Catania nel caos: Lo Monaco denuncia Biagianti e altri due giocatori

Il provvedimento dell'ad degli etnei riguarda, insieme al centrocampista, anche Rosario Bucolo e Giovanni Marchese, ai quali vengono addebitati gravi motivi disciplinari.

Lo Monaco Catania

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Sul campo il Catania sta andando a gonfie vele. La classifica del girone C della Serie C, infatti, lo vede al secondo posto dopo 4 giornate: 9 punti, frutto di 3 vittorie e una sconfitta - sul campo del Potenza - a una sola lunghezza dalla capolista Catanzaro e nel carnet, fra l'altro, il sontuoso esordio con la vittoria tennistica (3-6) al Partenio sull'Avellino.

Ma dietro le quinte qualcosa non va nella rosa a disposizione del tecnico Andrea Camplone. Fra i tifosi, infatti, aveva destato più di un interrogativo l'esclusione di tre colonne portanti dai convocati per la gara casalinga di ieri pomeriggio in programma contro la Viterbese. Si tratta di Rosario Bucolo e Giovanni Marchese, oltre che di Marco Biagianti, al momento infortunato.

Biagianti e Marchese fanno parte della più bella recente storia del club rossazzurro in Serie A. Il primo, che nel Catania ha giocato oltre 250 match, vanta bel 148 presenze con gli etnei nel nostro massimo campionato, mentre il secondo ha disputato un'ottantina di partite in A e, pur essendo un difensore centrale, ha realizzato reti pesanti: 2 gol alla Roma e 1 rispettivamente a Napoli e Inter.

Biagianti Catania
Biagianti con la maglia del Catania contro l'Inter del Triplete

Catania: Lo Monaco denuncia 3 giocatori

Allo stupore della tifoseria ha risposto in serata un comunicato ufficiale del club che sul proprio sito ha scritto:

L’amministratore delegato Pietro Lo Monaco puntualizza: “Le mancate convocazioni odierne dei calciatori Rosario Bucolo, Giovanni Marchese e Marco Biagianti, ancorché infortunato, sono dettate da gravi motivi disciplinari, prontamente evidenziati e sottoposti all’attenzione degli organi federali competenti”.

Motivi disciplinari che sono stati confermati in seguito anche dal tecnico Camplone al termine del match vinto 1-0 contro la Viterbese, ma al momento non si sa altro. Ai microfoni di Itasportpress.it è stato però proprio Lo Monaco a dare qualche indizio:

Sì, anche per il centrocampista etneo è scattata la sanzione disciplinare come per Marchese e Bucolo. Domani faremo un comunicato per chiarire la situazione. Alla società bisogna portare rispetto e non vale nulla se si è una bandiera del club. Per me l’unica bandiera è quella rossazzurra e non certamente chi ha giocato qui per anni.

Lo Monaco Catania
Lo Monaco fu al centro di una polemica con Mourinho nel 2008

Il battibecco con  Mourinho

Lo Monaco ha sempre avuto fama di persona spigolosa. Era assurto agli onori delle cronache nazionali nel 2008, quando aveva attaccato duramente José Mourinho, allora tecnico dell'Inter, definendolo uno da prendere a bastonate sui denti. Il portoghese non gliele aveva mandate a dire e la sua risposta era rimasta celebre:

Lo Monaco? Io conosco il monaco del Tibet, il Principato di Monaco, il Bayern Monaco, il Gran Prix di Monaco. Non ne conosco altri. Se questo Lo Monaco vuole essere conosciuto per parlare di me, mi deve pagare tanto. Io ho già degli sponsor che mi pagano per fare pubblicità. Non vengo pagato per fare pubblicità a Monaco.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.