Liga, impresa del Valladolid al Bernabeu: 1-1 col Real Madrid

I madrileni, particolarmente opachi e inconsistenti, riescono a portarsi in vantaggio con Benzema all'82' ma vengono raggiunti dal gol di Guardiola nel finale. James schierato titolare.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Una brutta prestazione, che nemmeno il solito Karim Benzema riesce a trasformare comunque in vittoria. Il Real Madrid di Zidane non va oltre l'1-1 al Santiago Bernabeu con il Valladolid nell'anticipo della seconda giornata di Liga. Al gol del francese all'82' risponde all'88' Guardiola. I madrileni sono sembrati leziosi e poco cattivi. Atteggiamento che non può bastare per conquistare i 3 punti.

Una prestazione preoccupante quella del Real Madrid, che ha dato la sensazione di essere una squadra piatta e poco grintosa. La partita l'hanno impostata i madrileni che però non hanno mai realmente spinto sull'acceleratore, convinti probabilmente di poter sbloccare la gara in qualsiasi momento. Dopo la sconfitta del Barcellona alla prima giornata della Liga, c'è quindi la seconda sorpresa dell'edizione 2019-20 del campionato spagnolo.

Benché Zidane abbia deciso di schierare in campo sia James Rodriguez che Bale dal primo minuto, il Real Madrid non è riuscito ad alzare il ritmo della partita. E così i madrileni, dopo il clamoroso flop della scorsa stagione, non fanno pace con il proprio pubblico nemmeno nella prima gara casalinga del 2019-20.

Benzema in gol nell'anticipo della seconda giornata della Liga
Benzema esulta per il gol segnato nella seconda giornata della Liga al Valladolid

Liga, il Real Madrid delude: 1-1 col Valladolid

In attesa che torni Hazard e con un centrocampo senza lo squalificato Modric (espulso una settimana fa), Zidane sceglie il 4-1-4-1 con Casemiro davanti alla difesa, Kroos e Isco sulla sinistra e i due mancini Bale e James schierati sulla destra. Il Real sembra essere in palla, ma è solo un'illusione: la squadra di Zidane crea (ben 13 tiri nel primo tempo) ma è troppo imprecisa (appena 3 conclusioni nello specchio della porta). Sono proprio Bale e James, in vendita da mesi, a dare la sensazione di non essere in partita, pensando più a fare giocate di fino che cose concrete. Benzema cerca di sorprendere Masip con un bel tiro al 23' sul quale il portiere del Valladolid è però attento.

Rendendosi conto dell'inconsistenza offensiva dei suoi, Zidane manda dentro Jovic per Isco al 68', passando a un super offensivo 4-2-4 con arretramento di Kroos, Vinicius a destra e Bale a sinistra. Proprio su assist del gallese è Jovic a calciare in porta al 70' e a colpire l'incrocio. Quello l'unico acuto del serbo ex Eintracht Francoforte, all'esordio casalingo in Liga. All'82' però il Real la sblocca: ci pensa il solito Benzema con un bel destro angolato scagliato dal limite dell'area di rigore. Sembra fatta per il Real, che però si fa beffare all'88' dal Valladolid, da un anno club di proprietà di Ronaldo (il Fenomeno), per l'occasione presente in tribuna. Sergi Guardiola infila la palla tra le gambe di Courtois in uscita e fa 1-1 sfruttando un'incertezza della difesa madrilena. E le perplessità a Madrid continuano a regnare sovrane.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.