Serie A, scandalo Sampdoria: Ferrero aggredito dagli ultrà al ristorante

Il presidente è stato protetto da alcuni agenti della Digos e dalle sue guardie del corpo. Con le nuove norme gli ultrà rischiano il Daspo.

1 condivisione 1 commento

di - | aggiornato

Share

Non sono giorni semplici per Massimo Ferrero. Il presidente della Sampdoria è impegnato nella trattativa per la cessione del club blucerchiato. Ora deve però fare i conti anche con alcuni sedicenti tifosi che gli hanno dichiarato guerra aperta. Gente che, forse annoiata dalla pausa della Serie A, non trova di meglio da fare che non infastidirlo e tentare di aggredirlo in un ristorante.

Il fattaccio è successo ieri, all'ora di pranzo: un gruppo di sconosciuti ha tentato di entrare a contatto con il presidente della Sampdoria Ferrero intento a pranzare in un ristorante in viale Brigate Bisagno, in pieno centro. Il locale è spesso frequentato dal numero uno della società blucerchiata, per questo gli ultrà in questione sapevano di poterlo incontrare lì, e così è effettivamente stato.

Il presidente del club di Serie A, fortunatamente, è stato immediatamente protetto dalle sue guardie del corpo e da alcuni funzionari della Digos che, su disposizione delle autorità, scortano (ormai da alcune settimane) Ferrero ogni qual volta è costretto a spostarsi sul territorio genovese.

Serie A, il presidente della Sampdoria Massimo Ferrero
Massimo Ferrero, presidente della Sampdoria: dal 2014 è in Serie A

Serie A, aggredito il presidente della Sampdoria Ferrero

La tensione in città è ormai alle stelle. La situazione, e lo spiacevole episodio di ieri, è dovuta evidentemente alla trattativa non ancora conclusa per la vendita della Sampdoria al cosiddetto gruppo-Vialli. Gli acquirenti del club blucerchiato dovrebbero mandare a breve una bozza contrattuale per l’attuale proprietà. Ferrero è però rimasto comprensibilmente molto turbato dall’aggressione subita ieri, tanto da presentarsi immediatamente in Questura (distante appena poche decine di metri) per sporgere denuncia (purtroppo non si tratta della prima) contro ignoti.

Le forze dell'ordine stanno indagando e, trovati i responsabili, è probabile che vengano applicate nei loro confronti le nuove norme in materia che riguardano anche l’ambito sportivo. Non basta però: Ferrero si è infatti recato anche presso la Procura della Repubblica di Genova per tutelarsi da un tentativo di truffa, che però non collegata né alla Serie A né alla Sampdoria, né ad altre sue attività professionali.

Vota anche tu!

Come valuti il lavoro di Ferrero alla Sampdoria?

Leggi di più tra 5

Annulla redirect

La situazione per Ferrero a Genova è tesa ormai da tempo: l’8 luglio scorso un gruppo di tifosi ha contestato il presidente, aspettandolo invano sotto l’albergo nel quale abitualmente alloggia a Genova. Non è facile capire se anche questi episodi contribuiscano ai rallentamenti che ci sono per quel che riguarda la cessione della Sampdoria alla CalcioInvest LLC. Sono giorni difficili per Ferrero, pieni di tensione e di episodi spiacevoli. Colpa di alcuni sedicenti tifosi che continuano a rovinare il calcio. Anche nei suoi momenti di pausa.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.