McGregor e il pugno all'anziano nel pub: "Ho completamente torto"

L'episodio risale allo scorso aprile ma è stato portato alla ribalta da un video diffuso da TMZ. Notorius dichiara il suo pentimento: "Ho fatto una cosa inaccettabile".

3 commenti

di - | aggiornato

Share

Tutto subito la cosa pareva essere rimasta all'interno del pub di Drimnagh, a Dublino, dove si erano svolti i fatti. Ma poi all'inizio di agosto è comparso un video diffuso da TMZ che mostra, senza dubbio e anche senza pietà, come sono andate le cose e inchioda il campione di arti marziali miste Conor McGregor alle sue responsabilità.

Nelle immagini si vede un gruppo di uomini, tutti di una certa età, seduti al bancone del pub, intenti a chiacchierare e a bere qualche bicchiere. Un pomeriggio tranquillo come tanti, insomma, finché dalla porta sulla destra compare un uomo in tshirt, con barba e occhiali. È proprio lui, il fighter, che si dirige verso la parte centrale del bancone.

Sembra chiacchierare amabilmente con i suoi vicini, finché non ordina una bottiglia - si saprà poi che si trattava di Proper Whiskey, della Eire Born Spirits, etichetta irlandese di cui lui è azionista di maggioranza - e tanti bicchieri che comincia a distribuire a tutti i presenti per offrire loro il suo "nettare". A quel punto pare che un avventore si sia rifiutato di berlo - era il primo pomeriggio - scatenando la reazione incontrollata di Conor.

Conor McGregor
Conor McGregor ha 31 anni e si è ritirato dai combattimenti lo scorso marzo

McGregor pentito per il pugno all'anziano nel pub

Il campione di MMA, infatti, non ci ha pensato un attimo, ha subito cominciato ad alzare voce contro il malcapitato, sempre seduto al bancone, e di colpo gli ha rifilato un sinistro a freddo su una tempia che ovviamente ha fatto vacillare la non più giovane vittima. Immediatamente bloccato e allontanato dal locale da altri avventori, McGregor forse sperava che il brutto episodio si fosse concluso lì, visto anche che, per fortuna, la sua sciocchezza non aveva lasciato conseguenze visibili sul povero vecchietto. Ma la diffusione del video ha messo Conor con le spalle al muro e lo ha costretto a ESPN a fare pubblica, e apparentemente del tutto sincera, ammenda:

Rivedendo quelle immagini ho sentito come un pugnale nel cuore. Mi assumo le mie responsabilità: quell'uomo meritava di divertirsi in tranquillità al pub senza che finisse così. Ero completamente nel torto e ho fatto una cosa inaccettabile.

L'incidente di Dublino era arrivato a poca distanza da quello di Miami dove il suo intervento aveva provocato la presunta rottura dello smartphone di un tifoso. Lì le accuse erano state ritirate in seguito ad accordo stragiudiziale. Sull'episodio del pub, invece, sono ancora in corso le indagini:

Qualunque cosa accada, la affronterò. Qualunque cosa accada, me la merito. Non mi nasconderò. Devo essere più calmo, devo essere zen e sto lavorando per questo. Devo essere un esempio per i giovani.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.