Piatek gol e polemica: al Milan non regala solo i 3 punti

Il polacco non segnava in trasferta da inizio aprile, in campionato dal 19 maggio: dopo il gol al Verona si è messo l'indice sulla bocca per zittire le critiche.

Piatek è stato polemico dopo il gol che ha permesso al Milan di vincere a Verona

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Quel campo per il Milan è storicamente maledetto. La fatal Verona che nel 1973 costò lo Scudetto ai rossoneri ieri non è costata punti, ma ha comunque portato in dote tensioni e polemiche. Kris Piatek ha segnato, ha interrotto il digiuno del gol che lo aveva improvvisamente colpito. Si è preso l'incarico di calciare il rigore e di regalare i 3 punti a tecnico e compagni. Anche se la squadra ha sofferto più del dovuto contro il Verona rimasto in 10 già in avvio di partita.

La squadra di Giampaolo non ha convinto e non ha lasciato buone sensazioni, esattamente come successo al termine delle prime due giornate di campionato (la prima persa con l'Udinese, la seconda vinta a San Siro con il Brescia). L'unica notizia veramente positiva è il gol di Piatek, che con il Milan non segnava da 4 mesi (ultimo acuto il 19 maggio contro il Frosinone, in trasferta addirittura dal 6 aprile) e che nell'ultimo turno di Serie A si era dovuto accomodare in panchina per far spazio ad André Silva, fra l'altro in uscita dal club rossonero.

L'esultanza di Piatek ha tradito un po' di nervosismo dell'attaccante polacco: dopo la classica pistolettata, l'ex Genoa si è infatti portato l'indice sulla bocca e, guardando la telecamera, ha fatto segno a chi lo critica di fare silenzio. Kris ha fatto capire di volere maggior profondità e che il Milan giochi più palloni in verticale, opzioni che esaltano le sue caratteristiche. Qualcosa da ridire quindi il polacco ce l'ha anche contro il modo di giocare dei rossoneri. Eppure a fine partita Giampaolo ha sottolineato che Piatek è diligente e si sta applicando a nuove interpretazioni.

Piatek è un giocatore completo e come tale deve muoversi, perché è capace di farlo.

Piatek esulta dopo il gol vittoria del Milan
Piatek esulta dopo il gol vittoria del Milan

Milan, la partita di Piatek  

A dire la verità per il momento le statistiche sembrano dire altro. Piatek nel Milan sta faticando. Dovrà pure diventare un attaccante in grado di incidere anche fuori dall’area di rigore, ma non è questo ciò in cui brilla. A Verona Piatek non è andato bene, rigore a parte: un tiro dopo quattro minuti che è finito alto sopra la traversa. Molti appoggi sbagliati nel primo tempo, un cartellino giallo rimediato per un fallo su Faraoni. Anche questo tradiva nervosismo.

Vota anche tu!

Piatek è l'attaccante giusto per il Milan?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Spesso corre a vuoto, raramente gli arrivano i palloni. Per il momento ha bisogno di assimilare nozioni e sistemi, di assecondare insieme istinto e ragione, di stare attento a non snaturarsi. A fine partita l'attaccante del Milan ha preferito non parlare. Meglio farlo con i gol. Quelli che servono per zittire le critiche.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.