Bayern Monaco, Kovac nomina 6 giocatori "capi" dello spogliatoio

Il tecnico croato è stato criticato aspramente per il poco controllo che ha della squadra. Ora cerca una soluzione: servono maggiore dialogo e confronti diretti.

Kovac ha nominato sei giocatori rappresentanti dello spogliatoio del Bayern Monaco

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Uno spogliatoio forte per una squadra forte. Il Bayern Monaco reagisce così alle difficoltà degli ultimi anni. Sempre più spesso, infatti, sono emerse problematiche interne al club bavarese, indipendentemente dai risultati. C'era chi si lamentava di Pep Guardiola, chi non riusciva proprio a creare un rapporto con Ancelotti e, nella passata stagione, chi metteva in dubbio le abilità di Niko Kovac.

Il tecnico croato è stato affrontato da James Rodriguez (ora al Real Madrid), convinto che Kovac non fosse pronto a gestire uno spogliatoio con tanti campioni. Il mister è però stato messo in discussione anche da altri, senatori e giocatori un po' più giovani. Franck Ribery e Rafinha, per esempio, avrebbero pensato e sperato di giocare di più. Esattamente come Renato Sanches. Guarda caso tutti giocatori che ora non fanno più parte del Bayern Monaco. Anche in questa stagione però le cose non sono cominciate benissimo in tal senso.

Dopo il pareggio all'esordio in Bundesliga contro l'Hertha Berlino, Kimmich si è lamentato pubblicamente per i cambi tardivi (tutti arrivati dopo l'80'). Per questo Kovac, che l'anno scorso è spesso stato a rischio esonero (pur vincendo Supercoppa, Bundesliga e Coppa Nazionale), ha deciso di correre ai ripari e chiedere a sei giocatori di fare da filtro fra lui, la società e lo spogliatoio.

Niko Kovac vuole prendere in mano lo spogliatoio del Bayern Monaco
Niko Kovac vuole prendere in mano lo spogliatoio del Bayern Monaco

Bayern Monaco, Kovac promuove sei giocatori a senatori

Kovac ha deciso di assegnare a sei giocatori della rosa un compito molto importante. Devono infatti fare da raccordo fra lui e la squadra. Devono mediare, trovare un punto di intesa. Stando all'interno dello spogliatoio i giocatori, secondo il tecnico, si accorgono immediatamente del malcontento di un loro compagno e possono aiutare il diretto interessato e la società ad affrontare il problema prima che diventi troppo grande. Kovac ha pensato a tutto, scegliendo i sei giocatori in base alle caratteristiche di tutto il gruppo. A spiegare la sua scelta è stato lui stesso in un'intervista alla Bild:

Oltre ai tre capitani, Neuer, Muller e Lewandowski, ci sono Thiago, Kimmich e Alaba a rappresentare lo spogliatoio. Thiago è un leader sul campo e fuori, Alaba è qui da tanto tempo ed è maturo per la posizione, Kimmich invece rappresenta i più giovani.

Vota anche tu!

Il Bayern Monaco competerà per la Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

A ognuno la sua fetta di spogliatoio insomma. Thiago, per esempio, dovrà occuparsi delle problematiche (eventuali) dei giocatori che parlano spagnolo come Javi Martinez e come Coutinho. Neuer, invece, sarà il referente di tutti i giocatori del Bayern Monaco. L'intenzione di Kovac però è quella di creare finalmente uno spogliatoio forte, grazie all'aiuto dei senatori. Solo così si può creare una squadra forte. Più che nel recente passato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.