Cessione Sampdoria, Ferrero: "Felice se Vialli paga il prezzo giusto"

Il presidente blucerchiato fa chiarezza sulla possibile vendita societaria: " Felice se Vialli parla con i suoi investitori e paga il giusto prezzo, mai fatti rialzi".

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Il calciomercato in casa Sampdoria di questi tempi non riguarda solo i giocatori che possono arrivare alla corte di Eusebio Di Francesco o quelli che possono lasciare la rosa blucerchiata, ma anche (e soprattutto) le quote societarie. Oggi in possesso di Massimo Ferrero, numero uno del club doriano dall'estate 2014, quando aveva rilevato le quote a titolo gratuito dalla dalla San Quirico S.p.A. di Edoardo Garrone.

A tre giorni dalla diffusione della lettera di intenti sottoscritta dal presidente della Sampdoria e dal gruppo che fa a capo a Gianluca Vialli, interessato all'acquisto delle quote societarie della Sampdoria, per impegnarsi nella trattativa "in esclusiva" fino a settembre per il passaggio di proprietà, Ferrero ha fatto chiarezza sulla situazione ai microfoni di Sky Sport.

L'operazione non è ancora prossima alla fumata bianca, come ha raccontato lo stesso Ferrero. Vive però senza dubbio ore delicate, che potrebbero anticipare una svolta. Il messaggio del proprietario del club doriano è stato però molto chiaro. Quella lettera non ha alcuna valenza dal punto di vista formale:

Cosa vogliono i tifosi della Sampdoria da un presidente? Vogliono Vialli? Ben venga Vialli, ma il comunicato non ha nessuna validità. Ci dobbiamo incontrare e trovare un accordo sul valore del club.

Cessione Sampdoria, il presidente Ferrero ha lanciato un chiaro messaggio a Gianluca Vialli
Cessione Sampdoria, il presidente Ferrero ha lanciato un chiaro messaggio a Vialli

Sampdoria a Vialli, Ferrero: "Non vedo l’ora che questa telenovela finisca"

Nel corso dell'intervista, Ferrero ha spiegato quali saranno i prossimi passi della trattativa per la cessione della Sampdoria:

Se non troviamo un accordo sul giusto valore, i tifosi possono anche insultarmi, ma rammaricato e con il cuore in mano Vialli non verrà. Non vado a casa delle persone cercando di svalorizzarla.

Cedere, ma per il giusto prezzo. La linea del patron blucerchiato per l'affare che riguarderebbe la Holding Max srl, veicolo di investimento della famiglia Ferrero, e il consorzio CalcioInvest, LLC (guidato da Gianluca Vialli, James Dinan ed Alex Knaster) sembra ormai tracciata. Ferrero non accetta però le accuse della tifoseria della Sampdoria, con riferimento ai recenti insulti ricevuti: 

Io non ho mai fatto rialzi. Anzi, proprio perché c’è il signor Vialli ho abbassato le pretese, per rendere contenti tutti quei tifosi che mi insultano. Mi piacerebbe avere un po’ di decoro attorno a me. Se avessi sbagliato qualcosa sul campo potrei capire, ma con me la squadra è sempre andata bene.

Settembre sarà il mese dell'esito definitivo della trattativa. Ferrero non ne fa mistero e non nasconde nemmeno la volontà di arrivare nel minor tempo possibile a una conclusione, che potrebbe coincidere con una cessione o una fumata grigia:

Non vedo l’ora che questa telenovela finisca, perché se non siamo d’accordo sul prezzo Vialli dovrà venire un'altra volta. Perché vorrebbe dire che i suoi investitori o non amano la Sampdoria o non vogliono fare gli affari. Io sono molto felice se Vialli parla con i suoi investitori e paga il giusto prezzo per la Sampdoria. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.