Champions League, terzo turno preliminare: l'Ajax frena in Grecia

Gli olandesi, semifinalisti nell'ultima edizione, rischiano sul campo del Paok anche se nel finale sfiorano la vittoria. Il Qarabag si impone a Cipro, pareggi a Belgrado e Zagabria, in casa vince soltanto il Bruges.

0 condivisioni 0 commenti

di - | aggiornato

Share

I preliminari di Champions League entrano nel vivo con le gare di andata del terzo turno preliminare: 10 le sfide che in una settimana determineranno le 10 squadre chiamate a giocare gli spareggi – insieme alle già qualificate Slavia Praga e Young Boys - che assegneranno i 6 posti ancora disponibili nella fase a gironi della più importante manifestazione continentale per club.

Il turno di andata di martedì, che prevede quattro gare valide per il percorso “Campioni” e una per quello delle “Piazzate”, si apre alle 19 con APOEL-Qarabag e Paok-Ajax, partita quest’ultima che mette la squadra di Erik ten Hag, semifinalista nell’ultima edizione della Champions League, di fronte a un duro esame in terra greca.

Nonostante il calciomercato li abbia privati di pedine fondamentali come Frenkie de Jong e Matthijs de Ligt i Lancieri di Amsterdam, per i quali scende regolarmente in campo Donny van de Beek che sembra a un passo dal trasferimento al Real Madrid, partono benissimo e passano in vantaggio già dopo 10 minuti, quando Hakim Ziyech, altro pezzo pregiato dei campioni d’Olanda, va a segno grazie a un bel calcio di punizione.

Una fase di gioco di Bruges-Dinamo Kiev
In Belgio il Bruges si è imposto sulla Dinamo Kiev grazie a un calcio di rigore realizzato da Vanaken.

Champions League: l'Ajax rischia, il Qarabag vince e convince

Nella prima mezz’ora gli olandesi giocano il solito calcio convincente che li ha contraddistinti anche nella passata stagione, ma al 32esimo la rete dell’ex talento dell’Arsenal Chuba Akpom riporta la gara in parità. L’inerzia della gara vede adesso il Paok prendere l’iniziativa, che si trasforma nel 2-1 firmato da Leo Matos e propiziato dall’olandese ex Feyenoord Diego Bisewar. L’Ajax fatica a riorganizzarsi, ma nel secondo tempo gli uomini di Ten Hag scendono in campo con un altro spirito e prima trovano il pari con il 35enne Huntelaar, entrato al posto dell’infortunato Dolberg, e poi sfiorano ripetutamente il gol della vittoria.

Netta vittoria degli azeri del Qarabag, che si impongono a Cipro contro l’APOEL ipotecando la qualificazione agli spareggi grazie alle reti di Mahir Emreli e del franco-senegalese Magaye Gueye che arrivano nello spazio di un quarto d’ora nella seconda frazione di gioco. A tenere viva la sfida in vista del ritorno arriva il gol in pieno recupero firmato dal possente ed esperto difensore Giorgos Merkis, tuttavia i campioni di Azerbaijan sembrano già con un piede e mezzo al turno successivo.

Suggestiva la sfida che mette di fronte allo stadio Maksimir di Zagabria i padroni di casa della Dinamo e i campioni d’Ungheria del Ferencvaros guidati da Serji Rebrov, ex partner d’attacco di Shevchenko nella Dinamo Kiev e nell’Ucraina. Croati subito in vantaggio con Dani Olmo, indicato da più parti come uno dei talenti più promettenti del calcio europeo, pareggio ospite che arriva a mezz’ora dal termine grazie a un colpo di testa di David Siger. Il risultato finale di 1-1 lascia la sfida di ritorno a Budapest aperta ad ogni risultato, per l'italiano Lanzafame poco più di 10 minuti nel finale di gara.

Soltanto una gara su cinque si conclude con la vittoria dei padroni di casa in questo turno di martedì ed è quella che nel percorso "Piazzate" mette di fronte Bruges e Dinamo Kiev, seconde nei campionati belga e ucraino alle spalle rispettivamente di Genk e Shakhtar Donetsk. Al termine di una gara tutt'altro che spettacolare e caratterizzata da un certo nervosismo degli ospiti - ben 5 gli ammoniti tra gli uomini di Khatskevich - i belgi, che in porta schierano l'ex Liverpool Mignolet, la spuntano grazie a un calcio di rigore realizzato da Hans Vanaken.

Non va oltre il pareggio la Stella Rossa, che impatta 1-1 con il coriaceo Copenhagen . Al gol di Milan Pavkov che sblocca la gara a pochi istanti dall'intervallo prima di lasciare il posto al bomber ex Genoa Richmond Boakye, segue la rete danese realizzata all'84esimo minuto di gioco da Jonas Wind su calcio di rigore. Anche in questo caso il risultato lascia aperto l'esito della doppia sfida in vista della gara di ritorno, in cui il club serbo - capace di vincere la competizione quando ancora si chiamava Coppa dei Campioni nel 1991 - si giocherà l'accesso agli spareggi.

I risultati del martedì di Champions

  • APOEL-Qarabag 1-2
  • Paok-Ajax 2-2
  • Dinamo Zagabria-Ferencvaros 1-1
  • Bruges-Dinamo Kiev 1-0
  • Stella Rossa-Copenhagen 1-1

Share

Commenta

Ti potrebbe interessare anche:

Questo sito internet utilizza cookie tecnici e di profilazione, anche di terze parti, per migliorare la tua esperienza di navigazione, analizzare l’utilizzo del sito e per proporti pubblicità in linea con le tue preferenze. Puoi saperne di più o per negare il consenso ad alcuni a tutti i cookie clicca qui Informativa sui Cookies. Chiudendo questo banner, cliccando in seguito o continuando a utilizzare il sito, acconsenti all’utilizzo dei predetti cookie.