Milan, è già tempo di svoltare: Giampaolo vara l'albero di Natale

Dopo il deludente esordio con l'Udinese il tecnico rossonero è pronto a cambiare parecchio in vista della sfida contro il Brescia: Suso e Calhanoglu assisteranno Piatek, ma non mancano le alternative.

9 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Mentre cerca di metabolizzare il pessimo esordio contro l'Udinese, che ha visto il suo Milan sconfitto e incapace di creare una trama di gioco convincente, Marco Giampaolo riflette sul prossimo impegno che attende il Diavolo prima della pausa per la Nazionale. Nelle due settimane in cui la Serie A si fermerà per lasciare spazio agli azzurri del ct Mancini, chiamati alla doppia trasferta con Armenia e Finlandia in vista di EURO 2020, il tecnico rossonero sperabilmente avrà avuto i rinforzi richiesti e il tempo di lavorare al loro inserimento in squadra.

Prima di tutto, però, c'è la seconda di campionato contro il Brescia: una gara dove è vietato sbagliare, a maggior ragione dopo la sconfitta rimediata a Udine che ha dato molto da pensare a Giampaolo: il tecnico rossonero non si è nascosto, raccontando subito dopo il fischio finale di aver commesso forse degli errori di formazione, sottovalutando la difficoltà di determinati giocatori con determinate caratteristiche nell'esprimersi al meglio nel suo amato 4-3-1-2.

Le parole del tecnico rossonero avevano fatto intuire un cambiamento tattico e questo in effetti è ciò che avverrà contro il Brescia, gara in cui il Diavolo scenderà in campo non con il 4-3-3, che tanti avevano azzardato potesse essere il modulo scelto da Giampaolo, ma con un 4-3-2-1 che di fatto libererà Piatek da solo al centro dell'attacco e avrà oltretutto un retrogusto vintage molto importante: l'ultimo grande Milan è stato quello di Carlo Ancelotti e del suo albero di Natale.

Krysztof Piatek, centravanti del Milan
Decisamente a disagio nel 4-3-1-2 che lo costringe a dividere il reparto con un compagno, Krysztof Piatek potrebbe trarre grande giovamento dal passaggio al 4-3-2-1

Milan, Giampaolo medita il cambiamento: da 4-3-1-2 a 4-3-2-1?

A raccontare una svolta tattica che in effetti può essere considerata ovvia, dato che il 4-3-1-2 non aveva convinto e il 4-3-3 avrebbe azzerato l'idea di calcio di Giampaolo, è la Gazzetta dello Sport: certo l'albero di Natale di Ancelotti poteva vantare interpreti di altissimo livello, ma questo non significa che con questa svolta tattica i rossoneri non possano comunque togliersi delle soddisfazioni e soprattutto avere un gioco decisamente più convincente di quello mostrato alla Dacia Arena.

Prima di tutto Krysztof Piatek avrà la possibilità di giostrare da solo al centro dell'attacco: Giampaolo era stato il primo a riconoscere che il polacco era in parte sacrificato in un attacco a due, la svolta dovrebbe metterlo a suo agio e soprattutto sarà quasi indolore, dato che in effetti una seconda punta di qualità manca nella rosa rossonera. Suso e Calhanoglu opereranno alle spalle del centravanti, accentrandosi e allargandosi a proprio piacimento, altra mossa che dovrebbe aumentare il rendimento dello spagnolo che come trequartista puro è un pesce fuor d'acqua.

Le soluzioni però non finiscono qui, dato che Giampaolo potrebbe anche avanzare Lucas Paquetà, che però per il momento continua a ricoprire il ruolo di interno di qualità, oppure giocarsi la carta Giacomo Bonaventura, giocatore versatile e dal talento indubbio che dopo aver perso quasi interamente la scorsa stagione a causa di un infortunio è pronto per tornare a recitare un ruolo da protagonista. Se il mercato porterà poi il tanto atteso trequartista Giampaolo potrà scegliere se proseguire con l'albero di Natale o tornare alla sua idea originale, che comunque se ne discosta non di molto.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.