Inter, Icardi continua a fare muro: possibile causa per mobbing

L'attaccante argentino potrebbe intentare una causa per mobbing contro il club nerazzurro per liberarsi e poi firmare a zero con un'altra squadra.

4 condivisioni 1 commento

di - | aggiornato

Share

Non è cambiato nulla. Dopo le parole di Wanda Nara che lasciava intendere come qualcuno avesse detto a Mauro Icardi di rimanere all'Inter, sono arrivate quelle dell'amministratore delegato nerazzurro Beppe Marotta che si è detto infastidito dalle dichiarazioni della moglie-agente dell'argentino e ha confermato la linea societaria: Icardi non fa parte del progetto tecnico di Antonio Conte. 

Un concetto ribadito per l'ennesima volta nell'incontro di ieri tra dirigenza e giocatore, in cui però il numero 7 non ha fatto alcun passo indietro ma ha anzi ha ribadito la sua volontà di restare in nerazzurro, anche a costo di finire fuori rosa. 

C'è quindi il rischio concreto che Icardi resti da emarginato e che, riporta La Gazzetta dello Sport, intenti una causa per mobbing contro la società per ottenere la risoluzione del contratto e poi poter firmare con qualsiasi altra società. Le squadre interessate sono sempre le stesse, Juventus e Napoli, che potrebbero affondare il colpo in questi ultimi giorni di mercato.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.