Atalanta, colpi da Champions League: Percassi punta Skrtel e Ben Arfa

Nonostante i mugugni dei tifosi per il caro prezzi, Percassi è al lavoro per regalare due nuove pedine d'esperienza alla Dea. E Ben Arfa lancia un messaggio su Instagram.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Nelle ultime ore la città di Bergamo si è svegliata avvolta da una specie di sensazione contraddittoria. Da una parte la tifoseria ha messo in atto una mezza contestazione contro la società, "rea" di aver alzato improvvisamente il costo degli abbonamenti per la nuova stagione: i gruppi della curva hanno organizzato una piccola protesta con tanto di cori e striscioni, dai quali si è levato un accorato appello diretto al presidente Percassi, al quale si è chiesto di rivedere la politica dei prezzi. Dall'altra, però, c'è fermento per quello che sarà l'ultimo mese scarso di mercato.

La Dea si affaccia per la prima volta alla fase a gruppi di Champions League e, proprio per questo, la dirigenza non intende farsi trovare impreparata. I primi colpi in entrata sono già stati messi a segno da parecchie settimane. Se per Luis Muriel non c'è stato bisogno di trattare molto (il giocatore, non riscattato dalla Fiorentina, era in uscita dal Siviglia), per il centrocampista ucraino Ruslan Malinovskyi si è andati un pochino più per le lunghe. Autore di 16 gol e altrettanti assist nell'ultima stagione, l'ex leader del Bruges è stato individuato come profilo ideale per completare i ranghi nel reparto mediano neroazzurro.

Ora però mancano ancora le classiche ciliegine sulla torta. La dirigenza sta cercando ancora un difensore centrale in grado di sostituire numericamente il partente Gianluca Mancini e, soprattutto, un giocatore in grado di solleticare la fantasia dei tifosi con le sue giocate estemporanee. Secondo quanto trapelato nelle ultime ore, Percassi e i suoi collaboratori avrebbero già individuato entrambi. Sono trattative difficili ma fattibili, soprattutto perché oggi - contrariamente al passato - l'Atalanta può offrire la vetrina più importante del mondo.

Mercato Atalanta Skrtel Ben Arfa
Martin Skrtel, ex difensore di Liverpool e Fenerbahce: lo slovacco è finito nel mirino dell'Atalanta, che in lui vede un potenziale rinforzo di esperienza in chiave Champions

Atalanta, il mercato prosegue: idea Skrtel per la difesa

Partiamo dall'idea per il reparto arretrato, dove - secondo indiscrezioni - il prescelto sarebbe Martin Skrtel. Classe 1984, attualmente è svincolato dopo aver giocato le sue ultime stagioni in Turchia, ma l'idea di tesserarlo stuzzica non poco perché l'ex Fenerbahce porterebbe in dote un bel po' di esperienza che, giocoforza, alla Dea adesso manca.

Difensore roccioso, in passato si è messo particolarmente in mostra con la maglia del Liverpool e, in totale, ha sfiorato le 90 presenze europee in carriera. In questo momento la società ha intavolato le prime discussioni con l'entourage del giocatore - soprattutto per capire le eventuali richieste di ingaggio - ma l'idea è che Skrtel possa diventare la soluzione low cost a Ferrari del Sassuolo.

Ben Arfa e gli indizi social: si è proposto alla Dea?

Clamorosa potrebbe invece essere la pista di calciomercato che porterebbe l'Atalanta dritta dritta da Hatem Ben Arfa. La mezzapunta francese si è da poco svincolata dal Rennes, dove era approdato a parametro zero la scorsa estate, e poche ore fa avrebbe creato scompiglio su Instagram rispondendo a un sondaggio fatto da una pagina di tifosi di bergamaschi, in cui veniva chiesto ai follower se avrebbero investito sull'ex enfant prodige del Lione.

Hatem, taggato nella storia, ha risposto di sì, gelando così Sampdoria e Genoa, i due club che - nelle scorse settimane - avevano approcciato un discorso con il suo procuratore. Classe 1987, nonostante la classe universalmente riconosciuta è passato alla storia per il suo carattere bizzoso e la poca inclinazione all'adattamento. Memorabili, ma non nella pura accezione del termine, sono stati i suoi anni in Inghilterra, dove è riuscito a farsi cacciare sia dal Newcastle che dall'Hull City, definito dal suo ex manager Steve Bruce come uno dei peggiori professionisti mai allenati.

L'annata al Nizza lo aveva parzialmente rivalutato, ma la scelta di andare al PSG ne ha affossato ogni speranza di rilancio. Ora però la sua strada potrebbe incrociarsi con quella di Gian Piero Gasperini, un maestro a gestire un certo tipo di situazioni dove c'è da far leva sulla personalità di un ragazzo. Tatticamente, Ben Arfa potrebbe entrare in staffetta con il Papu Gomez, dando respiro all'argentino e permettendo al tecnico di Grugliasco di allungare le rotazioni, aggiungendo qualità alla rosa. I primi passi in tal senso sono stati fatti: l'Atalanta da Champions League sta prendendo finalmente forma.

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.