Cristiano Ronaldo, altra notte da record: "Sto bene e mi diverto"

Quattro gol alla Lituania, 93 con la maglia del Portogallo, CR7 è il giocatore ad aver segnato più gol nella storia delle qualificazioni europee. E sono 713 in carriera.

Cristiano Ronaldo esulta dopo un gol

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Quattro gol alla Lituania, quattro gol per tre punti fondamentali nella corsa del Portogallo a Euro 2020. Ha incantato l'attonito pubblico di Vilnius che per un'ora ci aveva sperato di riuscire a fermare i Campioni d'Europa. Poi la furia di Cristiano Ronaldo si è scatenata, inesorabile come il Mjöllnir, ha distrutto le resistenze dei lituani e si è messo in tasca la quotidiana dose di record. Primo: è il giocatore ad aver segnato più gol nella storia delle qualificazioni europee. Sono 25 i centri di Cristiano in questa fase del torneo. Superato Robby Keane fermo a quota 23.

Segnando alla Lituania, poi, lo juventino ha centrato il bersaglio contro quaranta nazionali diverse. Non male. I numeri con la maglia del Portogallo sono imbarazzanti.Con il poker rifilato alla selezione baltica sono 93 i gol segnati in nazionale in 160 partite giocate. La media dice che Cristiano timbra il cartellino una volta ogni 1,7 partite. Inutile dire che CR7 è il miglior realizzatore nella storia lusitana. Dietro di lui, lontanissimo, Pauleta con 47 reti. 

L'eterno rivale, Leo Messi, con l'Argentina ha la media di un gol ogni due gare. Ed è anche il miglior realizzatore nella storia della Seleccion con 68 centri. Nel Brasile il più prolifico è Pelé con 77 gol. In Italia troviamo Gigi Riva a 36. Dati che danno la dimensione della grandezza del fenomeno di Funchal. Quella giocata nella capitale lituana era anche la partita ufficiale numero 1000 nella carriera di Ronaldo e i gol segnati sono 713. Record in continuo aggiornamento, perché a 34 anni il giovanotto non ha alcuna intenzione di fermarsi. Cosa manca? Avendo imparato a conoscere Cristiano ora nel mirino c'è Ali Daei che detiene il primato di reti segnati con una nazionale. Nello specifico 109 con l'Iran. 

Cristiano Ronaldo in azione contro la Serbia
Cristiano Ronaldo: una macchina da record

Ronaldo si diverte: "Vivo un buon momento, ma io penso sempre alla squadra"

Chi pensa sia un egoista, un giocatore concentrato solo su di sé, sui propri obiettivi, si sbaglia di grosso. Cristiano Ronaldo è prima di tutto un leader, un uomo squadra, un trascinatore. Lo si evince anche dalle parole pronunciate al termine della partita contro la Lituania che lo ha visto grande protagonista:

Mi sto divertendo, vivo un momento positivo, ma anche la squadra sta giocando molto bene. Sono contento e mi godo questo momento, non perché ho segnato quattro gol, ma per il livello a cui siamo arrivati in questi ultimi anni. Io posso solo aiutare la squadra, mettermi a disposizione e dare sempre il meglio. La qualificazione non è lontana, dovevamo vincere in Serbia e ce l'abbiamo fatta. Ora credo basterà vincere una delle ultime due.

Siamo di fronte a un fenomeno. Ronaldo sta trascinando il Portogallo a Euro 2020 dove i lusitani vogliono arrivare per difendere il titolo conquistato quattro anni fa in Francia. Il mondo è di nuovo ai suoi piedi. Lui però non batte ciglio. La mente è già alla prossima sfida. Sfida a tinte bianconere. Scudetto, Champions e Coppa Italia. Cristiano vuole tutto. Si provi a fermarlo.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.