Juventus, altro "no" di Mandzukic: rifiutata un'offerta dal Qatar

Il croato ha rispedito al mittente la proposta dell'Al-Gharafa e, probabilmente, rimarrà a Torino almeno fino a gennaio.

Calciomercato Juventus Mandzukic no al Qatar

9 condivisioni 0 commenti

di -

Share

Da guerriero indomabile e perno insostituibile a ultima ruota del carro. La storia d'amore tra Mario Mandzukic e la Juventus è giunta definitivamente al termine quest'estate, dopo una stagione trascorsa tra poche luci e troppe ombre, culminato con il divorzio tra il suo mentore Massimiliano Allegri e la società bianconera. Il croato è stato inserito alla cima dei calciatori sacrificabili all'altare del mercato. I motivi sono presto detti: in primis, il suo stile di gioco non si addice al modulo pensato da Maurizio Sarri per la sua Vecchia Signora. Inoltre, il rientro alla base di Gonzalo Higuain ha fatto il resto.

L'argentino è un pallino del mister, che - vista l'impossibilità di arrivare a Mauro Icardi - ha deciso di mantenere in rosa il Pipita come soluzione offensiva da alternare ai titolari. E, cosa da non sottovalutare, vendere Mandzukic avrebbe significato per la Juventus una sensibile riduzione del monte ingaggi, cosa da non disdegnare soprattutto ai tempi in cui la UEFA è sempre molto vigile nel tenere sott'occhio i conti delle società. Tutto ciò ha portato a una rottura inevitabile tra le parti: se da una parte c'è il giocatore, fresco di un rinnovo a 6 milioni di euro l'anno, dall'altra c'è un club che - probabilmente pensando di andare avanti con Allegri - ha offerto con troppa leggerezza un'ulteriore possibilità a un elemento obiettivamente a fine carriera.

Che, dal canto suo, di offerte interessanti ne avrebbe anche ricevute, ma ha arbitrariamente deciso di rispedirle tutte al mittente. In particolare, nell'ultimo mese di calciomercato, Bayern Monaco e Borussia Dortmund si erano fatte sotto seriamente per averlo. Accettare quello che per lui sarebbe stato un ritorno in Bundesliga (dove aveva già militato nella compagine bavarese) avrebbe significato però ridursi sensibilmente l'ingaggio. A 33 anni difficilmente potrà trovare ancora in giro società disposte a offrirgli la montagna di soldi che prende a Torino, ma le occasioni per spuntare un ultimo grande contratto stanno via via scemando.

Calciomercato Juventus Mandzukic no al Qatar
Non ci sarà il Qatar nel futuro di Mario Mandzukic: il centravanti croato ha rifiutao un'offera dell'Al-Gharafa e rimarrà in bianconero almeno fino a gennaio

Mandzukic, ostruzione di mercato alla Juventus: no anche al Qatar

L'ultima opportunità in ordine cronologico è arrivata dal Qatar, più precisamente dall'Al-Gharafa, club che fino a poco tempo fa poteva annoverare in rosa un campione assoluto come l'olandese Wesley Snejider. L'offerta, secondo le indiscrezioni trapelate in queste ore, sarebbe stata abbastanza stuzzicante, tuttavia il croato ha preferito non prenderla in considerazione. Il mercato arabo è ancora uno dei pochi nei quali Mandzukic può trovare una collocazione in tempi brevi, visto che da quelle parti le sessioni estive termineranno solo a fine settembre.

Detto ciò, l'impressione è che il centravanti dia maggior peso all'ingaggio faraonico che percepisce in Italia piuttosto che a cercare una vera possibilità di rilancio. Posizione legittima, nonostante la società gli abbia già chiaramente fatto capire che, all'interno del contesto offensivo bianconero, il giocatore può considerarsi come l'ultima opzione. Così come Emre Can, il croato è stato escluso dalla lista per la Champions League, nella quale potrà rientrare eventualmente solo a gennaio. Quando, come si augura Fabio Paratici, non ci sarà più bisogno di fare certi ragionamenti.

La Cina potrebbe essere l'opzione migliore per monetizzare al massimo gli sgoccioli di carriera, ma per volare dall'altra parte del mondo Mandzukic dovrà aspettare l'anno nuovo. Nel frattempo, a meno di cataclismi, sarà molto difficile vederlo scendere in campo anche solo nelle partite meno importanti. Il club ha scelto la linea dura per mandare un messaggio forte e chiaro anche agli altri esuberi, per evitare che da qui in poi si ripetano ancora i tentennamenti ai quali la Juventus è dovuta sottostare durante l'ultima campagna acquisti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.