Vergogna in Ligue 1, Nizza-Marsiglia sospesa per canti e striscioni omofobi

L'arbitro Turpin è stato costretto a interrompere la partita dopo che i tifosi di casa hanno esposto striscioni e intonati cori omofobi.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una serata da dimenticare. L'arbitro Clement Turpin è stato costretto a interrompere Nizza-Marsiglia (finita 2-1 per l'OM), gara valida per la terza giornata di Ligue 1, al minuto 28. Il motivo? I tifosi di casa (gli ultras della Populaire Sud, settore più caldo della tifoseria rossonera) hanno esposto due striscioni e intonato cori di carattere omofobo. 

Gli annunci dello speaker non sono serviti a nulla, così Turpin ha sospeso il match per circa 10' e ha mandato le squadre negli spogliatoi. Il giocatore del Nizza Wylan Cyprien ha dichiarato a Canal Plus:

Sono contro tutte le discriminazioni, ma interromperemo tutte le partite ogni volta che degli idioti agiranno così?

Così invece l'allenatore del Marsiglia Villas-Boas: 

Non voglio dire niente contro la gente e i tifosi del Nizza, ma questa è stata un'azione contro lo sport e contro la società. L'arbitro ha preso la giusta decisione sullo striscione facendolo rimuovere

Ha parlato anche Vieira, allenatore del Nizza:

L'arbitro ha fatto bene a interrompere la partita. Quello che è successo è inaccettabile. L'offesa era chiara e l'arbitro non ha avuto scelta. Magari avrebbe potuto darci qualche minuto per provare a far rimuovere gli striscioni, ma mi ha spiegato tutto e ho capito. Non aveva scelta

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.