finale di tempo i ritmi si abbassano e la Lazio va a riposo in vantaggio. Risultato tutto sommato meritato. La Lazio riparte nella ripresa con maggiore convinzione e sfiora il vantaggio con Immobile che calcia con potenza dal limite e chiama Sepe alla risposta in angolo.

La vera luce nella manovra laziale si chiama Luis Alberto, ogni traccia pericolosa nasce dai suoi piedi compreso un clamoroso palo direttamente da calcio d'angolo. La Lazio va a un passo dal raddoppio sulla giocata del duo Immobile-Correa, ma la conclusione a botta sicura del Tucu è deviata da un intervento provvidenziale di Pezzella. Il gol però è nell'aria e arriva al 66' con Marusic che scappa a Pezzella e in diagonale batte Sepe. Da segnalare l'assist perfetto di Milinkovic-Savic. Nel finale D'Aversa ci prova con Karamoh e Cornelius, ma è ancora la Lazio a sfiorare il raddoppio con Marusic e Milinkovic. Poi non succede più nulla, la Lazio vince e sale a sette punti in classifica; il Parma rimane fermo a tre e perde la seconda consecutiva in campionato. 

Serie A, il gol di Ciro Immobile
Serie A, le pagelle del posticipo tra Lazio e Parma

Serie A, le pagelle di Lazio-Parma

Lazio (3-5-2): Strakosha 6; Luiz Felipe 6,5, Acerbi 6, Radu 6; Marusic 7, Milinkovic-Savic 6,5, Leiva 6 (73' Parolo sv), Luis Alberto 7, Lulic 6 (84' Jony sv); Correa 6,5, Immobile 7 (62' Caicedo 6). All. Inzaghi 6,5

Parma (4-3-3): Sepe 5,5; Darmian 6, Iacoponi 5, Bruno Alves 6, Pezzella 5; Hernani 5,5, Brugman 5 (77' Sprocati sv), Barillà 5; Kulusevski 5,5, Inglese 5,5 (84' Cornelius sv), Gervinho 5 (75' Karamoh 6). All. D'Aversa 5

I migliori

Immobile 7

Scatta in profondità, brucia Iacoponi e realizza il suo quarto gol in Serie A, il numero 90 con la maglia della Lazio. È la sua giocata, ormai un marchio di fabbrica. Svaria su tutto il fronte offensivo, gioca con la solita generosità, lasciando sul campo tutto quello che ha. Sepe gli nega la doppietta a inizio ripresa con una bella parata. Esce dopo un'ora, forse Inzaghi lo vuole preservare in vista del turno infrasettimanale contro l'Inter, ma la scelta sembra quantomeno affettata. 

Luis Alberto 7

In Romania la sua assenza si è sentita, sciorina calcio con classe sopraffina, galleggia tra le linee inventando giocate meravigliose, il suo assist per Immobile è da vedere e rivedere, quando il pallone passa dai piedi dello spagnolo si ha sempre la sensazione che possa accadere qualcosa di pericoloso. Prende un palo clamoroso direttamente da calcio d'angolo, sarebbe stato il gol della domenica. 

Marusic 7

L'arrivo di Lazzari lo aveva relegato in panchina, gioca la sua prima da titolare in questo campionato e lo fa nel migliore dei modi. Non avrà la rapidità dell'ex Spal, ma ha più fisico e forse in questo momento anche più smalto. Mette in costante difficoltà Pezzella, quando attacca da quella parte la Lazio trova pericolosità anche grazie ai movimenti e alle giocate di Milinkovic che lui asseconda con continuità. Proprio da una loro combinazione nasce il gol del raddoppio dei padroni di casa. Un premio meritato per il numero 77. 

I peggiori

Iacoponi 5

Si fa bruciare da Immobile in occasione del vantaggio della Lazio, non legge in tempo l'intenzione di Luis Alberto e il movimento del 17 biancoceleste e non arriva per chiudere. Quando viene puntato va in difficoltà, non ha vita facile con l'attacco della Lazio che abbina tecnica, velocità e fisico. Non è la sua serata migliore. In affanno. 

Gervinho 5

Dovrebbe essere la freccia in grado di mettere in difficoltà la Lazio, soprattutto secondo un progetto tattico - quello di D'Aversa - che prevede una difesa attenta e poi veloci ripartenze. L'ivoriano però non trova mai lo spunto giusto, fatica a carburare anche perché Luiz Felipe lo bracca, lo va a prendere sempre con ferocia e non gli lascia mai la possibilità di prendere campo e velocità. È innocuo, esce dopo 75 minuti senza lasciare tracce.

Pezzella 5

Fatica contro Marusic, è in difficoltà perché l'esterno della Lazio ha fisico e buona corsa, ma soprattutto legge meglio le situazioni di gioco. Si perde il montenegrino in occasione del raddoppio biancoceleste, si fa sfilare troppo facilmente da Marusic per il quale poi è un gioco da ragazzi trovare il diagonale giusto. Male anche poco dopo, ma stavolta il montenegrino lo grazia. Gli manca la capacità di tenere l'attenzione alta per tutti i momenti della partita. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.