Dybala, Icardi e Milinkovic: tris d'assi pronti a cambiare squadra

La cessione della Joya al PSG potrebbe permettere alla Juventus di vincere la resistenza dell'Inter per Maurito e darebbe di conseguenza ai nerazzurri la forza per tentare l'assalto al serbo della Lazio.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Mancano ancora tre settimane alla chiusura ufficiale del calciomercato, due all'inizio della Serie A. Un periodo di tempo apparentemente limitato, che dovrebbe spingere soprattutto i top club, attesi da una sta stagione sfiancante sotto ogni punto di vista, ad aver già definito l'ossatura della propria squadra e a lavorare eventualmente soltanto su alcuni ritocchi. Di solito questa è la prassi, ma la sensazione è che l'estate di trattative in Italia non abbia ancora esaurito i propri colpi a sorpresa.

L'Inter, ad esempio, ha appena concluso l'acquisto di Romelu Lukaku, poderoso centravanti belga inseguito per più di un mese, ma si trova a dover fare i conti con la scottante situazione interna legata all'ex bomber e capitano Mauro Icardi: l'argentino ha ormai compreso l'impossibilità di tornare nelle grazie del club nerazzurro, tuttavia il suo rifiuto nei confronti di qualsiasi destinazione che non sia la Juventus mette il club in una difficile situazione di mercato.

L'Inter infatti non vuole cedere Icardi ai rivali della Juventus e se proprio si trovasse costretta a farlo certo non lo farebbe a prezzo scontato: per Maurito, che rimane uno dei bomber più forti in circolazione, ci vogliono non meno di 70-80 milioni di euro, cifra che in questo momento i bianconeri non hanno ma che potrebbero ottenere dalla cessione di Paulo Dybala al PSG, ormai ultimo club rimasto in corsa per la Joya. A quel punto Marotta potrebbe anche cedere, anche perché Conte ha bisogno prima della chiusura di mercato di un interno destro di spessore.

Mauro Icardi
Da simbolo dell'Inter a nuovo bomber della Juventus: potrebbe essere questo il destino di Mauro Icardi.

Calciomercato, Dybala al PSG può dare il via alla rivoluzione

A svelare quello che è un vero e proprio domino di mercato è Tuttosport in edicola oggi, che racconta di come nel corso di queste amichevoli estive Antonio Conte abbia realizzato che la sua Inter è priva di un interno destro di centrocampo capace di dare qualità e fisicità. Schierato in quella posizione Barella non ha convinto, l'opzione Sensi - arrivato principalmente come alternativa in regia a Brozovic - potrebbe funzionare ma la sensazione è che fisicamente la squadra finirebbe per concedere troppo agli avversari, soprattutto in Europa.

Ecco perché l'Inter si è messa alla ricerca di un giocatore di spessore, l'ultimo colpo vero di un mercato che dovrebbe portare alla Pinetina anche Edin Dzeko ma che riserverà i fuochi d'artificio per un centrocampista che alzi il livello attualmente a disposizione di Conte. La pista che porta a Arturo Vidal è stata accantonata: il giocatore piace, ma il timore di ripetere un nuovo caso Nainggolan, mettendosi in casa un calciatore di indubbia qualità ma che sembra ormai entrato nella fase calante della carriera, ha frenato Marotta.

Al quale piace invece e non poco Sergej Milinkovic-Savic della Lazio, il giocatore ideale per il tipo di gioco che ha in mente Conte: il serbo porterebbe quantità e qualità, fisicità sulle palle da fermo e tecnica. Convincere Lotito non sarà semplice, ma certo con i soldi incassati dalla cessione di Icardi, per cui apparentemente la Juventus resta l'unica opzione percorribile oltre a una convivenza forzata che danneggerebbe tutti, il discorso potrebbe nettamente cambiare.

Tutto dipenderà dunque da Dybala, dall'offerta del PSG - che intanto deve cedere Neymar al Real Madrid - e dalla volontà della Joya: che accettando il trasferimento potrebbe dare il via a un intreccio di mercato che cambierebbe in modo sostanziale i volti di Juventus e Inter, le due eterne rivali che sembrano pronte in questa stagione, anche grazie ai rispettivi ex, a scrivere un nuovo capitolo della loro lunga storia in comune.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.