WWE SummerSlam 2019, tutti i risultati alla Scotiabank Arena

Dalla Scotiabank Arena, casa dei Toronto Raptors NBA, è il momento del Biggest event of the Summer.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Scotiabank Arena sarà completamente esaurita, così come accaduto del resto nella serata (canadese) di ieri, quando NXT TakeOver: Toronto ha aperto le danze per i 4 giorni all'insegna del wrestling WWE. Ora però è arrivato il momento del piatto forte, di SummerSlam 2019, che noi di FOXSports.it vi racconteremo direttamente qui dalla casa dei campioni NBA dei Toronto Raptors, in diretta scritta a partire da mezzanotte italiana (le 18 locali).

Sarà come al solito una lunga notte, quella in cui vi accompagneremo, vivendo le emozioni di tutte le faide in corso nei main roster della compagnia di Vince McMahon. In palio titoli, carriere e onore, in questa edizione di SummerSlam 2019, con il main event che, salvo colpi di scena, vedrà Seth Rollins cercare di riprendersi l'Universal Championship da Brock Lesnar.

E poi grande attenzione la meriteranno i match in cui Becky Lynch e Kofi Kingston metteranno in palio i loro titoli, rispettivamente contro Natalya (padrona di casa) e Randy Orton, alla ricerca della sua 14esima cintura di campione del mondo, proprio nel ppv che lo consacrò per la prima volta (e da più giovane di sempre) nell'élite del grande wrestling WWE.

SummerSlam 2019, ppv WWEWWE
Il ppv WWE dell'estate: SummerSlam 2019

WWE SummerSlam 2019, tutti i risultati in diretta scritta

Questo e molto altro vi racconteremo nel nostro racconto, dove oltre ai risultati di tutti i match, gradualmente inseriremo anche highlights e photogallery. Mettetevi pure comodi quindi, è il momento di SummerSlam 2019.

Kickoff

Primo match della serata nel kickoff dello show, in palio il titolo dei Cruiserweight. L’ex NXT Oney Lorcan prova a insidiare Drew Gulak, che però si conferma campione.

Il secondo incontro mette Buddy Murphy contro Apollo Crews. Questo viene però interrotto dall’intervento di Rowan, che si vendica per la “spiata” dell’australiano e lo massacra.

Tocca ad Elias prendere la scena con il suo concerto. Ovviamente si diverte nel prendersela con il pubblico canadese, ma suona una musica molto conosciuta da queste parti a interromperlo... è quella di Edge, che osannato dal pubblico entra, atterra Elias con una Spear e se ne va nel tripudio generale.

Altro match titolato del kickoff, Alexa Bliss e Nikki Cross difendono le cinture di campionesse di coppia femminili contro le ex proprietarie, Billie Kay e Peyton Royce. E la strana coppia riesce a confermarsi, battendo le australiane.

Becky Lynch (c) vs Natalya

Dopo questo “aperitivo”, si può cominciare con il ppv vero e proprio. E si parte subito con un gran match, quello che mette in palio la Raw Women’s Championship, in un Submission Match. La padrona di casa entra avvolta dalla bandiera canadese, il pubblico è tutto dalla sua parte. Ma nonostante dia tutta se stessa, Natty deve cedere alla Dis-arm-her di Becky, che resta campionessa.

Dolph Ziggler vs Goldberg

Match lampo, l’Hall of Famer umilia Dolph Ziggler in pochi secondi. Non pago, lo Showoff lo richiama sul ring, ma il finale è sempre lo stesso. Altra Spear e Ziggler sempre più ko. Non è ancora finita Dolph, prende di nuovo il microfono, Goldberg rientra dagli spogliatoi ed esegue l terza Spear.

AJ Styles (c) vs Ricochet

Arriva il momento di un incontro che si preannuncia ad alto tasso di spettacolarità. Le attese non vengono tradite, AJ Styles, accompagnato dai suoi scagnozzi, riesce a battere Ricochet. E al termine della sfida, The OC infierisce su The One and Only.

Ember Moon vs Bayley (c)

Titolo di campionessa di SmackDown in palio, in un match che non riesce a trascinare il pubblico. A vincere è Bayley, che si conferma la leader del roster blu.

Shane McMahon vs Kevin Owens

È uno dei match più attesi, e Shane McMahon fa capire subito che aria tiri, annunciando un rinforzo per l’arbitro... Elias. Il drifter provoca costantemente, prova a indurre io canadese nell’errore (e nella squalifica), ma Kevin Owens si dimostra più furbo, colpisce basso senza farsi vedere, vince e salva la carriera.

Charlotte Flair va Trish Stratus

Trish Stratus dimostra di saperci ancora fare parecchio, il pubblico non manca di sottolinearlo, apprezzando la prestazione che riesce a sfoderare per merito anche di un’avversaria del calibro di Charlotte Flair. Ed è proprio quest’ultima a vincere per sottomissione, connettendo la sua figura 8 Leg-Lock letale.

Randy Orton vs Kofi Kingston (c)

Adesso è il momento della WWE Championship, con Kofi Kingston che dovrà difendere il titolo dal tentativo di Randy Orton. La sfida è appassionante e avvincente, con il tifo diviso a metà, ma si conclude per squalifica, quando The Viper provoca la famiglia di Kofi in prima fila, scatenando l’anno furia del campione WWE.

Finn Bálor vs Bray Wyatt

Primo ingresso ufficiale di Bray Wyatt (uno spettacolo) nella sua nuova versione The Fiend. Lo mette in mostra per affrontare Finn Bálor, messo ko con fin troppa facilità, portandolo addirittura allo svenimento. Grande vittoira per Wyatt al primo match ufficiale dal suo ritorno dopo il lungo stop.

Seth Rollins vs Brock Lesnar (c)

Seth non può essere al 100%, la vistosa fasciatura lo conferma. Ma nonostante tutto lui e Brock Lesnar danno vita a un gran match, forse il migliore della loro rivalità. Una sfida senza esclusione di colpi è disputata da entrambi a viso aperto. Davvero spettacolare il Frog Splash dalla terza corsa di Seth su Brock, posizionato sul tavolo di commento. A seguire un altro sul ring, poi uno Stomp. Ma non basta per schienare la Bestia. Servono un Superkick e un altro Stomp, stavolta Lesnar deve arrendersi. Seth Rollins torna Universal Champion.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.