Juventus, ricorso respinto: lo Scudetto del 2006 rimane all'Inter

La Corte Federale d'Appello della Federcalcio ha respinto il ricorso contro la sentenza arrivata a inizio luglio del Tribunale Federale Nazionale, che aveva definito "inammissibile" la richiesta bianconera di revocare il titolo.

3 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

Ennesimo capitolo nella storia senza fine di Calciopoli: la Corte Federale d'Appello della Federcalcio ha respinto il ricorso presentato dalla Juventus contro la sentenza da parte del Tribunale Federale Nazionale che a luglio aveva giudicato "inammissibile" la richiesta del club bianconero di revocare lo Scudetto assegnato all'Inter al termine della stagione 2005/2006. 

Dopo averlo conquistato sul campo la Juventus si vide privata del titolo dalla giustizia sportiva in seguito allo scandalo di Calciopoli, che sconvolse l'estate del 2006 e che portò all'assegnazione dello Scudetto all'Inter, che da terzo in classifica si ritrovò prima in seguito alle sentenze che portarono alla retrocessione dei bianconeri e a ben 30 punti di penalizzazione al Milan secondo.

Da allora è cominciata una battaglia tra Juventus e Inter che ha visto la Vecchia Signora chiedere più volte l'annullamento delle sentenze e la revoca dalla bacheca dei nerazzurri dello Scudetto 2005/2006. Una guerra fatta di ricorsi e appelli che però fino a oggi non ha cambiato la sostanza delle cose: già nel 2011 il consiglio federale aveva sottolineato come mancassero i presupposti giuridici per ipotizzare eventuali revoche del titolo conteso.

Luciano Moggi

Juventus, ricorso respinto: lo Scudetto 2005/2006 rimane all'Inter

La Juventus non si è arresa, e contro questa sentenza ha presentato ricorso prima al Collegio di Garanzia del CONI a maggio e poi, a inizio luglio, al Tribunale Federale Nazionale: ricorsi respinti in quanto giudicati inammissibili, con la precisazione ulteriore di come le rimostranze bianconere non potessero essere più "oggetto di delibazione alcuna da parte della giustizia sportiva".

Il ricorso respinto oggi contestava proprio quest'ultima sentenza e ribadisce quanto espresso dalle precedenti. Le decisioni prese dalla giustizia sportiva, che in seguito allo scoppio dello scandalo di Calciopoli assegnò d'ufficio lo Scudetto 2005/2006 all'Inter, restano tali: il titolo rimane nella bacheca dei nerazzurri. 

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.