Qualificazioni Europei 2020, l'Olanda asfalta la Germania: finisce 2-4

Gli oranje hanno dilagato sfruttando le incredibili amnesie difensive dei tedeschi. In gol anche l'esordiente Malen. Per Low c'è ancora molto lavoro da fare.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Due filosofie a confronto, due squadre opposte. Anche e soprattutto perché una in salute e una decisamente no. Nel girone C delle qualificazioni a Euro 2020 succede di tutto fra Germania e Olanda. Gli Oranje sono riusciti a imporsi con un clamoroso 2-4, nato anche e soprattutto dalle incredibili disattenzioni difensive dei tedeschi.

Ad Amburgo la Germania di Löw, impostata sulle verticalizzazioni improvvise, crolla contro l'Olanda di Koeman, che si è imposta attraverso il possesso palla. Eppure, proprio per come la aveva preparata il commissario tecnico tedesco, la partita sembrava essersi messa nel migliore dei modi per i padroni di casa: al 9' Gnabry aveva portato avanti i suoi, sfruttando proprio una ripartenza. L'Olanda approfitta di un passaggio sbagliato di Schulz con Babel che supera Tah e serve Depay la cui conclusione viene però respinta da Neuer con un ottimo intervento. Sul capovolgimento di fronte è la Germania a portarsi in vantaggio: Kimmich effettua un passaggio geniale per Klostermann, che si ritrova solo contro Cillessen. La prima conclusione viene parata ma sulla respinta è Gnabry il primo ad arrivare ribadendo la palla in porta.

La partita la fa sempre l'Olanda, che però, non trova il varco giusto nella difesa tedesca nel primo tempo. I padroni di casa, dal canto loro, si rendono pericolosi con Werner, Gnabry e Reus in contropiede.

I giocatori dell'Olanda esultano dopo il 4-2 alla Germania nella qualificazione agli Europei 2020
I giocatori dell'Olanda esultano dopo il 4-2 alla Germania nella qualificazione agli Europei 2020

Qualificazioni Europei 2020, Germania-Olanda 2-4: la gara

Nel secondo tempo i ritmi crescono vertiginosamente: al 51' la Germania sfiora il raddoppio con Gnabry che lanciato da Reus, mette la palla al centro con De Ligt che per poco non se la butta dentro da solo. Al 59' arriva il pareggio olandese: a Babel viene lasciato troppo spazio per crossare dalla sinistra, al centro dell'area è bravo De Jong a sorprendere Tah e Schulz e a fulminare Neuer.

Vota anche tu!

La Germania deve andare avanti con Low?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

Da quel momento l'Olanda dilaga. Al 66' passa in vantaggio: su azione d'angolo la difesa tedesca si dimentica Van Dijk, Neuer para, ma deve poi arrendersi sulla deviazione di Tah su cross di Babel. Immediata la risposta tedesca: l'arbitro, non accorgendosi del fuorigioco di Schulz, assegna un generoso rigore per fallo di mano di De Ligt: è quindi Kroos a realizzare il 2-2. L'Olanda però si riporta avanti nonostante la sfortuna: prima è l'esordiente Malen a segnare il 2-3 e a sfruttare sia l'assist di Wijnaldum che la sbadataggine della difesa tedesca, al 91' è invece Wijnaldum a spingere in porta il bel cross di Depay. L'Olanda va così a -3 dalla Germania ma con una partita in meno. In vetta alla classifica c'è, a sorpresa, l'Irlanda del Nord.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.