Serie A, Boateng: "Scelta la Fiorentina per il progetto e per Melissa"

L'attaccante ghanese è convinto che i toscani possano far bene: "Abbiamo il giusto mix di giovani ed esperti. Jerome? Doveva andare alla Juventus".

Kevin-Prince Boateng pensa che il progetto della Fiorentina sia fra i più intriganti della Serie A

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

L'imbarazzo della scelta. Kevin-Prince Boateng, nonostante i sei mesi per nulla esaltanti vissuti al Barcellona, aveva diverse opzioni fra le quali scegliere. Di offerte ne ha ricevute parecchie. Alcune dalla Liga, molte dalla Serie A e dalla Bundesliga. Alla fine ha deciso di accettare quella della Fiorentina, preferita anche all'Eintracht di Francoforte con cui, nel 2018, ha vinto da protagonista la Coppa di Germania, regalando al club un titolo dopo 30 anni di attesa.

Boateng ha però deciso di tornare in Serie A, di accettare una nuova sfida in un ambiente e in una piazza per lui nuovi, ma comunque stimolanti. La curiosità ha vinto sul cuore, visto che a Francoforte Boa ha lasciato un ottimo ricordo e sarebbe stato accolto a braccia aperte. E, a dirla tutta, ha scelto la Fiorentina proprio per una questione di sentimenti. Per l'amore per Melissa e per il figlio Maddox.

Lo ha spiegato proprio Boateng in un'intervista alla Bild, nella quale ha ammesso di aver scelto la Fiorentina anche per stare vicino alla famiglia:

Il progetto qui è molto interessante, c'è il giusto mix fra giovani e vecchi. Per me e Ribery questa è una sfida davvero intrigante. Inoltre la vicinanza alla mia famiglia è un fattore importante. Ci metto un'ora e 40 minuti a raggiungere Melissa e Maddox in treno

Kevin-Prince Boateng sognava di vedere il fratello Jerome in Serie A
Kevin-Prince Boateng sognava di vedere il fratello Jerome in Serie A

Serie A, Kevin-Prince Boateng parla di Jerome: "Doveva andare alla Juventus"

Nel corso dell'intervista Kevin-Prince ha parlato anche del fratello Jerome, che per tutta l'estate ha cercato una nuova sistemazione ma che poi è dovuto restare al Bayern Monaco. Per l'ex giocatore di Milan e Barcellona il difensore tedesco avrebbe dovuto approfittare dell'infortunio di Giorgio Chiellini per andare alla Juventus e raggiungerlo in Serie A:

lo, fossi stato in lui, avrei spinto per andare ai bianconeri. Lo avrei visto volentieri in Italia. Sarei stato contento fosse andato alla Juve, è una società gigantesca. Per me la Serie A è molto interessante, in questo momento ha qualcosina in più della Bundesliga. Gli avevo detto che, nel caso in cui ci fosse stata la possibilità, sarebbe dovuto andare alla Juve. Anche perché al Bayern al momento non sembra avere spazio e dopo tanti anni gli avrebbe fatto bene cambiare.

Vota anche tu!

Con Boateng e Ribery la Fiorentina è da Champions League?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Non è andata così. Questo anche perché Jerome appare in evidente calo e ci sono pochi club pronti a garantirgli lo stipendio (circa 7,5 milioni netti all'anno) che percepisce a Monaco. A differenza di quanto successo a Kevin, che in estate aveva l'imbarazzo della scelta.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.