Klopp scherza sul rigore al Napoli: "Non c'era, ho buoni occhiali"

Il manager del Liverpool non nasconde il suo disappunto per la concessione della massima posizione che ha cambiato la partita: "Callejon è saltato prima del contatto".

Klopp contesta il rigore

2 condivisioni 1 commento

di -

Share

In fondo Jurgen Klopp almeno su una cosa ha sicuramente ragione: non sarà forse il miglior perdente, ma è uno che sa accettare la sconfitta. Le discussioni sul rigore che l'arbitro tedesco Brych ha concesso al Napoli a 8 minuti dalla fine del match inaugurale del girone E della Champions League 2019-20 potrebbero andare avanti in eterno, ma lui, detta la sua, non la fa poi tanto lunga.

Del resto il manager del Liverpool è uomo navigato, uno che il calcio lo conosce molto bene e sa che episodi come quello di ieri sera vanno evitati dai suoi uomini, a prescindere che si giochi in Champions League o in Community Shield. Sicuramente oggi ne parlerà vis a vis con Andrew Robertson, l'esterno sinistro scozzese che ieri sera al San Paolo ha messo in scena una prestazione da dottor Jekill e mister Hyde.

Perfetto in fase di spinta - averne di esterni così - discreto in copertura, il terzino dei Reds è letteralmente crollato nel finale quando, forse obnubilato dai chilometri percorsi, ha orientato il match mettendo lo zampino in entrambe le reti del Napoli. Prima allungando incauto lo scarpino su Callejon in area, per il rigore poi trasformato da Mertens, e infine sonnecchiando in pieno recupero sul retropassaggio di van Dijk, sul quale è piombato come un falco Llorente che ha beffato l'incolpevole Adrian "Wall" per il 2-0.

Robertson e Callejon
Robertson ha orientato il match col fallo in area su Callejon

Champions League: Klopp contesta il rigore al Napoli

Chiaro che Klopp mastichi amaro, ma in sala stampa parte da signore facendo i complimenti al Napoli, bravo a contenere i suoi e a impostare le ripartenze, ma anche alla sua squadra che ha giocato come sa, lottando su ogni palla. Poi, certo, quando arriva l'inevitabile domanda sul rigore, pur con pacatezza, la sua la dice:

Ovviamente possono esserci opinioni diverse sul rigore. Io penso che non ci fosse perché non si può fischiare se il giocatore salta già prima del contatto. Ma non possiamo cambiare una decisione presa. Il Var? L'episodio contro il Newcastle non è stato decisivo, quello di oggi sì e potrei dire molte cose, ma sono uno che sa perdere, forse non il miglior perdente, ma neanche il peggiore.

Klopp Liverpool
Klopp non condivide la decisione dell'arbitro

Un sorriso, uno dei suoi, e poi, rivolto ai media che lo incalzano, il manager dei Reds chiarisce che il Var è sempre e comunque costituito da una componente umana che, in quanto, umana, è passibile di errore. Prima di alzarsi e salutare, prova il colpo a effetto chiedendo se qualcuno fra i presenti, dopo aver visto il replay, ritiene che l'intervento di Robertson andasse punito col rigore. Di fronte alle sole due mani alzate, Jurgen chiude con una battuta:

Solo due persone nella stanza pensano che sia rigore ed entrambi indossano gli occhiali. Ma i miei sono migliori!

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.