Europa League: niente impresa, Torino out. Passano PSV ed Eintracht

Il Torino gioca con coraggio, ma cade anche al Molineux. Finisce 2-1 con i gol di Jimenez, Belotti e Dendoncker. Passano il PSV e l'Eintracht, fuori il Paok Salonicco.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Si ripartiva dal 2-3 dello Stadio Grande Torino, i granata erano chiamati alla grande impresa. Impresa che non riesce perché anche al Molineux vince il Wolverhampton con i gol di Jimenez e Dendoncker che rendono inutile quello di Belotti. Inglesi qualificati quindi alla fase a gironi di Europa League. Mazzarri si affida alla solita difesa a tre, priva ancora di Nkoulou e Lyanco. Mancano anche Ansaldi e Falque, allora in avanti spazio ancora la coppia Zaza-Belotti con Rincon Baselli e Lukic in mezzo al campo. Gli Wolves rispondono con modulo speculare e Jota e Jimenez davanti. Il Toro parte bene, prende in mano la gara, ma la prima grande occasione è per i padroni di casa con Traore che scappa sulla destra e arriva al tiro che Sirigu respinge.

È il preludio al gol del vantaggio firmato dal solito Jimenez che in scivolata beffa Bonifazi e Bremer e insacca l'assist di Traore. I granata rispondono subito con Zaza, ma il colpo di testa del numero 11 non sorprende Rui Patricio che para a terra. La partita diventa fisica, vengono ammoniti Baselli e Jonny. Ma il primo tempo si conclude con gli Wolves in vantaggio grazie all'acuto del numero nove messicano. 

La ripresa è bella, intesa, con occasioni da ambo le parti. Il Torino dimostra carattere, coraggio, nonostante il risultato sia negativo si riversa in avanti, Baselli con una punizione dal vertice sinistro dell'area impegna severamente Rui Patricio. E da una situazione molto simile nasce il gol del pareggio del Toro: piazzato del centrocampista e incornata di Belotti che fa 1-1. Sembra il gol che può davvero riaprire i giochi, ma nemmeno un minuto dopo ecco il nuovo vantaggio del Wolverhampton con Dendoncker che ribadisce in rete la corta respinta di Sirigu sul tiro di Jota. Il Toro soffre sempre le sgroppate di Traore che sulla fascia imperversa sempre con pericolosità. Il Torino nel finale va vicino al 2-2 con Meite che si divora l'occasione del pari e poi con Belotti. Sono gli ultimi sussulti dell'avventura europea granata che finisce qui. 

Europa League, il gol di Belotti
Europa League, Torino out dalla competizione

Europa League: passano PSV, Eintracht e Celtic

Passa senza problemi il PSV che dopo il 3-0 dell'andata, ne rifila altri quattro all'Apollon Limassol: accade tutto nella ripresa con i gol di Ihattaren, Mirtroglou e la doppietta di Malen. Si qualifica anche l'altra olandese, il Feyenoord che sbanca il campo dell'Hapoel Beer Sheva per 3-0. Tutto facile anche per il Celtic che passeggia sul campo dell'AIK Stoccolma: finisce 1-4 per gli scozzesi che staccano il pass per la fase a gironi dopo la cocente eliminazione dal terzo turno preliminare di Champions. 

Partita bella in Ucraina tra Zorya ed Espanyol, finisce 2-2 ma i gol di Ferreyra e Vargas mettono in cassaforte la qualificazione per i catalani che all'andata si erano imposti per 3-1. Festa Braga che dopo l'1-0 della partita di una settimana fa, passa anche sul campo dello Sparatk Mosca grazie alla doppietta del gioiellino Horta che rende inutile la rete finale di Bakaev. Esce a sorpresa il PAOK che viene eliminato dallo Slovan Bratislava: gli slovacchi perdono 3-2 a Salonicco, ma grazie al successo 1-0 interno dell'andata possono accedere ai gironi di Europa League. Sconfitta indolore per il Copenaghen a Riga: vincono 1-0 i padroni di casa, ma il 3-1 della prima sfida premia i danesi. 

Rimonte mancate d'un soffio per AEK Atene e Bate Borisov. I greci vincono 0-2 sul campo del Trabzonspor con i gol di Livaja e Mantalos, ma l'1-3 patito in casa una settimana fa rende inutile la vittoria dei gialloneri. Discorso simile per i bielorussi che dopo aver perso 3-0 contro l'Astana all'andata, vincono 2-0 in casa. Ma non basta. Ai gironi vanno i kazaki. Ribalta il risultato invece l'Eintracht che, dopo aver perso 1-0 all'andata contro lo Strasburgo, stravince il ritorno imponendosi 3-0. Tedeschi subito avanti con l'autogol di Mitrovic che devia nella propria porta il cross di Rebic, il croato si fa espellere per un intervento scomposto sul portiere avversario. Nella ripresa, però, anche i francesi restano in dieci e la punizione di Kostic porta l'Eintracht sul 2-0. Il punto esclamativo è di Da Costa e Hutter può festeggiare la qualificazione ai gironi. Gioia grande anche per Steven Gerrard che con i Rangers approda ai gironi battendo 1-0 il Legia Varsavia con un gol al 91' di Morelos. 

Europa League, la festa di Da Costa
Europa League, Eintracht avanti

Tutti i risultati dei playoff di Europa League

  • QARABAG-Linfield 2-1
  • Riga-COPENAGHEN 1-0 
  • Aik Stoccolma-CELTIC 1-4
  • Apollon-PSV 0-4
  • Bate-ASTANA 2-0
  • Bnei Yehuda-MALMO 0-1
  • Molde-PARTIZAN 1-1
  • Paok-SLOVAN B. 3-2
  • Zorya-ESPANYOL 2-2
  • Spartak Mosca-BRAGA 1-2
  • H.Beer Sheva-FEYENOORD 0-3
  • TRABZONSPOR-Aek Atene 0-2
  • FERENCVAROS-Suduva 4-2
  • Rijeka-GENT 1-1
  • Maribor-LUDOGORETS 2-2
  • Antwerp-AZ ALKMAAR 1-4
  • EINTRACHT-Strasburgo 3-0
  • WOLVERHAMPTON-Torino 2-1
  • RANGERS-Legia Varsavia 1-0

*In maiuscolo le squadre qualificate 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.