Lo strano caso di Kevin Constant: "Mi hanno hackerato Instagram"

Il guineano, 32 anni e un passato in Italia con le maglie di Chievo, Genoa, Milan e Bologna, si offre a Palermo e Foggia in D snobbando altre piazze e poi ritratta tutto: i suoi profili social sarebbero stati manipolati.

Kevin Constant ai tempi del Milan

2 condivisioni 0 commenti

di -

Share

Torna a far parlare di se Kevin Constant, esterno guineano di 32 anni disponibile a parametro zero e in cerca di una squadra. Il giocatore, che in passato ha indossato le maglie di Chievo, Genoa, Milan e Bologna collezionando 105 presenze e 3 gol in Serie A, si sarebbe offerto nei giorni scorsi a Foggia e Palermo, nobili decadute che questa stagione disputeranno la Serie D rispettivamente nel girone H e nel girone I. 

Il problema non è stato tanto il proporsi, ad appena 32 anni e con una notevole esperienza alle spalle, a piazze che comunque indipendentemente dalla serie restano più che prestigiose, ma la modalità: sul proprio profilo Instagram Kevin Constant aveva infatti snobbato altre squadre apparentemente interessate al suo ingaggio, Brindisi e Taranto, affermando di volere soltanto Palermo o Foggia e ritenendole di uno spessore decisamente superiore.

Soltanto Palermo o Foggia, né Brindisi né Taranto. Voglio giocare per la storia e per i tifosi, potete scriverlo anche in un'intervista. Vorrei Foggia per il calore e per la passione, ma mi hanno detto che il presidente cerca una punta. Chiedete al mio agente, da Palermo mi contattano ogni giorno.

Kevin Constant ai tempi del Chievo
Kevin Constant è arrivato in Italia nel 2010, quando il Chievo Verona lo ha prelevato dallo Châteauroux.

Kevin Constant vittima di un hacker, le scuse su Instagram ai tifosi di Brindisi e Taranto

Parole che ovviamente non hanno fatto piacere ai tifosi delle squadre snobbate e che hanno spinto Constant a correggere il tiro a distanza di poche ore. Anzi, a smentire tutto: l'autore dei post incriminati non sarebbe stato lui, ma un hacker che si sarebbe impadronito del suo profilo Instagram per poi postare messaggi assolutamente inadeguati nei confronti di realtà calcistiche che meritano rispetto. Rientrato in possesso dell'account il calciatore, che resta sul mercato in attesa di una chiamata, ha voluto precisare di avere rispetto per tutte le tifoserie e per tutte le squadre.

Il post su Instagram di Kevin Constant
Il messaggio postato sulle story di Instagram da Kevin Constant

Kevin Constant si trova sul mercato degli svincolati dopo aver concluso la sua ultima avventura in Iran in modo a dir poco traumatico: sbarcato in Iran per giocare nel Tractor Sazi, accolto da una folla numerosa che gli ha riservato canti e cori e forte di un contratto biennale da ben 1,5 milioni di euro a stagione, il guineano ha dovuto concludere l'esperienza nel Paese asiatico appena cinque mesi più tardi dopo aver fallito alcuni test medici che gli hanno impedito persino di esordire con la casacca del club di Tabriz.

Una fine ingloriosa per un giocatore dotato di classe sufficiente da permettergli di ritagliarsi uno spazio importante anche in Serie A: arrivato nel 2010 per vestire la maglia del Chievo Verona, che lo aveva prelevato dai francesi dello Châteauroux, nel giro di appena due stagioni Constant aveva scalato le gerarchie del calcio italiano accasandosi prima al Genoa e poi al Milan, dove sotto la guida di Massimiliano Allegri e Clarence Seedorf sono arrivate 45 presenze in campionato e ben 57 complessive accompagnate da un terzo e un ottavo posto in classifica.

Ceduto al Trabzonspor, si è distinto più che in campo per alcuni problemi comportamentali: nel corso della prima stagione in Turchia è finito fuori rosa per uso improprio dei social, dopo essersi lamentato su Twitter della squadra, quindi nella seconda ha insultato pesantemente il personale di terra e di bordo di un aereo in cui aveva cercato di introdursi in business class pur essendo in possesso di un biglietto economy. Tornato in Italia per un'esperienza anonima al Bologna - appena 7 presenze da gennaio a giugno 2016 - si è poi accordato con gli svizzeri del Sion, ultima tappa conosciuta prima della fallimentare esperienza in Iran.

Cosa riserva adesso il futuro a Kevin Constant è difficile dirlo: a sentir lui Palermo e Foggia sarebbero comunque davvero interessate a ingaggiarlo, ma per il momento entrambi i club non hanno avanzato proposte ufficiali. Incostante e spesso distratto in fase difensiva, al suo meglio resta comunque un lusso per la Serie D: il problema è vedere se gli episodi per cui ha fatto parlare di se negli ultimi anni siano stati semplici passi falsi oppure l'inizio di un precoce declino. Come sempre sarà il campo a parlare, una fortuna in questi tempi di social e di hacker.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.