Sarri: "Turnover? Serve continuità, cambierò chi è affaticato"

Il tecnico parla alla vigilia della sfida contro il Verona: "A Madrid abbiamo fatto degli errori che vanno eliminati. Dybala? Sarà importante".

Maurizio Sarri

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La buona prova nel debutto di Champions League contro l'Atletico Madrid ha ridato certezze alla Juventus nonostante l'amaro in bocca lasciato dal pareggio in rimonta subito in casa dei Colchoneros.

Per la squadra bianconera però è arrivato il momento di rituffarsi nel campionato con il prossimo impegno che riporta i campioni d'Italia all'Allianz Stadium nella sfida contro il Verona, partita che vedrà per la prima volta Maurizio Sarri sulla panchina juventina dopo l'assenza nel primo match contro il Napoli per malattia.

L'ex tecnico del Chelsea ha parlato nella conferenza stampa alla vigilia della partita delle 18:00 di sabato e nelle sue risposte ha spaziato fra la possibile formazione bianconera di domani e il livello di crescita che la rosa ha avuto in questi primi mesi in cui lui è arrivato a Torino come successore di Massimiliano Allegri.

Sarri durante Atletico-Juventus
Sarri parla alla vigilia di Juventus-Verona

Sarri alla vigilia di Juventus-Verona: "Turnover? Ci serve continuità"

Il primo argomento toccato da Sarri è stato quello relativo ad Atletico Madrid-Juventus, con i bianconeri che dopo un ottimo secondo tempo hanno pagato gli errori subendo il pareggio. L'allenatore ha spiegato che vuole limare queste imperfezioni parlando anche di una possibile rotazione nella formazione.

Abbiamo preparato video da far rivedere alla squadra, ci sono stati momenti in cui abbiamo avuto un atteggiamento superficiale e vanno sistemati. Rotazioni domani? Vedremo, dobbiamo preparare la partita con un solo allenamento quindi posso decidere solo oggi. Il turnover è un po' una fissa del calcio italiano, cambierò qualcuno se lo vedrò affaticato perché ci serve continuità. Se provassi a far giocare i giocatori contro le loro caratteristiche farei un errore, devo rispettare le loro qualità. Buffon o Dybala domani? Preferisco parlare prima coi giocatori.

Poi è arrivato il momento di parlare dei singoli giocatore: dopo aver spiegato che il livello di pressione in Italia lo porterà a ruotare più calciatori rispetto a quanto visto in Inghilterra, Sarri ha nominato Dybala e Bernardeschi.

Dybala è un giocatore importante, se non lo vedessi pronto non lo avrei messo in campo contro l'Atletico. Bernardeschi deve crescere perché ha grandi qualità, credo troverà continuità nel ruolo di centrocampista e non esterno offensivo. La mia mano sulla Juventus? Ogni squadra è diversa. Ramsey e Rabiot stanno crescendo, vedremo a chi dare spazio nei prossimi allenamenti.

In ultimo un rapido commento sulla questione ultras che ha portato all'arresto di 12 capotifosi della curva della Juventus in settimana. Su questo argomento Sarri ha preferito non commentare per rispetto della linea societaria.

La Juventus ha mantenuto grande silenzio su questa questione, non vedo perché io che sono un dipendente debba parlarne. La risposta di Bernardeschi in merito è comunque stata perfetta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.