Icardi, i motivi della causa all'Inter: dalla maglia tolta alla chat

I legali dell'argentino ritengono che l'attaccante abbia subito "atteggiamenti vessatori" e porteranno ben 41 prove in tribunale.

5 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il caso Icardi-Inter è letteralmente esploso dopo l'ennesimo colpo di scena legato alla causa che l'attaccante argentino ha mosso nei confronti del suo club con cui chiede il reintegro in squadra e un risarcimento per danni morali di circa un milione e mezzo di euro.

Secondo il Corriere della Sera, il team legale di Icardi avrebbe intenzione di portare 41 prove (fra documenti e video) che dimostrerebbero come il giocatore abbia subito "atteggiamenti vessatori che ne hanno leso la dignità personale".

Si passa dall'esclusione in tutti i video pubblicitari dell'Inter passando per l'esclusione dalle sedute tattiche di squadra e persino dalla chat composta dai compagni in cui vengono comunicati gli orari in cui i giocatori si preparano con Conte, a cui si aggiungono le decisioni di togliere la fascia di capitano e la maglia numero 9.

L'intenzione di Icardi, che denuncia anche l'esclusione dalle amichevoli (e cita casi simili come quelli di Puggioni e Albertazzi), è quella di portare a testimoniare anche alcuni compagni di squadra: martedì ci sarà la nomina dell'arbitro di parte dall'Inter con la sentenza che comunque non arriverà prima di dicembre.

Periodo in cui però l'ex capitano potrebbe essere ancora in rosa viste le difficoltà alla cessione, in un caso che diventa sempre più intricato. Con le immagini dell'accusa di Icardi già diffuse via internet.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.