MotoGP Austria: Marquez 59esima pole, Dovizioso 3°, Rossi 10°

Pole position di Marc Marquez che si conferma padrone assoluto della stagione 2019. Prima fila per Andrea Dovizioso che domani proverà il tutto per tutto su una pista tradizionalmente favorevole per la Ducati. Solo 10° Valentino Rossi

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Marc Marquez si conferma re della pole e del campionato MotoGP firmando il best lap nelle qualifiche anche su un circuito in teoria difficile per la Honda. Il Cabroncito ha inziiato con il piglio giusto il week-end austriaco, dove non ha mai vinto e vuole sfatare questo tabù. In prima fila partirà al fianco di Fabio Quartararo, come sempre velocissimo sul giro secco, e di Andrea Dovizioso.

Il pilota Ducati mostra un buon passo gara e guadagna una prima fila che mancava da tempo, a dimostrazione che il Red Bull Ring resta una pista favorevole alla Desmosedici. Peccato per Danilo Petrucci che rimedia una caduta nei minuti finali della Q2, condannandolo alla quarta fila. 4° Maverick Vinales che apre la seconda fila, dove sarà accompagnato da Pecco Bagnaia e Takaaki Nakagami.

Non una perfetta qualifica per Valentino Rossi, ch deve accontentarsi della decima posizione, con un gap di 7 decimi dal miglior crono. Si ritorna in pista domani alle 09:40 per il warm-up, alle 14:00 semaforo verde per il GP d'Austria.

  1. Márquez, 1:23,027 min
  2. Quartararo, + 0,434 sec
  3. Dovizioso, + 0,488
  4. Viñales, + 0,496
  5. Bagnaia, + 0,625
  6. Nakagami, + 0,642
  7. Rins, + 0,654
  8. Miller, + 0,661
  9. Crutchlow, + 0,727
  10. Rossi, + 0,790
  11. Pol Espargaró, + 0,839
  12. Petrucci, + 0,937

14:51 - Cade Petrucci che partirà dalla quarta fila

14:48 - Dovizioso terzo con un gap di 6 decimi da Marquez

14:44 - La prima fila provvisoria è formata da Marquez, Vinales e Quartararo, i soliti re del giro secco!

14:40 - Marc Marquez in pole provvisoria con 1'23"359, 2° Vinales con un gap di due decimi

14:38 - Vinales e Rossi partono con la media al posteriore

Francesco Bagnaia pilota Pramac
Francesco Bagnaia nel box Ducati Pramac

MotoGP, Crutchlow e Bagnaia passano alla Q2

Con il crono di 1'23"189 Cal Crutchlow firma il miglior tempo della Q1 austriaca e si guadagna l'accesso alla Q2. Il pilota LCR Honda aveva mancato l'accesso diretto al termine delle FP3 per soli 52 millesimi, ma entra di diritto nella lotta per la pole. Buona prestazione sul giro anche per Pecco Bagnaia che ottiene la seconda poltrona disponibile per la Q2.

Nulla da fare per la Yamaha di Franco Morbidelli che dopo aver siglato la testa della classifica provvisoria deve accontentarsi della 14esima piazza, preceduto dalla KTM del rookie Miguel Oliveira.

Ancora in difficoltà le Aprilia di Andrea Iannone e Aleix Espargarò che devono accontentarsi della 18esima e 19esima piazza in griglia. Difficile limare decimi preziosi con una RS-GP ancora in difficoltà sull'accelerazione, settore che si rivela di vitale importanza al Red Bull Ring.

  1. Crutchlow, 1:23,829 min
  2. Bagnaia, + 0,099 sec
  3. Oliveira, + 0,301
  4. Morbidelli, + 0,441
  5. Rabat, + 0,560
  6. Zarco, + 0,563
  7. Abraham, + 0,594
  8. Iannone, + 0,697
  9. Aleix Espargaró, + 0,920
  10. Syahrin, + 0,930
  11. Bradl, + 1,191

14:24 - Morbidelli si piazza secondo, ma la KTM di Oliveira rovina la festa al duetto italiano

14:20 - Si ritorna in pista per un nuovo assalto alle due posizioni utili per la Q2

14:17 - Ottimo crono di Bagnaia che guida la Q1 con il tempo di 1'24"2. Si attende il super giro di Morbidelli che al momento rientra ai box per montare una gomma nuova

14:16 - Balzano al comando Crutchlow e Oliveira

14:14 - 1'25"0 firmato da Zarco che al momento comanda la Q1

14:10 - Temperature in sensibile rialzo nel pomeriggio austriaco, con temperature al di sopra dei 32° C. Fondamentale sarà la scelta della gomma posteriore, che oscilla tra soft e media.

14:00 - Maverick Vinales segna il miglior crono nella quarta sessione di prove libere in 1'23"9 davanti a Dovizioso e Marquez.

MotoGP, il riassunto prima delle qualifiche

Il sabato delle qualifiche MotoGP in Austria non prevede grandi sorprese, se non l'accesso diretto alla Q2 di Takaaki Nakagami con il compagno di team Cal Crutchlow costretto a passare per la Q1. Best lap di Marc Marquez che si dimostra il più veloce sul giro anche su un tracciato tradizionalmente ostico per la Honda RC213V. Con la nuova specifica di motore HRC ha dimostrato di aver pareggiato i conti in termini di top speed con Ducati. Su un tracciato costellato di rettilinei, brusche frenate e ripartenze la Desmosedici GP sembra aver perso il suo punto consueto punto di forza.

Bene anche le Yamaha: Maverick Vinales si incolla agli scarichi di Marquez sia nelle FP2 che nelle FP3, dimostrando che la Yamaha M1 ha fatto un passo in avanti rispetto al 2018, grazie a dei miglioramenti in termini di elettronica, che hanno permesso di migliorare il grip al posteriore. Fuori dalla top-10 Franco Morbidelli., mentre Valentino Rossi pare aver risolto i problemi interni al box nella ricerca del set-up della moto in ottica qualifiche.

Ancora in affanno le Aprilia di Andrea Iannone ed Aleix Espargarò che soffrono particolarmente su un layout che richiede molto dal motore e dalle ripartenze. SIn dalla prima giornata il grande protagonista del week-end austriaco è Jorge Lorenzo, assente in pista ma il cui nome risuona inesorabilmente nel paddock. Il pilota maiorchino viene accostato al team Pramac Racing per il 2020, ma la trattativa si preannuncia molto difficile. Sembra ormai certo un suo addio alla Repsol Honda al termine del contratto previsto per la fine della prossima stagione.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.