Milan, si cerca il vero Piatek: nuovi schemi e zero gol

Nelle prime sei uscite del precampionato, il Pistolero polacco è rimasto a secco. Giampaolo studia soluzioni e prepara l'esordio in campionato a Udine senza nuovi acquisti tra i titolari.

7 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La buona notizia, per il Milan, è che l'estate sta finendo e la Serie A sta per partire. Già, perché il precampionato ha mostrato nella sua seconda parte il lato abulico dell'attacco rossonero: una rete al Novara, a secco contro il Cesena, due club di Serie C. Un paradosso per una squadra che aveva segnato più facilmente contro il Manchester United, ma che ha vinto una sola amichevole contro il Feronikeli a Pristina, in Kosovo. E nel calcio d'estate a tinte rossonere c'è un grande assente: Krzysztof Piatek.

Il passaggio dal numero 19 alla maglia con il 9 sulle spalle sin qui non ha portato fortuna al centravanti polacco: le cinque reti della pre-season rossonera sono state firmate da un difensore (Theo Hernandez), da Suso (doppietta) e da un esterno d'attacco adattato a centrocampo come Borini (la rete mancante è un autogol). Tranne che per il fantasista spagnolo, non ci sono attaccanti. Anche per questo l'astinenza di Piatek assume un peso specifico più elevato.

Quella di Piatek, meglio chiarirlo, non è un'involuzione. Difficile pensarlo per un attaccante che l'anno scorso, all'esordio in Serie A, ha segnato 22 reti tra Genoa e Milan, unite a 8 centri in Coppa Italia. Piuttosto, il 24enne polacco sta pagando la nuova tipologia di lavoro che Marco Giampaolo gli chiede. Attacco della profondità, lavoro sull'intero fronte offensivo e pressing. Elementi che lo completano ma lo portano a perdere in parte il suo vero valore aggiunto: la presenza nell'area avversaria. Un concetto ribadito anche nell'ultimo test, giocato e pareggiato a reti bianche a Cesena.

Serie A, il Milan prepara l'esordio in campionato: si cerca il vero Piatek
Serie A, il Milan prepara l'esordio in campionato a Udine: Giampaolo cerca il vero Piatek

Serie A, non solo Piatek: tanti giocatori in ritardo di condizione nel nuovo Milan 

All'esterno dei campi di Milanello c'è affissa in bella mostra la scritta "lavori in corso". Concetto valido in particolare per l'attacco di Giampaolo, che sin qui ha alternato accanto a Piatek lo spagnolo Castillejo e - in Kosovo - il portoghese Leao. Quest'ultimo non ha preso parte alla trasferta di Cesena per rimanere in sede e perfezionare la preparazione in vista dell'esordio in campionato. Appuntamento domenica 25 agosto alle 18 a Udine, data entro cui il Milan vorrebbe aver definito l'arrivo di Angel Correa dall'Atletico Madrid, obiettivo numero uno per un attacco che ha perso Cutrone e cerca nuovi gol. Il trequartista - ruolo ricoperto dall'argentino dei colchoneros - non è però l’unico problema da risolvere.

Milan, Marco Giampaolo chiede pazienza e acquisti in vista dell'esordio in A
Milan, Marco Giampaolo chiede pazienza e acquisti in vista dell'esordio in Serie A a Udine

L'allenatore predica calma e chiede pazienza. Udine è molto vicina, ma l'orizzonte di un Milan tutto nuovo - dai giocatori ai dirigenti - deve guardare ben oltre la prima di campionato. Appuntamento al quale i rossoneri si presenteranno con formato e interpreti molto simili a quelli che hanno concluso la scorsa stagione fuori dalla Champions League. Difficilmente i cinque nuovi acquisti sin qui ufficializzati, da Duarte a Theo Hernandez passando per Krunic, Bennacer e Leao, faranno parte dell'undici titolare alla Dacia Arena. Il ritardo di condizione, dettato da piccoli infortuni o da impegni con le nazionali (vedi la Coppa d'Africa per Bennacer), è il minimo comune denominatore per loro. Il debutto in campionato si avvicina, e il Milan ci arriva con tanti nodi da sciogliere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.