Spagna, aboliti i posticipi del lunedì sera: si rischia lo sciopero

Luis Rubiales, numero 1 della RFEF: "Si realizza il desiderio delle tifoserie". Ma Javier Tebas, presidente della Liga, ora minaccia addirittura lo stop del campionato.

1 condivisione 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Vince la linea della federcalcio spagnola, vincono i tifosi. Dalla stagione 2019/2020 la Liga dirà ufficialmente addio ai posticipi al lunedì sera. A stabilirlo il giudice del Tribunale del commercio di Madrid, Andres Sanchez Magro, che ha di fatto avallato le richieste espresse dalla scorsa primavera da Luis Rubiales, numero 1 della RFEF (Real Federación Española de Fútbol) e da buona parte dei tifosi.

ll tema è stato oggetto di discussione per diversi mesi, generando anche proteste forti da parte delle tifoserie spagnole, che non hanno mai digerito il Monday Night, tradizione esportata dal calcio inglese, come da alcuni anni avviene anche in Serie A. La Federazione spagnola aveva chiesto l'abolizione degli anticipi del venerdì e appunto delle partite del lunedì, ma il Tribunale ha accolto solo la seconda istanza. Provvedimento sufficiente per agitare spettri sulla Liga 2019/2020 e generare l'esultanza via Twitter di Rubiales:

Sono molto felice! Si realizza il desiderio delle tifoserie, il mio impegno e la posizione della RFEF.

Tutto nasce da contratti televisivi già siglati, con il campionato atteso al via venerdì 16 agosto con la sfida tra Athletic Bilbao e Barcellona. Javier Tebas, presidente della Liga, ha già replicato alla decisione di Andres Sanchez Magro minacciando uno sciopero del campionato e il conseguente slittamento al via dell'edizione 2019/2020. Dalla Federazione non sono mancate le accuse nei confronti del numero uno della Liga:

Ha condotto una campagna fatta di accuse e falsità per nascondere le proprie responsabilità: ha venduto diritti di cui non era in possesso, essendo sleale verso il governo e il calcio spagnolo. Dovrebbe dimettersi.

Liga, è scontro con Luis Rubiales, numero 1 della RFEF (Real Federación Española de Fútbol)
Liga, è scontro con Luis Rubiales, numero 1 della RFEF

Liga, addio posticipi al lunedì: Tebas annuncia ricorso e minaccia lo sciopero del campionato

Quanto accaduto in queste ore in Spagna ricorda da vicino il precedente vissuto a fine 2018 in Germania, dove le contestazioni delle curve circa la disputa dei posticipi serali del lunedì aveva spinto la federcalcio tedesca a ufficializzarne la cancellazione dal 2021 in poi. Anche nella Liga, in occasione di Alaves-Levante 2-0 dello scorso 11 febbraio, alcuni tifosi della formazione di casa avevano esposto sugli spalti una finta bara facendo riferimento alla morte del calcio. Testimonianze di un clima teso, alla pari di quello che si respira tra i vertici della Liga e quelli della RFEF. 

Javier Tebas, numero 1 della Liga
Javier Tebas, numero 1 della Liga: è scontro con la federcalcio spagnola

La linea imposta dal Tribunale di Madrid rischierebbe di generare per la Liga perdite pari a 300 milioni di euro a stagione per i prossimi tre anni. Tebas al momento ha convocato un'assemblea straordinaria per il 12 agosto, a quattro giorni dal via del campionato 2019/2020, e ha annunciato ricorso.  Tra 7 giorni si parte con Athletic-Barcellona, ma le ombre sulla stagione 2019/2020 non mancano.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.