Champions League alle porte: tutto quello che c'è da sapere

Al via la massima competizione europea: dalla fase a gironi fino alla finale di Istanbul tutte le informazioni sull'edizione numero 65.

UEFA Champions League

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La 65^ edizione della Champions League sta per cominciare. Dopo i playoff che hanno eletto le ultime qualificate, le 32 squadre che si apprestano a disputare la fase a gironi scenderanno in campo nella prossima settimana. Si riparte a distanza di oltre 3 mesi dalla finale del Wanda Metropolitano di Madrid, nella quale il Liverpool si è laureato campione d'Europa nella sfida tutta inglese contro il Tottenham.

In 26 erano già sicure della propria partecipazione alla fase finale, le altre 6 sono emerse dalle sfide preliminari delle scorse settimane. Al gruppo già confermato si sono aggiunte Dinamo Zagabria, Slavia Praga, Stella Rossa, Ajax, Club Brugge e Olympiakos. Il sorteggio del 29 agosto le ha inserite negli 8 gruppi della fase a gironi, che partirà tra pochi giorni.

Le novità per quel che riguarda il cammino in Champions League finiscono proprio con i playoff. Tutto uguale dalle sfide dei raggruppamenti fino alla finale di Istanbul, che chiuderà la manifestazione a fine maggio. L'avventura europea delle 32 squadre in gara parte dopo il weekend imminente.

Champions League 2019/2020, si riparte dopo il trionfo del Liverpool: tutte le info
Champions League 2019/2020, si riparte dopo il trionfo del Liverpool: tutte le info

Champions League 2019/2020, tutte le informazioni

Tutto comincia dai gironi, da cui potrebbero emergere già le prime sorprese. Alcune tra le squadre maggiormente accreditate per la vittoria finale si incontreranno già nei raggruppamenti, con il rischio di incappare in una clamorosa e precoce eliminazione. Come al solito, le insidie della Champions League sono dietro l'angolo.

Gruppo A

  • PSG
  • Real Madrid
  • Club Brugge
  • Galatasaray

Gruppo B

  • Bayern Monaco
  • Tottenham
  • Olympiakos
  • Stella Rossa

Gruppo C

  • Manchester City
  • Shakhtar Donetsk
  • Dinamo Zagabria
  • Atalanta

Gruppo D

  • Juventus
  • Atletico Madrid
  • Bayer Leverkusen
  • Lokomotiv Mosca

Gruppo E

  • Liverpool
  • Napoli
  • Salisburgo
  • Genk

Gruppo F

  • Barcellona
  • Borussia Dortmund
  • Inter
  • Slavia Praga

Gruppo G

  • Zenit San Pietroburgo
  • Benfica
  • Lione
  • Lipsia

Gruppo H

  • Chelsea
  • Ajax
  • Valencia
  • Lille

La formula

Le prime due di ogni girone si qualificheranno agli ottavi di finale, dove si scontreranno le prime di ogni gruppo con le seconde. Come nella fase precedente, non potranno affrontarsi squadre della stessa federazione. Il sorteggio dei gironi, inoltre, ha già visto anche l'impossibilità di inserire nello stesso raggruppamento le squadre di Russia e Ucraina. Dai quarti in poi, invece, tutto sarà possibile: vige la regola dei gol in trasferta, si giocherà in match di andata e ritorno fino alle semifinali. Finale, ovviamente, in gara secca ad Istanbul.

Ucraina Russia
Le squadre di Russia e Ucraina non possono incontrarsi nella fase a gironi e negli ottavi

Le date

Le tappe della Champions League prevedono 6 giornate durante la fase a gironi, per poi dilazionare la fase ad eliminazione diretta su più settimane. Il prospetto dell'edizione ai nastri di partenza è così schematizzato:

  • 17-18 settembre 2019: fase a gironi, 1^ giornata
  • 1-2 ottobre 2019: fase a gironi, 2^ giornata
  • 22-23 ottobre 2019: fase a gironi, 3^ giornata
  • 5-6 novembre 2019: fase a gironi, 4^ giornata
  • 26-27 novembre 2019: fase a gironi, 5^ giornata
  • 10-11 dicembre 2019: fase a gironi, 6^ giornata

Il 16 dicembre è previsto il sorteggio degli ottavi di finale, 2 mesi prima del ritorno in campo per la fase ad eliminazione diretta:

  • 18-19 febbraio 2020: ottavi di finale, andata delle prime 4 sfide
  • 25-26 febbraio 2020: ottavi di finale, andata delle seconde 4 sfide
  • 10-11 marzo 2020: ottavi di finale, ritorno delle seconde 4 sfide
  • 17-18 marzo 2020: ottavi di finale, ritorno delle prime 4 sfide

Il 20 marzo, invece, si procederà al sorteggio del tabellone finale, che indicherà il cammino delle 8 squadre rimanenti fino alla finale. Si torna in campo il mese successivo:

  • 7-8 aprile 2020: quarti di finale, andata
  • 14-15 aprile 2020: quarti di finale, ritorno
  • 28-29 aprile 2020: semifinali, andata
  • 5-6 maggio 2020: semifinali, ritorno
  • 30 maggio 2020: finale
UEFA Champions League
L'ultimo sorteggio della Champions League è previsto prima dei quarti di finale

Le italiane

Juventus, Napoli, Inter e Atalanta saranno in campo per l'avventura in Champions League. I bianconeri sono stati inseriti nel Gruppo D con Atletico Madrid, Bayer Leverkusen e Lokomotiv Mosca. Esordio in Spagna, poi le due in casa contro tedeschi e russi: chiusura alla BayArena. L'obiettivo della squadra di Sarri, ovviamente, è la vittoria del trofeo, da raggiungere vincendo anche il proprio raggruppamento.

Il Napoli deve fare i conti con i campioni in carica del Liverpool, nel Gruppo E con Salisburgo e Genk. Proprio gli inglesi saranno di scena al San Paolo tra una settimana, poi gli uomini di Ancelotti andranno in Belgio e Austria. Ultimo match del girone in casa contro il Genk, quando la qualificazione potrebbe già essere blindata.

Il girone più difficile è capitato all'Inter. Nerazzurri inseriti nello stesso gruppo di Barcellona e Borussia Dortmund, con lo Slavia Praga a completare il quartetto. L'esordio è soft contro i cechi, poi sarà il momento della doppia trasferta prima in Catalogna, poi in Germania. L'ultima sarà in casa, proprio contro Messi e compagni, nel match che probabilmente dirà l'ultima parola sul futuro della squadra di Conte in Europa.

Conte
Inter-Barcellona all'ultima giornata, Conte si gioca tutto al fotofinish

Esordio assoluto, invece, per l'Atalanta di Gasperini, che ha tutte le carte in regola per giocarsi il passaggio del turno. Manchester City a parte, nel suo raggruppamento ci sono Shakhtar Donetsk e Dinamo Zagabria. L'inizio sarà proprio in Croazia, per poi chiudere in Ucraina. Nel mezzo, 3 match da giocare "in esilio" a San Siro.

I campioni in carica

Il Liverpool rimette in palio la Champions League vinta a giugno contro il Tottenham. La finale di Madrid ha certificato il 6° successo dei Reds in Europa, a 14 anni di distanza dall'ultimo titolo. È stato il primo trionfo europeo di Klopp dopo le tre finali perse tra Champions ed Europa League, ma anche il riscatto di Salah dopo la finale del 2018. Dopo aver fallito l'assalto alla Premier League, nel Merseyside è arrivata la vittoria continentale nella finale tutta inglese contro gli Spurs.

Spodestato il Real Madrid tricampione in carica, adesso tocca al Liverpool progettare la riconferma sul trono europeo. Nonostante sia tra le favorite anche quest'anno, dopo il successo nella scorsa edizione le energie potrebbero concentrarsi maggiormente in Inghilterra: la Premier League non è mai stata ad Anfield e l'ultimo trionfo risale al 1990, quando il campionato inglese si chiamava ancora First Division. Con una rosa che può contare su Salah, Mané e Firmino e sul principale candidato al Pallone d'Oro, Virgil van Dijk, anche l'idea di un "treble" non è da scartare.

Liverpool FC
Il Liverpool festeggia il trionfo in Champions League

Le gerarchie

Manchester City, Barcellona, Juventus, Liverpool e Real Madrid. È questo, nell'ordine, il quintetto delle favorite in base alle previsioni dei bookmakers. La Champions League potrebbe decidersi in questa top 5, che nella migliore delle ipotesi vedrà esclusa una concorrente già nei quarti di finale.

A queste superpotenze potrebbero aggiungersi le squadre considerate outsider. A guidare il gruppo c'è il PSG, più vicina alle big che al resto, ma non per le agenzie di scommesse. Da tenere d'occhio anche Atletico Madrid, Bayern Monaco, Tottenham e Borussia Dortmund, senza dimenticare eventuali e clamorose sorprese come l'Ajax dello scorso anno.

Sarà la prima volta in Champions League, invece, per due squadre. Oltre all'Atalanta, mai qualificata alla massima competizione europea prima d'ora, fa il suo esordio nella fase a gironi anche il Salisburgo. La squadra della Red Bull, dopo le ottime campagne in Europa League e una qualificazione ai gironi sempre sfumata nei turni preliminari, ha finalmente centrato l'accesso alla fase finale. La nota multinazionale dell'energy drink, dunque, avrà due formazioni tra le 32 in gara: sia gli austriaci, sia il Lipsia.

City
Il Manchester City parte con i favori del pronostico

La finale

La Champions League si assegnerà il 30 maggio 2020 allo stadio Ataturk di Istanbul. L'impianto turco ospiterà per la seconda volta un atto conclusivo della manifestazione, dopo l'epica finale del 2005 tra Milan e Liverpool. In quell'occasione, i Reds ebbero la meglio. Quest'anno, invece, cominciano da campioni in carica l'avventura che porta sul Bosforo.

Lo stadio, inaugurato nel 2001, può ospitare oltre 75mila spettatori intorno ad un terreno di gioco lungo 105 metri e largo 68. È situato nel distretto cittadino di Ikitelli, nella zona ad ovest dello stretto.

Dove vedere le partite

Anche per questa stagione, le partite della Champions League saranno visibili su Sky. In streaming, invece, sarà possibile affidarsi a SkyGo e Now TV. La rinegoziazione per la trasmissione delle partite in chiaro, però, ha tagliato fuori la Rai: sarà Mediaset a disporre di 16 partite, compresa la Supercoppa Europea già disputata tra Liverpool e Chelsea. Per quanto riguarda la fase a gironi, sono 6 le sfide che verranno trasmesse in chiaro:

  • martedì 17 settembre 2019, ore 21: Napoli-Liverpool
  • martedì 1 ottobre 2019, ore 21: Juventus-Bayer Leverkusen
  • martedì 22 ottobre 2019, ore 21: Manchester City-Atalanta
  • martedì 5 novembre 2019, ore 21: Borussia Dortmund-Inter
  • martedì 26 novembre 2019, ore 21: Juventus-Atletico Madrid
  • martedì 10 dicembre 2019, ore 21: Inter-Barcellona

Statistiche, numeri e record

Real Madrid 13, Milan 7, Liverpool 6. È questo il podio delle squadre più vincenti, a cui potrebbe aggiungersi Barcellona o Bayern Monaco in caso di vittoria. I blaugrana e i bavaresi distano un solo titolo dai Reds e mancano dal tetto d'Europa rispettivamente dal 2015 e dal 2013. Sono 10, invece, i club che hanno vinto la Champions League soltanto una volta: l'ultima "first time" è del Chelsea, nel 2012, 15 anni dopo l'unico successo del Borussia Dortmund.

La Spagna, ovviamente, guida la graduatoria delle nazioni con più titoli. Ben 18 volte, la coppa è finita in terra iberica. In 13 occasioni in Inghilterra, che con la vittoria del Liverpool a giugno ha staccato l'Italia, ferma a 12 da quasi un decennio. Madrid è anche la città con più trofei, 13 contro i 10 di Milano, che però ha un curioso primato: è l'unica città che ha visto vincere la Champions League a più di una sua squadra.

Tra i primati individuali, i riflettori sono puntati su Messi e Cristiano Ronaldo. Il portoghese guida la classifica marcatori all-time con 127 gol, contro i 112 dell'argentino. Più staccato Raul a quota 71, raggiungibile dal solo Benzema se il francese dovesse segnare almeno 11 gol.

In termini di presenze, invece, CR7 punta ad accorciare il distacco dal primo posto. Attualmente, Ronaldo è a quota 166 presenze e se la Juventus dovesse arrivare in finale con il suo punto di riferimento sempre presente, i gettoni in Champions League diventerebbero 179. Iker Casillas rimarrebbe il primatista assoluto con 181 caps, ma il calciatore bianconero getterebbe le basi per il sorpasso nella prossima stagione. Più di ogni altra cosa, però, punta a conquistare il sesto titolo della sua carriera con la terza squadra diversa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.