Berbatov si ritira: nel 2012 fu vicino a Fiorentina e Juventus

L'attaccante bulgaro si ritira: ultima volta in campo nella stagione 2017/2018 in India. Nel 2012 fu al centro di una lite tra Fiorentina e Juve: il suo aereo non atterrò mai in Italia.

L'attaccante bulgaro Dimitar Berbatov ha annunciato il suo ritiro

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

A 38 anni, Dimitar Berbatov si ritira. Dopo un anno e mezzo lontano dai campi di gioco, l'attaccante bulgaro ha annunciato il suo addio al calcio sui social, affidando a un lungo post su Instagram le ragioni dell'addio e ripercorrendo in pillole una carriera fatta di 274 reti con i club e 48 centri con la nazionale bulgara. Il centravanti classe 1981 aveva giocato l'ultima partita ufficiale in India con il Kerala Blasters nella stagione 2017/2018.

In carriera Berbatov ha vinto due Premier League con il Manchester United, una Community Shield, una Coppa del Mondo per club e una Coppa di Lega con i Red Devils (e una con il Tottenham).  Fatturato inferiore alle potenzialità di un attaccante in grado di vestire altre maglie importanti come quelle di Bayer Leverkusen (68 gol in 154 partite di Bundesliga) e Monaco. Il futuro, però, sarà sempre, nel calcio. Lo si intuisce dal post affidato a Instagram, in cui Berbatov spiega che si sta fermando "con la parentesi di carriera sul campo".

L'ormai ex attaccante, figlio di un'ex giocatrice di pallamano non ha nascosto il dispiacere per il momento dell'addio dopo 20 anni di carriera. Un percorso avviato nella sua città natale, nelle file del Pirin Blagoevgrad, e passata per il debutto con la prima squadra del CSKA Sofia il 3 marzo 1999, all'età di 18 anni.

Mi mancherà, c***o! Mi mancheranno gli allenamenti, gli obiettivi, i preparativi, la sicurezza, i miei compagni di squadra, il ruggito dei tifosi a ogni gol. Ho avuto alti e bassi, ho vinto trofei, segnato gol importanti. Grazie a tutti coloro che mi hanno sostenuto, le mie ex squadre, i miei compagni, i miei allenatori. So che a volte non è stato facile lavorare con me, ma ho sempre dato il massimo per le squadre per cui ho giocato. Spero che abbiate apprezzato il mio modo di essere in campo.

Dimitar Berbatov, 149 presenze e 56 reti con il Manchester United dal 2008 al 2012
Berbatov, 149 presenze e 56 reti con il Manchester United dal 2008 al 2012

Berbatov e l'addio al calcio: nel 2012 fu lite Fiorentina-Juventus per lui, galeotto fu uno scalo aereo

Dici Berbatov e in Serie A la mente torna all'estate 2012, quando l'attaccante bulgaro fu al centro di un vero e proprio intrigo di mercato tra Juventus e Fiorentina. Reduce dal quadriennio allo United, il numero 9 dei Red Devils aveva maturato la decisione di cambiare aria. Davanti a tutti, ecco la Fiorentina. Il club viola definisce in pochi giorni l'accordo con l'entourage dell'attaccante. Se però con il Manchester si arriva allo scambio dei documenti - prima rata con pagamento di 5 milioni e fideiussione a garanzia della seconda - con Berbatov l'intesa è verbale. Berbatov e il suo agente si imbarcano su un volo diretto a Firenze da Manchester, con scalo a Monaco di Baviera. In Italia, però, non arriverà mai.

View this post on Instagram

On this special day today, / if you don't know why, check the story 😁/ i decide to share this with you, which i was preparing to post a while ago, but didn't... I don't know why... I know some of you already thought that i retired, and now maybe you are like WTF Berbs we know that you don't play, but i did try to find something last year.. Didn't happened 😂🤦🏻‍♂ So, someone told me i need to say something, and seeing that people where asking me, especially back home, i need to give a farewell message! So, here it is! My last game was more then one year ago, so i think its the right time now to stop and its long overdue! Although when i think about it, its never The End, because i will stay in the game in one way or another, the time has come to say that after almost 20 years playing football i am stoping with my proffesional ACTIVE football career! I will miss it! I will fucking miss it! Everything! The games, trainings, the goals, preparations, the presure, my teammates... the roar of the fans when i scored another banger 😂😎 I was blessed and work hard to have the oportunity to play with one of the best ever and against some of the best ever! And coming from small country this makes it even more special for me! I had my highs and of course some lows in my career, won my fair share of trophies, score some goals along the way as well! I played the way i wanna play, and i scored the goals i wanted to score! Thank you to all the people who helped me develope, and became the player i always wanted to be! Thank you to all my former teams my teammates and my coaches and staff! It was a pleasure! I know at times i was not easy to work with, but i always gave my everything for the teams i played for! I hope you all have enjoyed my game, and everything i gave to entertain you on the pitch! 👊🏻 Damn it, i will miss all of this, peopleee, because i love football so much... But i am sure you will miss me as well 😁 Thank you! 🙏🏻 DB9

A post shared by Dimitar Berbatov (@berbo9) on

Mentre a Firenze lo attendono, la Juventus, che cerca un attaccante da associare a Vucinic, Quagliarella, Matri e Giovinco, chiude l'accordo con lo United e inizia a trattare con il giocatore. Che così declina l'offerta viola e dallo scalo di Monaco di Baviera cambia rotta: non più Peretola, ma Torino Caselle. Nemmeno lì, però, di Berbatov ci sarà traccia. Mentre Fiorentina e Juve discutono e si attaccano a suon di comunicati stampa, ecco il colpo di scena: intorno alle 22 è il Fulham a ufficializzarne l’acquisto. Che restò in Premier League, accomunando nelle offese verso la sua persona due tifoserie mai propriamente "amiche". Fotografia di un campione imprevedibile, tanto in campo quanto fuori.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.