MotoGP Austria: super Dovizioso beffa Marquez, 4° Valentino Rossi

Seconda vittoria stagionale di Dovizioso che batte Marquez all'ultima curva. Sul podio Quartararo, 4° Valentino Rossi. Buona prestazione di Bagnaia 7°, Petrucci e Morbidelli chiudono la top-10.

2 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

MotoGP spettacolo al Red Bull Ring. Andrea Dovizioso vince con il cuore e con il polso, beffando Marc Marquez all'ultima curva, facendo leva sulla staccata che è sempre stata il suo punto forte. Un continuo tira e molla dal primo all'ultimo giro, con il campione e il suo vice che si sono alternati in testa al gruppo, regalando una delle gare più spettacolari e incandescenti di questo Mondiale.

Sul gradino più basso del podio la Yamaha satellite di Fabio Quartararo: il rookie francese continua a stupire e a collezionare buone prestazioni che possono valere tanto per il suo futuro. Ritorna nelle zone alte di classifica anche Valentino Rossi autore di un'ottima partenza e scaldando dalla decima alla quinta posizione dopo poche curve. La caduta di Jack Miller poi semplifica la scalata in quarta piazza, ma nulla può contro il giovane collega del team Petronas.

Gara tutta in salita per Danilo Petrucci che deve accontentarsi della nona posizione, mentre Pecco Bagnaia mette a referto il suo miglior risultato in classe regina concludendo in settima posizione. Buona anche la prova di Franco Morbidelli che chiude la top-10. Un'altra giornata da dimenticare per l'Aprilia di Andrea Iannone che chiude in ultima posizione con un distacco di 1 giro. Il Motomondiale ritornerà in scena fra meno di due settimane a Silvertsone.

  1. Dovizioso 39'34.771
  2. Marquez +0.213
  3. Quartararo +6.117
  4. Rossi +7.719
  5. Vinales +8.674
  6. Rins +8.695
  7. Bagnaia +16.021
  8. Oliveira +16.206
  9. Petrucci +17.350
  10. Morbidelli +20.510
  11. Nakagami +22.273
  12. Zarco +25.503
  13. Bradl +31.962
  14. A. Espargaro +34.741
  15. Abraham +48.109
  16. Iannone 1 giro

MotoGP, la cronaca della gara in Austria

28° giro - Dovizioso scavalca Marquez all'ultima curva e conquista la seconda vittoria stagionale!

26° giro - Marquez prende il comando della gara, ma Dovizioso resta incollato

24° giro - Si prevede un ultimo giro al cardiopalma: Marc e Andrea si giocheranno la vittoria fino all'ultima curva

22° giro - 235 millesimi tra Dovi e Marquez, Rossi deve guardarsi le spalle da Vinales a quattro decimi. 7° Bagnaia, 9° Petrucci, 10° Morbidelli

21° giro - Tra Quartararo e Rossi ci sono due secondi, Marquez insegue a 144 millesimi. Cade Tito Rabat

20° giro - Dovi supera Marc in staccata sul rettilineo principale

19° giro - Petrux guadagna una posizione scavalcando Nakagami

17° giro - Dovi si avvicina ulteriormente a Marc e il gap si riduce a 199 millesimi. Lo spagnolo fa la differenza nel T3

15° giro - Dovizioso resta incollato a Marquez e guadagna un decimo

14° giro - Valentino Rossi accusa 1,3" da Quartararo

12° giro - Resta invariato il distacco tra i primi due, Petrucci in difficoltà permane in decima piazza

10° giro - Marquez guadagna tre decimi su Dovizioso

8° giro - Cade Miller, Marquez e Dovi testa a testa in uno scontro ravvicinato. 4° Rossi, 10° Petrucci

6° giro - Dovizioso in testa al gruppo, Marquez passa Quartararo e si preannuncia l'ennesima lotta tra il campione del mondo e il suo vice. Rossi distaccato di 4 decimi da Miller.

5° giro - Dovizioso recupera un paio di decimi su Quartararo separati da 1,6"

3° giro - Cadono Syahrin e Oliveira, Marquez sorpassa Miller

2° giro - Fuori Crutchlow e Pol Espargarò. La top-5: Quartararo, Dovizioso, Miller, Marquez, Rossi

1° giro - Dovizioso si mette subito all'inseguimento di Marquez, mette pressione e vanno lunghi alla curva 3, lasciando la testa del gruppo a Quartararo. 6° Valentino Rossi autore di una buona partenza.

13:59 - Parte il giro di ricognizione

13:55 - Andrea Dovizioso sceglie la soft al posteriore per provare a non lasciar scappare Marquez nelle fasi iniziali. Quando il Cabroncito inizia a scavare un gap dagli inseguitori diventa difficile raggiungerlo.

13:50 - La scelta delle gomme potrebbe rivelarsi fondamentale per l'esito della gara: al posteriore la media dovrebbe essere la mescola preferita, ma la soft potrebbe essere un'alternativa da azzardare. Mescola media per Valentino Rossi che riceve il saluto di Carmelo Ezpeleta in griglia di partenza.

13:45 - Temperatura atmosferica di 23°C, temperatura dell'asfalto intorno ai 32°. Sarà più fresco rispetto alla giornata di qualifiche, così da garantire una gara ancora più emozionante e con più grip.

13:40 - Nel week-end di casa KTM ha annunciato che dal prossimo anno non fornirà più telai per la Moto2 e tra stasera e domani rilascerà un altro comunicato che si preannuncia sorprendente. Secondo alcuni potrebbe trattarsi dell'ingaggio di Gigi Dall'Igna, che spiegherebbe le recenti pressioni per avere Jorge Lorenzo in Ducati. Ma si tratta solo di voci di corridoio.

Valentino Rossi pilota MotoGP
Valentino Rossi al Red Bull Ring

MotoGP, il riassunto del sabato di qualifiche

Il sabato di qualifiche MotoGP al Red Bull Ring vede ancora una volta Marc Marquez grande protagonista. Su un tracciato tradizionalmente poco favorevole alla Honda RC213V, il Cabroncito sigla la sua 59esima pole in carriera, la settimana stagionale, rifilando oltre 4 decimi agli inseguitori Quartararo e Dovizioso. Con un gap in classifica di 63 punti una eventuale vittoria del pilota di Cervera significherebbe mettere una seria ipoteca al Mondiale 2019.

A mostrare un passo gara quasi simile è la Ducati di Andrea Dovizioso nonostante abbia qualcosa in meno in percorrenza di curva rispetto al leader della classe regina. Male l'altra Desmosedici GP19 di Danilo Petrucci che, dopo una caduta nelle fasi finali della Q2, si deve accodare in quarta fila sulla griglia di partenza. Male anche la Yamaha di Valentino Rossi che partirà dalla decima piazza. Il Dottore ha commesso qualche sbavatura nel suo giro decisivo, ma perde qualcosa nel terzo settore rispetto al collega Maverick Vinales, quarto in griglia.

Nei giorni scorsi si è fatto un gran parlare di un eventuale passaggio di Jorge Lorenzo, assente in Austria, verso Pramac Racing nel 2020. La trattativa si è arenata dopo pochi giorni: HRC ha ribadito che i contratti vengono stabiliti per essere rispettati, lasciando intendere che non verrà fatta nessuna concessione né al pilota Nè al rivale Ducati. A questo punto Jack Miller, sentitosi messo un po' a margine dai vertici di Borgo Panigale, ha respinto il rinnovo di contratto alzando l'asticella delle richieste, annoverando un presunto interesse da parte di KTM. Ma nei prossimi giorni l'australiano dovrebbe rinnovare con il team di Paolo Campinoti.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.