Parma, Karamoh non si presenta all'allenamento: "Pronti provvedimenti"

L'attaccante francese non si è presentato alla ripresa degli allenamenti. La nota societaria: "Sanzioneremo il giocatore, ci riserviamo ogni diritto a nostra tutela".

Parma e Yann Karamoh ai ferri corti: l'attaccante non si presenta all'allenamento

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Appena 19 minuti giocati tra Serie A e Coppa Italia, la sensazione di non essere integrato negli schemi di D'Aversa e ora un campanello d'allarme che rischia di compromettere un'avventura iniziata da meno di due mesi. Yann Karamoh e il Parma sono ai ferri corti: a spiegarlo è una nota ufficiale del club emiliano, in cui si punta il dito nei confronti del comportamento dell'attaccante ivoriano naturalizzato francese classe 1998 tornato in Serie A dopo un anno in Ligue 1 con il Bordeaux.

L'attaccante non si è infatti presentato all'allenamento del martedì, quello coincidente con la ripresa dei lavori dopo il ko interno dello scorso turno per 1-3 contro il Cagliari al Tardini, partita in cui Karamoh era rimasto a guardare in panchina. A spiegare l'assenza del giocatore è una nota ufficiale emessa dal club.

Nel comunicato del Parma si leggono tra le righe delle frizioni che sembrerebbero andare oltre il singolo episodio. La società denuncia l'accaduto e spiega anche che prenderà tutti i provvedimenti necessari per potersi tutelare:

Yann Karamoh, dopo i ripetuti e reiterati ritardi agli allenamenti nelle scorse settimane, nella giornata odierna non si è presentato all’allenamento. La società, che ha sempre messo il rispetto delle dinamiche di gruppo davanti ad ogni interesse individuale, provvederà a sanzionare il giocatore per la violazione delle norme disciplinari, riservandosi ogni diritto a sua tutela.

Serie A, un'azione di Parma-Cagliari 1-3: Karamoh è rimasto in panchina
Serie A, un'azione in Parma-Cagliari 1-3: Karamoh è rimasto in panchina

Serie A e Karamoh, il feeling non scatta: ora rischia l'addio con il Parma

Parma sembrava poter rappresentare nei piani di Karamoh la piazza ideale per rilanciarsi in Serie A, dove l'aveva portato l'Inter nella stagione 2017/2018, conclusa dall'allora 19enne con 16 presenze, pochi lampi e una sola rete. La società nerazzurra aveva così scelto di concedergli un'altra stagione in Ligue 1 con il prestito al Bordeaux per agevolarne la maturazione: con la maglia dei girondini l'esperienza di Yann aveva fruttato 32 presenze, tre reti e la sensazione di essere rinato. Traccia che non è stata confermata in questo avvio di stagione: in questo inizio di stagione mister Roberto D'Aversa gli ha riservato 14 minuti in Coppa Italia contro il Venezia, appena cinque minuti da subentrante alla prima giornata di Serie A contro la Juventus e tanta panchina. Segnali evidentemente sgraditi dal 21enne, che ha scelto la via più radicale per manifestare il suo dissenso. Risultato: tra lui e il Parma, ora, c'è uno strappo da ricucire.

View this post on Instagram

Work 💥💥

A post shared by Yann karamoh (@ykaramoh) on

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.