Premier League, tutti i possibili trasferimenti dell'ultimo giorno

Nell'ultimo giorno di trattative sono ancora numerose le trattative che possono essere chiuse entro le 18: in ballo nomi importanti come Leroy Sané, Wilfried Zaha, Christian Eriksen, Paul Pogba e David Luiz.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La Premier League scalda i motori, pronta per un'altra stagione ricca di emozioni e duelli all'ultimo respiro come quello che nell'edizione appena conclusa ha visto il Manchester City di Pep Guardiola spuntarla per un'incollatura sul Liverpool di Jurgen Klopp. Il calciomercato estivo di quello che può essere considerato ormai il più importante campionato al mondo - come testimoniato dalle ultime coppe europee, due derby inglesi - chiuderà i battenti alle 18 di oggi.

Quello della Premier League è stato, come ormai da tradizione degli ultimi anni, un mercato ricchissimo che ha smosso centinaia di milioni di euro e che ha visto numerosi grandi nomi cambiare squadra: il Manchester United ha acquistato Harry Maguire per 87 milioni di euro, aggiungendo al roccioso difensore della Nazionale anche gli acquisti di Aaron Wan-Bissaka e Daniel James, colpi a cui i campioni del City hanno risposto con gli arrivi all'Etihad Stadium di Joao Cancelo e Rodri.

Anche le altre non sono state a guardare, basti pensare all'Arsenal che ha prelevato il talentuoso Pepé dal Lille e al Tottenham, che si è aggiudicato Tanguy Ndombélé, ma anche al Leicester che ha riscattato Tielemans oppure a Everton, Newcastle e West Ham che hanno messo le mani rispettivamente su Moise Kean, Joelinton e Sebastian Haller. Eppure non è finita qui, e le ultime ore potrebbero regalare ancora colpi importanti in Premier tanto in entrata quanto in uscita.

David Luiz e Christian Eriksen
David Luiz e Christian Eriksen sono due dei nomi che potrebbero ancora cambiare squadra nell'ultimo giorno di mercato della Premier League.

Premier League, i colpi ancora possibili nell'ultimo giorno di calciomercato

Ceduto Romelu Lukaku all'Inter, il Manchester United non sembra intenzionato a privarsi di Paul Pogba: il centrocampista francese era nel mirino di Real Madrid e Juventus ma non è mai sembrato davvero vicino a uno di questi due club e con il passare delle ore le possibilità che il giocatore lasci i Red Devils diminuiscono sempre di più. Vero è che il mercato inglese chiuderà i battenti per quanto riguarda i colpi in entrata, e che quindi una cessione sarebbe sempre possibile, ma l'impossibilità per Solskjaer di rimediare un sostituto all'altezza sembra chiudere ogni discorso.

Per sostituire Lukaku lo United - che segue ancora Bruno Fernandes dello Sporting Lisbona - potrebbe cercare di stringere senza fretta con Fernando Llorente, attaccante spagnolo che si è svincolato dal Tottenham e che essendo senza contratto potrà firmare anche nei prossimi giorni diventando il nuovo centravanti di scorta dei Red Devils. Il club guidato da Mauricio Pochettino, finalista nell'ultima edizione della Champions League, dopo aver provato ad acquistare Paulo Dybala dalla Juventus (i bianconeri pare abbiano deciso di trattenere la Joya) ha virato su Giovani Lo Celso, talentuoso trequartista argentino che è ormai prossimo alle visite mediche. 

Non finisce qui per il Tottenham: dopo aver stupito il mondo con diverse sessioni di mercato senza acquisti, gli Spurs si sono scatenati quest'estate: preso Ndbombélé, quasi chiuso Lo Celso, Pochettino ha messo gli occhi anche sul talentuoso terzino sinistro Ryan Sessegnon, ormai in rampa di lancio e con un solo anno di contratto che lo lega ancora al Fulham. L'offerta del Tottenham dovrebbe prevedere 30 milioni di euro e il cartellino di Joshua Onomah. Perso Trippier e con il futuro di Danny Rose ancora in bilico, il club segue anche Hysaj del Napoli.

Paul Pogba in azione con il Manchester United
Seguito con insistenza da Juventus e Real Madrid, Paul Pogba sembra destinato a restare al Manchester United.

Everton, dopo Kean il sogno è Zaha

Deciso a ricostruire il centrocampo del suo Leicester City, Brendan Rodgers ha utilizzato parte dei soldi incassati dalla cessione di Maguire per riscattare il talentuoso belga Tielemans, a cui affiancherà il connazionale Dennis Praet, prelevato dalla Sampdoria per 20 milioni di euro e che sta già sostenendo le visite mediche. Non si ferma neanche l'Everton, che a Kean vorrebbe affiancare Wilfried Zaha per formare un attacco giovane, rapido e frizzante. 

Esploso nel Crystal Palace, dopo aver fallito giovanissimo al Manchester United Zaha è tornato alla base ritrovando le qualità che sembravano perdute e sembra ormai pronto per misurarsi con il calcio di alto livello. Per questo ha chiesto la cessione, per questo l'Everton lo punta con insistenza e sembra pronto a fare follie: la prima offerta pari a 80 milioni di euro è stata respinta, non è da escludere però che i Toffees possano tornare alla carica in giornata arrivando a quota 100. L'alternativa è Alex Iwobi dell'Arsenal, per cui sono pronti 40 milioni, attenzione anche al possibile arrivo di Mario Mandzukic dalla Juventus.

Un nome importante in uscita è quello di Christian Eriksen: il regista danese ritiene ormai da tempo conclusa la sua esperienza con il Tottenham e ha spinto tutta l'estate per una cessione. Rifiutato il Manchester United - affare che avrebbe potuto facilitare la cessione di Pogba - sembra ormai prossimo un suo trasferimento in Spagna, precisamente a Madrid dove sia Real che Atletico lo attendono. Possibile che questo colpo possa avvenire anche nei prossimi giorni, dato che gli Spurs si sono già coperti con l'arrivo di Lo Celso.

Wilfried Zaha
Accostato anche al Napoli, Wilfried Zaha è finito nel mirino dell'Everton che per strapparlo al Crystal Palace potrebbe arrivare a offrire l'equivalente di 100 milioni di euro.

Arsenal a caccia di un centrale: Upamecano o David Luiz?

L'Arsenal cerca ancora due rinforzi: ceduto Koscielny al Bordeaux serve un difensore centrale capace di affiancare Mustafi e i nomi in ballo sono quelli di David Luiz del Chelsea e Dayot Upamecano del Lipsia, giocatori diversi per età, esperienza e caratteristiche ma entrambi obiettivi percorribili. Daniele Rugani rimane sullo sfondo ma sempre più lontano, mentre a centrocampo sembra sfumato definitivamente l'arrivo di Philippe Coutinho dal Barcellona.

Ormai prossimo anche l'arrivo all'Arsenal di Kieran Tierney, jolly difensivo scozzese prelevato dal Celtic Glasgow: i campioni di Scozia potrebbero cedere anche il centrale Ajer al Leicester, che avrebbe individuato nel danese l'erede di Maguire. Oltre a rinforzare attacco (Zaha) e difesa (Zouma) l'Everton cerca ancora qualcosa nel mezzo: seguiti Doucouré del Watford e Mario Lemina, con l'ex-Juve che piace anche agli Wolves.

Oltre a David Luiz il Chelsea, che ha il mercato bloccato in entrata a causa della famosa sentenza FIFA, potrebbe finire con cedere altre due pedine: dopo averlo avuto in prestito nella passata stagione l'Everton vuole acquistare il centrale francese Kurt Zouma e in alternativa valuta un altro difensore dei Blues, Fikayo Tomori, Burnley e Brighton invece sembrano decise a puntare su Danny Drinkwater, perno del Leicester campione d'Inghilterra nel 2016 e poi caduto in disgrazia sotto la guida di Maurizio Sarri. 

Pallone della Premier League
La Premier League 2019/2020 avrà inizio venerdì 9 agosto con l'anticipo tra Norwich e Liverpool: l'ultima edizione è stata vinta dal Manchester City di Pep Guardiola.

Sané verso la permanenza al City

Il Chelsea dovrebbe liberarsi anche di Tiemoué Bakayoko, tornato dal prestito al Milan ma che non sembra rientrare nei piani di Frank Lampard: per lui sembra esserci il Galatasaray, in quello che sarebbe un evidente passo all'indietro in carriera. Passo in avanti invece per il centravanti svizzero Albian Ajeti, che dal Basilea si trasferirà al West Ham per circa 9 milioni di euro: il giocatore si appresta a sostenere le visite mediche, l'affare ormai è fatto. 

L'ultimo grande colpo in uscita potrebbe essere quello di Leroy Sané: a lungo in bilico tra la permanenza al Manchester City o il trasferimento che lo avrebbe portato a diventare una stella del Bayern Monaco - in ballo oltre 100 milioni di euro - l'esterno d'attacco potrebbe finire per restare alla corte di Guardiola anche a causa di un problema al ginocchio rimediato durante la gara di Community Shield contro il Liverpool e che potrebbe necessitare di un'operazione chirurgica. Se ne riparlerà a gennaio, quando i botti, inevitabilmente, torneranno a esplodere.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.