Icardi-PSG, spunta la clausola: Maurito padrone del suo destino

Il centravanti argentino al lavoro per conquistare la fiducia di uno spogliatoio che non lo ha accolto nel migliore dei modi: se la situazione non dovesse cambiare un ritorno all'Inter non potrebbe essere escluso.

Mauro Icardi al PSG

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Poco meno di mezz'ora in Ligue 1, nell'esordio contro lo Strasburgo in cui è entrato al posto di Choupo-Moting, un'ora in Champions League quattro giorni più tardi nello splendido 3-0 che ha steso il Real Madrid: manca ancora il gol, ma l'inserimento di Mauro Icardi nel PSG procede per gradi e, adesso, apparentemente senza intoppi. Se al suo arrivo a Parigi infatti si era parlato di rapporti freddi con parte dello spogliatoio, pare che anche su questo punto siano già stati registrati notevoli miglioramenti, che lasciano intuire un futuro tranquillo.

Tranquillo e - possibilmente - vincente: con l'Inter bloccata in Champions League dallo Slavia Praga e il PSG capace di domare senza problemi il Real Madrid, nonostante l'assenza di pezzi da 90 come Cavani, Mbappé e Neymar, Icardi potrebbe essere stato spinto a rivalutare il club in cui si trova dallo scorso 2 settembre, quando fu in pratica costretto a lasciare Milano dopo essere stato escluso dal gruppo che aveva guidato a suon di gol nel corso degli ultimi sei anni.

Anni importanti, che lo hanno visto segnare la bellezza di 124 reti e consacrarsi come uno dei più forti centravanti in circolazione, al punto che molti si chiedevano se non fosse sprecato all'Inter. La fine è invece arrivata per volontà della stessa società, che non gli ha perdonato le uscite della moglie e agente Wanda Nara né l'ammutinamento della passata stagione: Icardi è finito in prestito al PSG, che potrà riscattarlo la prossima estate per 70 milioni di euro. Un destino che sembra già scritto, insomma, ma su cui Maurito avrà comunque l'ultima parola.

Mauro Icardi si allena al PSG con Neymar
Il rapporto con lo spogliatoio del PSG, in particolare con Neymar, Paredes e Di Maria, potrebbe decidere la permanenza a Parigi di Maurito.

Icardi, prove di disgelo con lo spogliatoio del PSG

A svelare una clausola presente nel contratto che lega Maurito al PSG è l'esperto di calciomercato Alfredo Pedullà, che sulle pagine del Corriere dello Sport sottolinea come, analogamente a quanto accadde a Salah con la Fiorentina - tornò al Chelsea e poi finì alla Roma - nel caso a fine stagione decida di non mettere le tende a Parigi Icardi tornerà a Milano, in quell'Inter che ormai lo considera il passato e in cui invece potrebbe tornare riaprendo nuovi e inesplorati scenari.

Dipenderà da numerosi fattori: le vittorie, ad esempio, che il centravanti non ha mai ottenuto in carriera e che potrebbero spingerlo a sposare il progetto di Al-Khelaifi. Oppure la centralità nello stesso, dato che sembra scontato che quella in corso sarà l'ultima stagione a Parigi di Cavani e Neymar. Grande peso avranno infine anche i rapporti di Icardi con Tuchel, che anche a pieno organico dovrà dimostrarsi capace di garantirgli il minutaggio dovuto senza stravolgere gli equilibri di squadra, e con lo spogliatoio dei campioni di Francia.

Che non avrebbe accolto l'ex - per il momento - attaccante dell'Inter nel migliore dei modi: colpa del rapporto con Wanda Nara, ex moglie di quel Maxi Lopez che un tempo era un amico stretto di Maurito e che continua a esserlo di Angel Di Maria e Leandro Paredes, gli altri argentini in forza al PSG, e di Lionel Messi, che non avrebbe speso parole al miele per Icardi con Neymar, partner prediletto con cui in estate ha cercato di ricongiungersi al Barcellona.

Il gelo iniziale potrebbe trasformarsi nel corso dei prossimi mesi, se non in un'amicizia, almeno in una convivenza tranquilla in nome del bene del club: se Icardi dovesse convincere dentro e fuori dal campo, con i gol e con un atteggiamento consono e professionale, l'aria di Parigi potrebbe diventare vivibile per lui, persino piacevole, scongiurando un ritorno che all'Inter continuano a non augurarsi. Viceversa è più che probabile che la prossima estate sarà, ancora una volta, l'estate di Maurito.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.