Inter, Sensi: "Ora ho la testa solo sul calcio, prima non era così"

Le parole del centrocampista nerazzurro alla vigilia dell'esordio in Champions League contro lo Slavia Praga.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Un inizio da impazzire. Stefano Sensi si è preso l'Inter con tre prestazioni da urlo. Ma non è finita qui, ha ancora tantissimo da dare e dimostrare in questa sua nuova avventura. Alla vigilia del match di Champions League contro lo Slavia Praga, proprio Sensi si è raccontato a Sky Sport:

Sono contento per questo inizio. Non sento responsabilità, devo soltanto ringraziare i compagni perché mi fanno sentire a mio agio. Come ho sempre detto, il merito è di tutti perché siamo un'ottima squadra. Non penso che ci sia nessuno davanti a tutti. Siamo tutti allo stesso livello e lavoriamo per dare tutti il massimo

Sul suo percorso da calciatore: 

Ho lavorato sodo, sto recuperando forse i primi anni di Serie A che mi sono lasciato indietro per qualche sciocchezza, qualche errore mio. Sicuramente mi sono serviti anche gli errori degli anni passati. Non ero il professionista che sono ora. Oggi ho la testa solo sul calcio. Riposo, mangio bene. Cerco di dare sempre il meglio di me in campo. Ascolto, prendo consigli. Penso siano cose fondamentali. Il mio ruolo? Penso che in più ruoli giochi, meglio è. Più cose impari, più cose sai fare

Su Conte:

Credo sia uno dei migliori al mondo. Se non hai queste qualità, comunque te le porta lui. Averlo in panchina alza di per sé l'attenzione. Ti dà quell'attenzione giusta che serve per dare il massimo in campo

Sul gol messo a segno contro l'Udinese:

È stato sicuramente dovuto dalla velocità dell'azione. Fosse stata una palla più alta, da fermo, avrei fatto più fatica. Ho letto l'inserimento ed è andata bene. Messaggi alle altre? Non pensiamo a mandare messaggi a nessuno. Lavoriamo per noi stessi. Partita dopo partita cerchiamo di fare il meglio e di portare a casa più punti possibili. Il derby di sabato prossimo lo teniamo lontano. Abbiamo lo Slavia Praga, sarà una partita tosta perché in competizione europee nessuna partita è facile. Dovremo prepararla al meglio. Il nostro girone è quello più tosto ma la Champions è così. Vai ad affrontare le squadre più forti d'Europa. Dobbiamo lavorare, farci trovare pronti e dare del filo da torcere a tutti

Sugli obiettivi stagionali:

Sarò felice se andrà come noi cercheremo di farla andare. Dobbiamo cercare di non porci limiti, tenere la concentrazione sempre al massimo. Abbiamo il dovere di provarci e sicuramente lo faremo fino in fondo

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.