Bayern Monaco, contratto di 5 anni per Kahn: in società dal 2020

L'ex portiere sarà dirigente dei bavaresi a partire dal prossimo 1° gennaio. In futuro diventerà amministratore delegato al posto di Karl-Heinz Rummenigge.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una separazione dolorosa, traumatica, seguita da un gradito ritorno. Il Bayern Monaco si sta facendo il lifting. Prima lo ha fatto alla rosa, decidendo di non rinnovare i contratti di Arjen Robben (che si è ritirato), Franck Ribery (passato alla Fiorentina a parametro zero) e Rafinha (tornato a giocare in Brasile), ora rivedendo in modo consistente il proprio organigramma societario.

Il presidente Uli Hoeness a novembre lascerà l'incarico da presidente (che ha ricoperto dal 2009 al 2014 e dal 2016 in poi): sarà il primo passo verso la pensione, ma resterà all'interno del consiglio di vigilanza del Bayern Monaco fino al 2023. Hoeness è dirigente dei bavaresi da oltre 40 anni. Il distacco, per quanto inevitabile, sarà traumatico. Anche perché prima di entrare in società è stato un (ottimo) calciatore del club.

Per questo il Bayern Monaco, per non essere "de-bavarizzato", ha deciso di affidarsi a un'altra figura che, come Hoeness, da calciatore ha scritto pagine importanti della storia del club. Dal prossimo 1 gennaio entrerà infatti in società Oliver Kahn: l'ex portiere ha firmato un contratto quinquennale, con un piano di crescita molto ben definito.

Oliver Kahn sarà il prossimo amministratore delegato del Bayern Monaco
Oliver Kahn sarà il prossimo amministratore delegato del Bayern Monaco

Bayern Monaco, Kahn entra in società

L'idea è quella di dare a Kahn tutto il tempo necessario per fare esperienza come dirigente. Per lui si tratta di un nuovo incarico e ha bisogno di tempo per imparare. Verrà quindi affiancato inizialmente da Karl-Heinz Rummenigge, di cui, in futuro, erediterà il ruolo di amministrazione delegato. Il presidente Uli Hoeness è però già convinto delle qualità di Kahn:

Siamo sicuri che in Oliver Kahn abbiamo trovato la soluzione perfetta per la posizione di amministratore delegato dell'FC Bayern München AG. Oliver è stato un giocatore importante, ha fatto la storia del nostro club.

Kahn, che è stato un vero punto di riferimento per i tifosi a cavallo degli anni 90 e i primi del 2000, si è detto particolarmente felice del nuovo incarico:

Ho un legame profondo con il Bayern, ringrazio Hoeness per la fiducia che mi ha dimostrato.

Effettivamente Kahn, arrivato al Bayern nel 1994 per sostituire Raimond Aumann, arrivò subito con l'etichetta del portiere più pagato della storia della Bundesliga (venne pagato 4,6 milioni di Marchi Tedeschi). Da lui ci si aspettava molto, in realtà fece più di quanto si potesse sperare. Con i bavaresi (di cui è stato capitano dal 2002 al 2008) ha vinto ben 8 volte la Bundesliga, 6 volte la coppa nazionale e ha trionfato in Europa (Coppa Uefa e Champions League) e perfino nel mondo (Coppa Intercontinentale). Ora vuole riportare il club a quei livelli, ma da dirigente. Per non far rimpiangere l'addio di Hoeness.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.