Milan, Calhanoglu: "Ci serve tempo per fare le cose al meglio"

Le parole del centrocampista turco a tre giorni dalla sfida casalinga contro il Brescia.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Hakan Calhanoglu analizza la sfida persa contro l'Udinese e si proietta al match tra Milan e Brescia in programma sabato 31 agosto alle ore 18. Lo fa ai microfoni di Sky Sport:

A Udine abbiamo sbagliato alcune cose, non abbiamo fatto bene quello che ci ha chiesto il mister. Merito anche all'Udinese che ha giocato un'ottima gara. Noi volevamo giocare in verticale nella zona centrale del campo, ma loro sono stati bravi a chiuderci tutti gli spazi. Comunque è solo la prima partita

Sulle voci di mercato:

Io per primo non ho capito bene perché tutti parlassero di mercato. Ma questo non mi riguarda, io mi concentro solo sul mio modo di giocare. Adesso c'è un nuovo mister che mi ha messo in un nuovo ruolo. Devo lavorare su questo, anche se ci vorrà un po' di tempo

Su Giampaolo:

Al mister piace giocare in avanti, in verticale. Quando perdiamo palla vuole che attacchiamo subito l'avversario. Sono piccole differenze, ma come ho detto prima ci vuole tempo. Siamo sulla buona strada però per fare le cose al meglio. Con gli altri allenatori giocavamo in modo differente. Con Gattuso facevamo spesso il 4-3-3 oppure il 3-5-2, ma ora è cambiato tutto e noi dobbiamo rispettare e adeguarci a queste nuove indicazioni

Sulla partita di domenica e su Piatek:

Giocare in un San Siro pieno di tifosi è sempre bello. Speriamo di fare una bella gara contro il Brescia per fare contenti i nostri tifosi. Piatek non vede l'ora di segnare. Qualcuno dice che sia il numero 9 a portargli sfortuna, ma non è vero. Lui è forte, può capitare ogni tanto di non fare gol, non è un problema. L'importante è che lui faccia il massimo per la squadra, come noi faremo per lui

 
Sugli obiettivi stagionali e sui nuovi arrivati:

Noi dobbiamo guardare partita per partita. Non va bene dire oggi che puntiamo alla Champions League, noi dobbiamo fare il meglio di noi stessi e poi vedremo dove saremo arrivati. I nuovi arrivati sono tutti bravi giocatori. Si sono presentati bene, noi li stiamo aiutando ad ambientarsi, ma si stanno dimostrando tutti ottimi ragazzi

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.