Immobile e gli altri azzurri: "Che vittoria! Questa la strada giusta"

La soddisfazione dei giocatori dell'Italia dopo la vittoria per 2-1 sul campo della Finlandia.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tanta soddisfazione tra i giocatori dell'Italia dopo la vittoria per 2-1 in casa della Finlandia. Per gli Azzurri si tratta della sesta vittoria consecutiva su altrettante partite giocate, nonché di una seria ipoteca per la qualificazione agli Europei 2020 (che potrebbe arrivare a livello matematico con la prossima partita, quella contro la Grecia allo Stadio Olimpico di Roma). Lì potrebbe giocare in casa Ciro Immobile, tornato alla rete in Nazionale a distanza di due anni dall'ultima volta:

Era un peso troppo grande per me non fare gol con questa maglia. Si sono dette tante cose in questi due anni, ma sono rimasto sempre sereno a dir la verità. Stasera penso di aver fatto una buona partita insieme ai miei compagni. Continuiamo su questo percorso dopo la delusione per la mancata qualificazione ai Mondiali, stiamo ripartendo alla grande. Se mi pesava la mancanza di gol? No a dir la verità no, si cerca sempre di creare un caso intorno a me e con il mister. Ovvio che l’anno scorso non ho passato un bel momento nemmeno con la Lazio, come potevo pretendere di fare la differenza in Nazionale? Ora sta andando bene, contro l’Armenia sono rimasto in panchina e ho giocato questa partita. Va bene così. La dedica? Alla mia famiglia che in questi due anni in Nazionale ha sofferto insieme a me.

Da un laziale all'altro, dopo Immobile tocca ad Acerbi commentare la partita:

Partita difficile su campo difficile. Loro sono una squadra fisica, noi cercavamo di palleggiare e siamo stai bravi. Dopo il gol del pareggio non ero preoccupato, con i palleggiatori che abbiamo dovevamo continuare a giocare, perché il gol arriva. Sono arrivati due, abbiamo reagito bene.In in campo? Io mi faccio trovare pronto, poi decide il mister se chiamarmi o no. Io faccio il possibile quando mi chiamano in causa, sia con la Lazio che con la Nazionale. A livello generale c’è tanto da migliorare, abbiamo tanti giovani. A volte commettiamo errori ingenui. Ma abbiamo fatto qualcosa di importante e continueremo dalla prossima.

Finlandia-Italia: da Immobile a Florenzi, le parole degli Azzurri

Tra i giovani c'è sicuramente Gianluigi Donnarumma, che Mancini ha sottolineato essere però il titolare di questa Italia:

Il rigore? Quando calciano centrale è difficile, devi scegliere un angolo. Ma va bene così, l’importante era tornare a casa con tre punti. Abbiamo fatto una grandissima partita, tenendo bene il palleggio. Sapevamo che non fosse facile, siamo tutti molto contenti. Io chiamato spesso in causa? Ci sta giocare da dietro, c’è stata una palla che ho sbagliato ma può capitare. È andato tutto alla grande e siamo contenti. Mancini ci ha detto di fare la partita come sapevamo, tenere la palla. Sapevamo che loro fossero un po’ chiusi dietro, l’importante era tenere il possesso e ci siamo riusciti

Dopo Donnarumma tocca a Izzo prendere parola:

Non mi aspettavo di giocare titolare, anche perché il mister la formazione la dice sempre alla fine. Sono molto contento. Mi sono sentito subito sicuro, il mister tratta tutti allo stesso modo, i miei compagni mi fanno sentire importante. Abbiamo fatto un’ottima gara, loro sono una squadra molto tosta che riparte bene in contropiede. Siamo stati bravi in fase di non possesso a non farli ripartire. Se mi confermerei? Sì.

Infine è il momento di Florenzi di presentarsi davanti alle telecamere Rai:

Italia piacevole, che ha imposto il suo gioco in un campo non facile. Sesta vittoria consecutiva, felici del percorso. Stiamo continuando sulla nostra strada, imponiamo il nostro gioco e ci divertiamo a farlo. Il mio ruolo sulla sinistra? Penso che tutti noi siamo giocatori pronti a questo, quando il mister lo richiede. Sono stato a disposizione subito. Virtualmente qualificati? Ti dico di no, non dobbiamo adagiarci sugli allori e cercare di prendere subito questa qualificazione anche con la matematica. Saranno due gare fondamentali le prossime.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.