Gabigol come Ronaldo e Adriano: Il Flamengo vince con un suo gioiello

Il centravanti regala ai rubronegros la vittoria nello scontro in vetta al Brasileirao, toccando quota 30 gol nel 2019. E in Brasile lo paragonano ai due fenomeni passati dall'Inter.

Gabigol come Ronaldo e Adriano altro gioiello

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il Brasileirao 2019 è entrato finalmente nel vivo e, tra gli anticipi del 19esimo turno, si è giocato un Flamengo - Santos di altri tempi. In campo si sono affrontate due squadre che vogliono tornare a vincere qualcosa, con i rubronegros impegnati parallelamente anche in Copa Libertadores e il Peixe, la squadra che più di tutti sa sfornare talenti, che il massimo trofeo internazionale non lo alza dal lontano 2011. Erano gli anni di Neymar, quelli in cui la prima squadra era farcita di giovani e per comprare uno dei "Meninos da Vila" bisognava staccare assegni di una certa importanza. Per questo quando uno di loro - poche ore fa - li ha giustiziati, al Santos si sono chiesti se forse lo scorso anno non si sarebbe potuto fare di più per trattenerlo a San Paolo. A decidere lo scontro in vetta è stato Gabriel Barbosa, uno degli attaccanti più impattanti di tutto il Sudamerica.

La sua rete, arrivata al minuto 44 di una partita molto equilibrata, ha permesso al Flamengo di Jorge Jesus di portare a cinque i punti di vantaggio sull'immediata inseguitrice. Un'ottima notizia, senza dubbio, soprattutto per una squadra che a breve si giocherà l'accesso alla finale di Libertadores. Ciò che però fa ancora più scalpore è la grande rinascita di Gabigol, un giocatore che - dopo il suo approdo all'Inter - sembrava essersi perso definitivamente. Invece l'aria di casa gli ha fatto bene: un anno fa il Flamengo ha deciso di investirci su una discreta somma prelevandolo in prestito e pagandogli uno degli stipendi più importanti dell'intero campionato locale, nonostante le casse del club chiedano perennemente pietà.

E, il centravanti paulista, ha deciso di rispondere sul campo, ringraziando la società rossonera per la fiducia concessagli: solo nell'anno solare 2019 sono ben 30 i gol segnati in partite ufficiali dalla punta originaria di Sao Bernardo, 16 dei quali sono arrivati nel Brasileirao. I restanti invece sono stati suddivisi equamente tra Torneo Carioca, Copa do Brasil e Copa Libertadores, dove la squadra è approdata alle semifinali e può giocarsi seriamente la sue possibilità per vincere un torneo che non alza da quasi 35 anni.

Gabigol Ronaldo Adriano Flamengo
Gabigol alla fine di Flamengo - Santos, testa a testa del Brasileirao deciso da una sua rete: il brasiliano ha toccato quota 30 gol nell'anno solare 2019

Gabigol come Ronaldo e Adriano: spettacolo in campo, 30esimo gol stagionale

Nel gol segnato al Santos c'è tutto il Gabigol attuale: tecnica, freddezza, lucidità nella scelta della giocata migliore in quel preciso momento. La rete, arrivata al termine di una ripartenza fulminea durante il momento di massima pressione avversaria, si candida sicuramente a essere una delle più belle segnate quest'anno nell'intero continente sudamericano. Impossibile, vedendola, non tornare indietro nel tempo per ricordare due gol che hanno scritto un po' di storia recente del Brasileirao: la prima, firmata da Ronaldo, venne segnata in un Corinthians - Santos del 2009, durante la finalissima del Paulistao di quell'anno. Il Fenomeno recuperò una palla sulla destra e, dopo aver saltato un paio di avversari, superò con un pallonetto Fabio Costa.

Nello stesso anno anche Adriano mise a segno una rete del genere, in campionato contro il Coritiba. L'Imperatore è stato uno degli ultimi centravanti in grado di far sognare il popolo del Flamengo, alla pari di Paulo Guerrero: quando il peruviano ha lasciato Rio de Janeiro per trasferirsi all'Internacional, al Fla è sembrato naturale provare a buttarsi sul classe 1996 in uscita dai nerazzurri. Che, nel confronto diretto in Libertadores, ha vinto e segnato la rete decisiva che ha permesso ai rubronegros di superare i quarti di finale.

L'anno non è ancora finito e le possibilità che Gabigol infranga qualche record sono decisamente concrete, basti pensare che il primatista assoluto se si parla di una singola stagione è Washington, che nel 2004 ne segnò 34 con la maglia dell'Atletico Paranaense. Considerati i ritmi e la media realizzativa, unita al fatto che il girone di ritorno è appena cominciato, la proiezione dei 30 gol (Dimba, in questa speciale classifica, è al secondo posto con 31) potrebbe essere un obiettivo realistico. Poi ci sarà da decidere del proprio futuro: secondo indiscrezioni, il Flamengo avrebbe già avanzato un'offerta da 18 milioni di euro all'Inter per riscattarlo a gennaio, magari inserendo nella trattativa il cartellino del giovane attaccante Lincoln.

I nerazzurri sono ben disposti a parlarne, ma indubbiamente - se le cose dovessero continuare così - prima o poi Gabriel Barbosa avrà un'altra occasione europea. I tempi in cui veniva visto come un extraterrestre in quel di Milano sembrano essere solo un brutto e lontano ricordo. Oggi il numero 9, capelli ossigenati e feeling mostruoso con la rete, è uno degli idoli della torcida flamenguista, alla quale ha promesso una vittoria prima di conoscere il proprio destino. E, mai come oggi, ai proclami potrebbero seguire i fatti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.