Bundesliga, quando un cane poliziotto prese a morsi un giocatore dello Schalke

Successe tutto durante un derby fra il club di Gelsenkirchen e il Borussia Dortmund: l'episodio è diventato leggenda. Oggi ricorre il 50esimo anniversario.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una storia particolare. Basti pensare che il 6 settembre 1969 ha letteralmente lasciato il segno su Friedel Rausch, ex giocatore dello Schalke (diventato in seguito anche allenatore in Bundesliga). L'episodio non è particolarmente conosciuto in Italia, ma in Germania, passati 50 anni, il ricordo di quell'evento sportivo, vale a dire il derby della Ruhr tra Schalke 04 e Borussia Dortmund allo stadio Rote Erde, non si è mai sbiadito.

In realtà perfino chi non ha vissuto quell'episodio lo ha stampato nella mente. Si tratta infatti di uno degli aneddoti più raccontati (e ritrasmessi in TV) di tutta la storia della Bundesliga. Ma facciamo un passo indietro: nel corso della partita fra Borussia Dortmund e Schalke sono stati giocati solo 37 minuti. Il risultato è fermo sullo 0-1 in virtù della rete di Hans Pirkner. Poi, improvvisamente, ecco il fatto destinato a entrare nella storia.

Dopo il gol di Pirkner, centinaia di tifosi dello Schalke provano a invadere il terreno di gioco. La polizia, coaudiuvata dall'unità cinofila, prova a riportare la calma. L'atmosfera è incandescente, c'è il pericolo che la situazione degeneri. I cani sono agitati, e in campo intanto si continua a giocare.

Bundesliga, un'immagine del derby fra Schalke e Dortmund
Bundesliga, un'immagine del derby fra Schalke e Dortmund

Bundesliga, la storia del cane che ha morso un giocatore dello Schalke

Vedendo i giocatori liberi di correre in campo, alcuni dei cani 'sbagliano' obiettivo, credendo che fossero proprio i 22 in pantaloncini i malintenzionati da contenere. Così Rex (neanche a dirlo un pastore tedesco), dopo aver assistito a uno scatto di Rausch, lo aggredisce mordendolo sulle natiche. Un altro 'collega' individua in Gerd Neuser la sua vittima, ma il calciatore riesce fortunatamente a spostarsi all'ultimo istante evitando l'aggressione.

A Rausch non andò così bene:

Lo shock e il dolore sono stati grandi, mi è stata fatta una puntura antitetanica. Per settimane ho dormito solo sulla pancia. La cicatrice non se ne è mai andata. Un ricordo per l'eternità.

Paradossalmente, a peggiorare la situazione, fu la notorietà successiva a quell'episodio. Per anni Rausch è stato fermato per strada da passanti e tifosi che da dietro gli stringevano le natiche imitando il verso di un cane. Una battuta, ripetuta però all'infinito anche da perfetti sconosciuti. Non proprio un gesto piacevole.

Per la cronaca, il giocatore dello Schalke nonostante il morso subito restò in campo fino al termine della gara, e giocò anche il turno successivo di Bundesliga. Il Borussia Dortmund provò a scusarsi spedendo al giocatore 500 marchi tedeschi, oltre a un mazzo di fiori. La reazione della Federcalcio tedesca fu immediata: da quel momento i cani a bordo campo furono obbligati a indossare la museruola. E per chi se lo chiede, quel derby finì 1-1. Per la sorpresa di tutti, lo Schalke decise di non fare ricorso nonostante la mancata vittoria.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.