Liga, Athletic Bilbao-Barcellona 1-0: decide la sforbiciata di Aduriz!

I blaugrana perdono all'esordio in campionato: ai campioni in carica non succedeva da 10 anni. Super gol del 38enne basco, alla sua ultima stagione in carriera.

5 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Tutti ad abbracciare Aritz Aduriz. È questa l'immagine del San Mames, questa dopo la sforbiciata dell'eterno goleador, che all'inizio della sua ultima stagione in carriera nella Liga trova il gol ammazza Barcellona. Lo fa dopo essere entrato in campo da 65 secondi, perfetto nello sfruttare il cross dalla destra di Capa e coordinarsi per il gesto tecnico. 38 anni e una voglia inesauribile.

Esplode la Catedral, Esplode la panchina dell'Athletic Bilbao, che non batteva i blaugrana dal dicembre del 2013. Merito di una partita dai due volti: primo tempo passato all'attacco, sfiorando più volte il gol del vantaggio. Nella ripresa invece più attento a non concedere spazi agli avversari. Alla fine ha avuto ragione Garitano.

Negli ultimi 10 anni i campioni in carica della Liga non avevano mai perso alla prima giornata. Non succedeva dalla sconfitta del Real Madrid contro il Deportivo La Coruna, è Aduriz a riscrivere la storia. Il Barça senza Messi e con Suarez costretto a uscire alla mezz'ora (lesione muscolare al polpaccio destro) cade all'esordio. Male la prima di Griezmann, male tutto il Barcellona.

Luis Suarez, BarcellonaGetty Images
L'infortunio di Luis Suarez

Liga, Athletic Bilbao-Barcellona: la cronaca della partita

È la prima della nuova stagione. La prima di Griezmann e De Jong con la maglia del Barcellona, che riparte da San Mamés. Un inizio non semplice per la squadra di Valverde, il grande ex della partita. I blaugrana devono fai i conti con un'avversaria molto motivata e con le gambe che vanno alla grande.

Nonostante sia il day after Ferragosto, i padroni di casa non sembrano soffrire il caldo. La prima occasione se la costruisce Inaki Williams, fresco di un rinnovo di contratto per i prossimi 9 anni (scadenza 2028). Il centravanti corteggiato dal Manchester United recupera un pallone sulla trequarti, avanza e calcia senza pensarci. Ter Stegen deve allungarsi per mandare la palla in angolo.

Un quarto d'ora e c'è solo l'Athletic Bilbao in campo. Altra chance, ancora Inaki Williams, che stavolta scappa alle spalle dei due centrali. Al suo ingresso in area si ritrova il pallone sul piede sbagliato e non riesce ad aprire il piatto per metterlo alle spalle del portiere tedesco, che blocca in due tempi.

La reazione del Barça è del tutto casuale, affidata a un erroraccio di Unai López in fase di costruzione. Retropassaggio scellerato che mette Suarez davanti a Unai Simón: il numero 9 non ci pensa un attimo e in girata spara verso la porta, ma trova il palo a dirgli di no. Occasione gigantesca non sfruttata dall'uruguayano, che subito dopo si accascia al suolo.

Problema al polpaccio per Suarez, che è costretto ad uscire dal campo. Al suo posto spazio a Rafinha. Ed è proprio l'ex Inter a creare l'altro pericolo per il Bilbao: il brasiliano parte da destra, si accentra e con il sinistro a giro prova a battere il portiere dell'Under 21 spagnola, che ha un grande riflesso e con la mano di richiamo manda il pallone sulla traversa. Si va al riposo con il risultato di 2-0 per il Barcellona, peccato che i legni non valgano.

Aduriz entra e la sforbicia

La mossa di Valverde si chiama Rakitic. Fuori uno spento Alena, al suo posto entra il centrocampista croato. Ed è proprio lui a far suonare il primo squillo: torsione di testa sugli sviluppi di un calcio d'angolo, ma non prende lo specchio della porta.

Il Barcellona fa più paura con le mezzali che con gli attaccanti. Dopo Rakitic tocca a Rafinha provare a scardinare la difesa dei padroni di casa: corridoio di Dembele per il numero 12, che di prima intenzione calcia in diagonale, Unai Simón risponde con un ottimo riflesso sul primo palo.

Al decimo minuto della ripresa l'Athletic rimette la testa fuori: prima ci prova Unai Lopez, poi il solito Inaki Williams. In entrambe le circostanze la mira non è delle migliori. Palloni che piovono sugli spalti del San Mames, proprio come la punizione mancina di Yuri.

Al minuto numero 70 è ancora Rakitic a tentare il blitz in avanti: non riesce la percussione di Griezmann, il pallone arriva così all'ex Siviglia che colpisce di collo pieno, ma la sfera si perde di poco sopra la traversa. La migliore occasione del secondo tempo non concretizzata dal Barcellona.

Dentro anche l'ultimo attaccante: Valverde le prova tutte mandando in campo Carles Perez al posto di Sergi Roberto. Ma la mossa decisiva la tira fuori Gaizka Garitano dal cilindro: è l'ingresso di Aritz Aduriz, 39 anni il prossimo 11 febbraio. A pochi secondi dal suo ingresso in campo, l'attaccante basco si inventa la sforbiciata che vale la vittoria. Cross di Capa e gesto atletico pazzesco del centravanti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.