Stangata Milan: Rebic squalificato per 5 partite in Europa

Il croato era stato espulso durante la gara di ritorno dei preliminari di Europa League fra l'Eintracht Francoforte e i francesi dello Strasburgo.

Rebic è stato squalificato per 5 turni in campo internazionale: i sconterà con il Milan

4 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una vera e propria stangata. Di quelle che servono anche come esempio. E a pagarne le conseguenze potrebbe essere il Milan. La Uefa ha deciso di squalificare Ante Rebic per 5 partite internazionali. Se i rossoneri dovessero riuscire a qualificarsi per le coppe europee (Champions League o Europa League che sia), dovrebbero rinunciare per 5 gare all'attaccante croato (nel caso in cui, come probabile, dovesse restare a Milano per più di una stagione).

Nel corso della gara di ritorno dei preliminari di Europa League fra l'Eintracht di Francoforte e i francesi dello Strasburgo, Rebic è entrato in scivolata sul portiere avversario Matz Sels che aveva però già il pallone in mano. Per l'arbitro si è trattato di un fallo violento, pericoloso per la salute del portiere dello Strasburgo. Per questo il direttore di gara ha deciso di estrarre immediatamente il cartellino rosso. Era il 44' del primo tempo e l'Eintracht, che aveva perso 1-0 la gara d'andata, era in vantaggio per 1-0 in quella di ritorno. I tedeschi sono poi riusciti a imporsi per 3-0 e a qualificarsi per la fase a gironi.

Sorpreso e frustrato per il rosso rimediato in un momento molto delicato dell'incontro, Rebic ha protestato in maniera veemente con l'arbitro, insultandolo platealmente prima di abbandonare il terreno di gioco in maniera definitiva. Per questo la Uefa ha calcato la mano nella squalifica. Il paradosso è che a pagarne le conseguenze non sarà l'Eintracht Francoforte bensì il Milan, nuovo club dell'attaccante croato.

Il fallo di Rebic, ora al Milan, che gli è costato 5 turni di squalifica
Il fallo di Rebic, ora al Milan, che gli è costato 5 turni di squalifica

Milan, Rebic squalificato per 5 partite internazionali

Appena quattro giorni dopo la partita con lo Strasburgo, infatti, Rebic è stato acquistato dal Milan. Il croato si è trasferito ai rossoneri con la formula del prestito biennale con diritto di riscatto. Se non ci dovessero essere nuovi accordi fra le due società Rebic resterà a Milano almeno ancora fino al termine della stagione 2020-21. Se il Milan dovesse riuscire a qualificarsi per le competizioni internazionali (Europa League o Champions League che sia), Rebic non sarebbe dunque a disposizione per ben 5 giornate.

Vota anche tu!

Rebic è l'attaccante giusto per il Milan?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Una vera e propria stangata, anche se il Milan potrebbe decidere di fare ricorso. Appare però difficile che la Uefa accetti di ridurre di più di un turno la squalifica al giocatore croato. D'altronde se si è deciso di calcare così tanto la mano è anche per mandare un segnale: le decisioni degli arbitri vanno accettate, a maggior ragione dopo falli del tutto evitabili.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.