Barcellona, parla Messi: "Aspettavo Neymar. Futuro? Voglio restare"

Durante un'intervista l'argentino ha toccato vari temi legati al club, tra i quali il mancato ritorno del brasiliano. E sul suo domani: "Questa è la mia casa, ma voglio ancora vincere".

Barcellona futuro Messi e Neymar

0 condivisioni 0 commenti

di -

Share

Uno sguardo tra passato, presente e futuro. Lionel Messi non è ancora sceso ufficialmente in campo in questa stagione ma già sta facendo parecchio parlare di sé stesso. Il campione argentino del Barcellona ha passato un'estate abbastanza difficile, cominciata con l'ennesima delusione in Copa America - dove con la sua Argentina non è riuscito a vincere un titolo che manca dal 1993 - e proseguita a respingere alcune voci che lo avrebbero voluto lontano dal Barcellona.

Eppure la Pulga ha sempre tenuto la barra dritta. Messi è uno che parla poco ma, quando decide di esporsi, non è mai banale. Lo testimonia anche la sua ultima intervista pubblicata in ordine cronologico, pubblicata nella giornata di giovedì da Sport, uno dei punti di riferimento della stampa sportiva spagnola. Leo ha toccato diversi argomenti molto interessanti, tra i quali spiccano il suo ipotetico addio ai blaugrana e la sua posizione riguardo la trattativa più calda dell'estate, quella che avrebbe dovuto riportare in Catalogna Neymar.

L'asso brasiliano era in procinto di lasciare Parigi, ma poi una serie di circostanze hanno bruscamente interrotto la buona riuscita della trattativa proprio in extremis. Da una parte il PSG chiedeva 300 milioni di euro tondi tondi per lasciarlo partire, mentre dall'altra il Barça - che già aveva investito oltre 250 milioni di euro sul mercato - ha provato ad abbassare il prezzo inserendo, senza fortuna, qualche contropartita tecnica. L'insistenza del Barcellona per Neymar ha un padre, il presidente Bartomeu, ma anche molti figli, leggasi lo spogliatoio.

Barcellona Messi parla del futuro e Neymar
Lionel Messi durante l'ultima Copa America: la Pulga non è riuscita a portare alla vittoria la sua Argentina, eliminata dal Brasile a un passo dalla finale

Barcellona, Messi su Neymar: "Non so se il club ha fatto di tutto per riprenderlo"

Secondo molte indiscrezioni sarebbero stati proprio i big a richiederlo ad alta voce, in nome di una vecchia amicizia rinsaldatasi durante le tre stagioni già passate da O'Ney al Camp Nou. Dove, con Messi e Suarez al suo fianco, il campione paulista aveva fatto incetta di trofei contribuendo in maniera sensibile anche al Triplete del 2015. L'argomento è molto delicato perché le due società stanno ancora trattando, nonostante il mercato sia formalmente chiuso. E, per questo, Leo decide di approcciarsi all'argomento con molta delicatezza:

Il ritorno di Neymar mi avrebbe fatto molto piacere. Francamente non so se il Barça ha fatto di tutto per riprenderlo, di certo non è facile trattare con il PSG. A livello sportivo lui è uno dei più grandi al mondo, avrebbe sicuramente di immagine e sponsor il club avrebbe fatto un grande salto in alto.

E la storia della spedizione nell'ufficio di Bartomeu?

Non abbiamo mai chiesto il ritorno di Neymar, semplicemente abbiamo pensato che fosse utile una nostra opinione. Ho già detto che non ci sono state pretese da parte nostra e, in ogni caso, anche senza di lui abbiamo una squadra spettacolare.

Il futuro sportivo e societario: "Sto bene qui, ma voglio vincere..."

In questi giorni si è parlato anche di una possibile offerta per il rinnovo di contratto. Bartomeu starebbe accellerando le operazioni perché Messi, a oggi, potrebbe avvalersi di una clausola inserita nell'attuale vincolo che gli permetterebbe di liberarsi dal Barcellona. L'idea è quindi quella di fargli firmare un ultimo, ricchissimo accordo:

Ho sempre detto che considero questa come la mia casa e non ho alcuna intenzione di andarmene. Ovviamente voglio continuare a vincere. Il Pallone d'Oro? Non so dire chi sia il favorito: ultimamente si guardano i risultati a livello di club, il che non è male. La Champions League è molto importante e voglio vincerne ancora, ma talvolta è stato considerato anche il Mondiale come discriminante. Vedremo cosa succederà.

Ma l'estate ha portato anche un po' di confusione a livello istituzionale. Il Barcellona negli ultimi tempi è in continuo rinnovamento e, con lo scoppio del caso Griezmann, alcuni soci hanno preso la palla al balzo per puntare il dito contro la gestione Bartomeu. Il presidente si era già imparolato col francese e, nonostante in molti spingessero per riavere Neymar, la trattativa per l'ex Atletico Madrid è stata portata a termine. Messi dice la sua:

Al di là degli episodi, un club come il nostro deve avere una struttura sportiva molto solida, stabile, con pochi cambi nel corso degli anni. Personalmente vedrei molto bene Puyol nel ruolo di segretario tecnico.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.