MMA, White: "McGregor e lo stupro? Credo si tratti di qualcun altro"

Il presidente UFC dice la sua sia sulle scuse di Conor McGregor a seguito del pugno rifilato ad un anziano che sulle accuse di stupro verso Notorius.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Dana White riconosce i meriti di Conor McGregor. Per i più, un'affermazione di queste potrebbe sembrare una uscita davvero ovvia e scontata se rapportata al contesto di qualche anno fa, e che vedeva Notorius laurearsi prima campione pesi piuma e poi campione pesi leggeri UFC diventando il vero e proprio uomo copertina delle MMA mondiali. In questi ultimi mesi, se non addirittura per un anno e mezzo, abbiamo però visto come il presidente UFC abbia progressivamente preso le distanze da uno dei suoi pupilli, e questo a causa delle continue uscite sopra le righe di Conor al di fuori dell'ottagono.

A complicare le cose, poi, ci ha pensato una esclation di fatti che ha portato da dei semplici atteggiamenti verbali discutibili a vere e proprie aggressioni o alterchi fisici. Il lancio del carrello contro il pullman su cui viaggiava Khabib Nurmagomedov nella media week di UFC 223, ad esempio, rappresenta soltanto una goccia di un vaso stracolmo - e che ha stufato anche i più pazienti del mondo delle MMA - e traboccato dopo la rissa di UFC 229 e il pugno rifilato ad un anziano in un pub di Dublino nell'aprile scorso.

A ciò si è poi aggiunta l'accusa di un presunto stupro consumato da parte di McGregor nei mesi scorsi, una storia questa che - va detto - potrebbe però anche vedere un clamoroso scambio di persona. Una tesi, questa, sostenuta anche dal presidente UFC Dana White, che ha pure sottolineato come le scuse del fighter irlandese dopo i fatti del pub di Dublino non siano state da lui suggerite. Ciò significa che, come chiarito dal massimo dirigente della promotion all'incontro coi media dopo la scorsa puntata del DWTNCS, è stata tutta farina del sacco di Notorius.

Conor ed io, alla fine dei conti, ci sentiamo almeno un paio di volte al mese. Ne aveva bisogno (di fare le sue scuse pubblicamente, ndr), ma non gli ho detto io di farlo. L'ha fatto di sua iniziativa, perciò buon per lui! La storia dello stupro? Non ne so nulla, zero. Ma, ad essere onesto, basandoci su quello che ci siamo detti con Conor al riguardo non credo si tratti di lui, ma di un'altra persona. Per questo non ne so nulla.

MMA: UFC 229 main event
MMA: Khabib Nurmagomedov porta giù con un takedown Conor McGregor nel main event di UFC 229.

MMA: McGregor prepara il rientro nell'ottagono?

Come chiarito dallo stesso McGregor a ESPN pochi giorni fa, inoltre, dalla sua bocca non sono mai uscite parole che lasciavano presagire un ritiro, se si esclude - aggiungiamo noi - qualcuna delle sue classiche boutade. Ciò vuol dire che il rientro nell'ottagono tra un paio di mesi pare esser cosa praticamente certa, con il rappresentante della SBG Ireland che potrebbe decidere di passare ai fatti già dopo UFC 242, evento che vedrà scontrarsi Khabib Nurmagomedov - suo giustiziere - e Dustin Poirier nel main event con in palio il titolo dei pesi leggeri.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.