Juventus, conti in rosso: sarà decisivo il cammino in Champions

Previsto un passivo di circa 40 milioni di euro nel bilancio 2018/2019 che potrebbe ripetersi anche tra un anno: sarà fondamentale arrivare tra le prime quattro in Europa. Gli utili superano però quota 600 milioni.

Il presidente della Juventus Andrea Agnelli

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Stanca di accontentarsi di dominare il calcio italiano, determinata a compiere l'ultimo decisivo step che l'avrebbe proiettata tra le grandi d'Europa permettendole di sfidare ad armi pari realtà come Real Madrid e Barcellona, nell'estate del 2018 la Juventus ha completato l'acquisto di un campione assoluto come Cristiano Ronaldo nonostante lo scetticismo di molti che ritenevano un'operazione del genere assolutamente proibitiva a livello di costi.

Un azzardo necessario, una scommessa che sarebbe stata ripagata - oltre che dai risultati sul campo - dall'aumento di valore del marchio, dalla maggiore diffusione del brand e dalle entrate legate al merchandising. Un piano riuscito a metà: se è vero che l'arrivo in bianconero del campione portoghese ha portato all'aumento di tutte le voci in esame, pur centrando l'ottavo Scudetto consecutivo sul campo la Juventus ha fallito ancora una volta l'assalto all'Europa, inaspettatamente eliminata ai quarti di finale di Champions League dall'Ajax.

Proprio il fallimentare cammino europeo, chiuso dal colpo di testa del neo-bianconero Matthijs de Ligt, avrebbe avuto un effetto pesantissimo sui conti bianconeri, che come riporta Tuttosport nell'edizione in edicola oggi presenteranno tra una settimana un saldo negativo pari a circa 40 milioni di euro per la stagione 2018/2019. Una previsione più che attendibile, dato che i dati arrivano da Exor, la holding di proprietà della famiglia Agnelli che controlla la maggioranza del club. E tra un anno le cose potrebbero non essere così diverse.

Cristiano Ronaldo

Juventus, deteminante per i conti entrare tra le prime quattro d'Europa

Cristiano Ronaldo e non solo, ovviamente. Se è vero che l'arrivo del campione portoghese ha avuto un impatto inevitabilmente pesante sulle casse bianconere, è altrettanto vero che il cammino intrapreso dalla Juventus per entrare stabilmente tra le grandi d'Europa era cominciato già negli anni precedenti e non si è fermato neanche dopo l'arrivo del 5 volte Pallone d'Oro, basti pensare agli arrivi estivi di De Ligt, Rabiot e Ramsey, questi ultimi presi a parametro zero ma accompagnati da ingaggi decisamente importanti e segnale di una squadra che vuole continuare a crescre.

C'è di più: CR7 ha rappresentato una grande scommessa, il segnale di una Juventus decisa a darsi una dimensione da big europea, ma i conti avevano presentato un saldo negativo anche al termine della stagione 2016/2017, quando un passivo pari a 19,2 milioni di euro era stato accompagnato da una flessione nei ricavi. Per quanto riguarda quest'ultima voce l'arrivo di Cristiano Ronaldo è stato invece determinante in positivo, dato che a oggi il club bianconero è in previsione pronto a sfondare i 600 milioni di euro annui, cifra di tutto rispetto e che mantiene il club sulla scia delle grandi d'Europa.

Ecco perché la Champions League - insieme all'ormai imminente rinnovo con il main sponsor Jeep - sarà determinante: Tuttosport riporta anche parte della relazione stilata da Exor, che sottolinea come il raggiungimento delle semifinali nella più importante competizione per club garantirebbe ricavi che potrebbero essere determinanti per influenzare in modo positivo il bilancio 2019/2020. Se il cammino europeo che avrà inizio mercoledì in casa dell'Atletico Madrid dovesse regalare soddisfazioni, insomma, i conti potrebbero presentare addirittura un saldo decisamente positivo. La palla, adesso, passa a Cristiano Ronaldo e compagni.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.