Entusiasmo Inter: "Con Conte nulla è precluso, puntiamo allo Scudetto"

Entusiasmo e voglia di vincere. In casa Inter si respira un clima d'adrenalina. Ranocchia: "Conte è feroce, stiamo costruendo qualcosa di meraviglioso". Lazaro: "Puntiamo allo Scudetto".

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Carica Inter. Le prime due vittorie in campionato hanno iniettato nell'ambiente una dose d'entusiasmo importante. Si sente l'effetto Conte, lui arrivato sulla sponda nerazzurra dei Navigli per riportare ordine, disciplina e soprattutto risultati. Marotta, nel giorno della presentazione, aveva definito l'allenatore il vero top player del club, colui in grado di far fare il salto di qualità a tutto il mondo Inter dopo troppo anni senza vittorie. 

L'obiettivo è proprio quello. Tornare a vincere un trofeo. Il sogno è ovviamente lo Scudetto, una parola che giorno dopo giorno sta diventando sempre più pronunciabile dalle parti di Appiano Gentile. Non c'è timore d'osare, non c'è la sensazione di essere meno degli altri. L'Inter vuole tornare grande e ha in Conte la guida alla quale affidarsi in questo processo di crescita e di affermazione. 

I successi contro Lecce e Cagliari hanno dato consapevolezza, fiducia e voglia di continuare nel percorso intrapreso. Le parole dei giocatori lasciano poco spazio a interpretazioni. L'Inter si prenota per un posto di primo piano nelle competizioni alle quali prenderà parte, anche se l'obiettivo primario è quello: tornare sul tetto d'Italia. Conte non si è posto limiti, ha chiesto ai suoi di lavorare, di fare gruppo, di remare tutti nella stessa direzione: lavoro, abnegazione, dedizione alla causa. Questa la ricetta per ottenere i risultati che si vogliono. 

Inter, la squadra prima della partita contro il Lecce
Inter, Conte è il valore aggiunto

L'Inter si affida a Conte: "Con lui lo Scudetto è un obiettivo"

Lo sa bene Andrea Ranocchia che con Conte aveva già lavorato a Bari. Dopo dieci anni ha trovato lo stesso allenatore, lo stesso condottiero, lo stesso motivatore. Il rapporto tra i due è consolidato, il tecnico ha chiesto la conferma del difensore, lo ha sganciato titolare nelle prime due di Serie A, ha ottenuto le risposte che voleva. Le dichiarazioni di Ranocchia, rilasciate a SkySport, tracciano bene quella che l'atmosfera che si respira nello spogliatoio nerazzurro: 

Conte è sempre lo stesso, ha una grande voglia di vincere, una grande ferocia, una mentalità che punta a un unico obiettivo che si chiama vittoria. La cosa che quest'anno dev'essere straordinaria è il gruppo: nel calcio è la componente più importante, quella che ti fa vincere trofei.

Andrea Ranocchia è una delle colonne nerazzurre. Conosce l'ambiente meglio di altri, sa quali sono gli ingredienti per fare bene, per arrivare in alto. Conte è l'uomo giusto per miscelarli: 

Sono cambiate tante cose, fino a questo momento stiamo andando bene. Il lavoro che stiamo facendo è indirizzato a creare qualcosa di straordinario. 

Sulla stessa lunghezza d'onda di Ranocchia risuonano anche le parole di altri due elementi della rosa dell'Inter. 

Conte in panchina con l'Inter
Inter, Bastoni e Lazaro: "Con Conte possiamo vincere subito"

Bastoni e Lazaro: "Conte un top, puntiamo a vincere subito"

Uno di questi è Alessandro Bastoni che, dopo il prestito al Parma, è tornato alla base. Conte ha scelto di tenerlo con sé, vuole vederlo crescere sotto l'egida di campioni come Skriniar, Godin e De Vrij. E proprio Conte è il fattore in più di questa Inter secondo il classe '99 che ha parlato ai microfoni della Gazzetta dello Sport: 

Per quanto riguarda Conte, me ne avevano tutti parlato molto bene e ho subito avuto una conferma di quanto sapevo. Per quanto mi riguarda è il Messi degli allenatori. È fenomenale, ha idee di gioco strepitose. Lo Scudetto? Inutile nascondersi, vogliamo cambiare il corso degli ultimi campionati. Abbiamo il mister e la squadra per farlo, ma poi bisogna dimostrarlo in campo.

Lo stesso spartito lo segue pure Lazaro. Nessun paragone con Messi, ma la convinzione di essere arrivato in un club di livello e con un grande allenatore alla guida con il quale è possibile puntare allo Scudetto. L'esterno destro austriaco per ora non si è ancora visto, lo ha frenato un infortunio, il sogno è quello di esordire nel derby contro il Milan in programma tra due settimane: 

Sono contento dell’avventura all’Inter, del presidente, del mister e dei compagni. L’obiettivo è vincere già da subito lo scudetto, poi puntare alla Champions League nei prossimi anni. In una società come questa le aspettative sono molto alte. Il derby? Vorrei giocarlo, sarebbe speciale esserci, spero anche di debuttare prima.

Le parole d'ordine in casa nerazzurra sono chiare: affidarsi a Conte e puntare a vincere da subito. La sfida alla Juve è lanciata.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.