Real Madrid, Perez svela: "Volevamo prendere Pogba e Mbappé"

Il numero uno delle Merengues ammette: "Ci piacevano diversi giocatori che però i loro club non hanno voluto cedere". E su Lewandowski: "Cercato a lungo in passato".

Il presidente del Real Madrid Perez svela i retroscena dell'ultima sessione di calciomercato

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tentar non nuoce. Così si dice, ma non sempre è vero. Il Real Madrid ci ha provato, ha inseguito a lungo diversi giocatori durante l'ultima sessione di calciomercato, ma alla fine non è riuscito a prenderli. E la rosa non appare al completo. Manca qualcosa. In classifica la squadra di Zinedine Zidane ha già 4 punti in meno rispetto all'Atletico Madrid. In appena tre giornate. Qualcosa non va, probabilmente si doveva fare di più nell'ultima campagna acquisti.

Il calciomercato si è chiuso con alcuni colpi importanti (Hazard, Jovic, Mendy, Eder Militao e Rodrygo) messi a segno dal Real Madrid, ma probabilmente non abbastanza per colmare il gap che nella passata stagione si è evidenziato fra il club di Florentino Perez e le altre grandi della Liga. Colpa di quelle trattative avviate ma mai concluse. Quelle trattative mai decollate, come spiegato dal presidente al termine della riunione con i soci, soffermandosi su due dei nomi cercati recentemente dai blancos. I due francesi Paul Pogba e Kylian Mbappé.

Erano loro gli obiettivi principali del Real Madrid durante ll'ultima sessione di calciomercato, ma Perez non è riuscito a prenderli. Lo ha ammesso candidamente, con la serenità di chi sa di aver fatto il possibile.

Volevamo Pogba, era la nostra prima scelta. Ma il Manchester United non ha proprio voluto darlo via. Per quel che riguarda Mbappé si tratta di un giocatore fortissimo, lo apprezziamo molto. Anche qui però se il suo club di appartenenza decide di non cedere un giocatore noi non possiamo farci nulla.

Il presidente del Real Madrid con il colpo del calciomercato Rodrygo
Il presidente del Real Madrid con il colpo del calciomercato Rodrygo

Calciomercato, Perez racconta i retroscena delle ultime sessioni

Non solo il recente passato, Perez è andato indietro di anni. Per diverse stagioni Lewandowski sembrava a un passo dal trasferimento al Real Madrid: i mal di pancia erano frequentissimi, dovuti proprio al flirt con il club spagnolo che è durato parecchio.

Con Lewandowski ci abbiamo provato per anni, ma non è mai successo nulla. Non aveva una clausola e il Bayern non voleva venderlo. Non c'era possibilità.

Vota anche tu!

Il Real Madrid può tornare a vincere Liga e Champions League in questa stagione?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Nonostante le trattative saltate e nonostante l'inizio di stagione tutt'altro che esaltante, Perez è convinto che il Real Madrid costruito in estate sia pronto a tornare a vincere:

Nella scorsa stagione non abbiamo raggiunto gli obiettivi prefissati, per questo abbiamo riflettuto e fatto autocritica. Ci è mancata l'intensità che avevamo in passato. Nel calcio di oggi non si può abbassare il livello. Dobbiamo recuperare la fame di vittorie ma questa squadra ha comunque fatto la storia e questo le va riconosciuto. Ritroveremo il cammino che abbiamo perso.

Real Madrid, Perez ha un sogno: "Vedere Nadal e Federer al Bernabeu"

Infine Perez ha detto ai soci di avere un sogno: vedere Rafa Nadal e Roger Federer giocare insieme al Santiago Bernabeu. Vuole vederli sfidarsi a tennis in uno degli stadi più importanti del calcio. La storia di due sport che si fondono. Può essere esaltante, per lui, per Nadal e Federer e ovviamente per i tifosi. Tentar non nuoce, chissà che non riesca a far scrivere anche un pezzo di storia del tennis nel Bernabeu.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.