Atletica, 52esima maglia azzurra per Chiara Rosa

Importante traguardo in nazionale per Chiara Rosa nel Campionato Europeo per nazioni in programma nel prossimo fine settimana a Bydgoszcz .

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

La pluricampionessa italiana del getto del peso Chara Rosa taglierà un importante traguardo nel prossimo fine settimana in occasione del Campionato Europeo per nazioni di Bydgoszcz dove vestirà la maglia azzurra in una rassegna internazionale di livello assoluto per la cinquantaduesima volta. La simpatica atleta nata a Camposampiero in provincia di Padova torna nella città polacca a nord di Varsavia 20 anni dopo aver conquistato la prima medaglia internazionale della sua carriera ai Mondiali Under 18 del 1999. Quel podio fu il primo di una collezione di piazzamenti prestigiosi nelle grandi rassegne internazionali che comprende i bronzi agli Europei Under 23 del 2005, agli Europei all’aperto di Helsinki 2012 e agli Europei Indoor di Goteborg 2013. 

Chiara è una “vecchia conoscenza” del Campionato Europeo per nazioni dove ha ottenuto finora un secondo posto nel 2009 e tre terzi posti nel 2010, 2011 e 2014 oltre a due quarti posti nel 2013 e nel 2015. Nella First League della “vecchia” Coppa Europa del 2007 disputata all’Arena Civica Gianni Brera di Milano realizzò il record italiano con 19.15m contribuendo alla promozione della nazionale italiana in Super League. Eguagliò il suo primato due anni dopo al meeting ISTAF all’Olympiastdion di Berlino. In carriera è stata finalista ai Mondiali Indoor di Valencia 2008 (quinta), alle Olimpiadi di Pechino 2008 (tredicesima) e ai Mondiali outdoor di Osaka 2007 (ottava).

L’atleta cresciuta sportivamente con il coach padovano Enzo Agostini e ora allenata da Paolo Dal Soglio con la collaborazione di Federico Apolloni è diventata la prima atleta italiana a vincere quindici titoli italiani assoluti consecutivi all’aperto. A questi vanno aggiunti i dieci successi nella rassegna tricolore indoor per un totale di 25 titoli italiani. 

Chiara Rosa: 

Il titolo italiano significa moltissimo per me. È arrivato dopo un periodo davvero duro, sia a livello fisico che psicologico; la vita però mi ha insegnato a non cercare scusanti, quindi ho preso e sono andata lo stesso “in battaglia”, col rischio di morire malamente. So che molti erano già seduti in riva al fiume...ma alla fine, di nuovo, mi ci sono ritrovata io. Ho lavorato cercando di fare tutto quello che il mio fisico e la mia mente mi concedevano di fare, con la solita dose di super professionalità e una costanza che a distanza di anni è ancora intatta, e che é il mio grande segreto. Dedico il titolo italiano a me stessa. Conservo la medaglia sul mio comodino: per ricordarmi che posso vincere o perdere, ma puoi star certo che a vincere ci proverò. Il prossimo obiettivo è il Campionato Europeo per nazioni

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.